Fedeli ai ricordi di Claudio



Notizia inserita da: doremifasol in data 10/02/09 alle ore 10:08 Condividi   vista 4242 volte


«È un pop movie che mi ha emozionato», ha detto il cantautore. La pellicola sarà distribuita in 500 sale

1 - logo

ROMA — «Questo piccolo grande amore» è il film di San Valentino. Domani, con qualche giorno in anticipo sulla ricorrenza, uscirà in cinquecento sale la versione per il cinema del concept album di Claudio Baglioni che, nel 1972, raccontava la nascita e la fine di un amore autobiografico. Ora rivive sul grande schermo, diretto da Riccardo Donna, su soggetto e sceneggiatura di Ivan Cotroneo e Baglioni, prodotto da Giannandrea Pecorelli e Matteo Levi. «Dovrebbero "regalarselo" gli innamorati — spiega Carlo Rossella, presidente di Medusa che distribuisce il film — ma è anche una storia che può rasserenare gli animi nel nostro Paese ».Roma, anni Settanta: Andrea, matricola di architettura, incontra Giulia, diciassettenne maturanda. Si amano, ma lui parte per il militare. E la relazione non regge la lontananza. Il film è scandito dalle canzoni dell'album di Baglioni. Ieri il cantautore romano non era con il cast alla presentazione: è impegnato a incidere la nuova versione discografica, con inediti, di «Questo piccolo grande amore» (uscirà in primavera) e non voleva «oscurare» con la sua presenza attori e regista. In un'intervista al Gr1 però ha detto: «È un pop movie che, quando l'ho visto, mi ha emozionato. La voglia è quella di ritornare ad annusare i profumi di quell'epoca. Alla fine degli anni Sessanta si consuma forse l'ultimo sogno collettivo, l'ultima favola in cui gran parte di noi ha pensato di migliorare il mondo. Dopo, abbiamo continuato a sognare ma in maniera più privata, più separata ». «Ho rispettato l'arco narrativo del disco — racconta il co-sceneggiatore Cotroneo — dall'incontro dei giovani al finale struggente. Claudio ha portato nel copione il suo passato, particolari sulla vita a Centocelle, il quartiere dove ha vissuto». Il regista, che arriva al cinema dopo 30 anni di televisione («Un medico in famiglia»), aggiunge: «Siamo rimasti fedeli ai ricordi di Claudio, ma c'è anche la mia esperienza. Racconto gli Anni '70 in maniera non realistica, come avrei voluto che fossero. Tutto viene filtrato dalla memoria, anche la manifestazione che si vede all'inizio. Ma la storia d'amore è così forte che copre il contesto. I due ragazzi si amano come si amerebbero nell'Ottocento o nel 2000».
I protagonisti sono Emanuele Bosi (23 anni) e Mary Petruolo. A lei, diciannovenne, il compito di indossare la famosa «maglietta fina»: «È stato un onore ma anche un onere». L'incasso dell'anteprima di ieri, con Baglioni e il cast, è stato devoluto all'Associazione italiana amiloidosi onlus. Il film fa parte di un progetto più ampio. «Questo piccolo Grande Amore» si prepara a diventare un romanzo (scritto da Baglioni), un disco e un nuovo tour.

Sandra Cesarale

DAL CORRIERE DELLA SERA - NAZIONALE - PAG. 38


su RSSFeed
in Twitter
iscriviti
Calendar
<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            


Ricevi le news via mail:

Delivered by FeedBurner



Cerca nelle notizie













Le ultime news
29/12/10 - 17:39 Comunicazione cambio FEED
02/12/10 - 09:52 Baglioni, Fiorini: roba de Roma
01/12/10 - 16:38 Acquista il Baglioni MP4
01/12/10 - 10:06 Via Baglioni a Perugia
30/11/10 - 19:05 Vuelve el gurú del amor
30/11/10 - 13:16 DVD per Parole di Lulù


I più cliccati
23/01/08 - 16:52 Lettera a CLAB
20/06/07 - 21:07 Materiale Clab 2007
12/09/07 - 01:28 Dvd Tutti Qui
06/11/07 - 09:13 Claudio Live a Milano
22/11/07 - 13:04 Scarica il Calendario
17/12/08 - 09:02 Vota Claudio Campione2009


Ricevi le news via email
 
Commenti degli utenti
doremifasol.org