Incontro con il cast di QPGA



Notizia inserita da: doremifasol in data 10/02/09 alle ore 14:58 Condividi   vista 4118 volte


Sarà senza dubbio il film più visto il giorno di San Valentino, Questo piccolo grande amore. E probabilmente lo merita, soprattutto per il fatto che si tratta non di un semplice musical, ma di un’opera concerto che rimanda ad una grande tradizione di film che hanno fatto epoca, primi tra tutti Hair e The Wall. “Beh, soprattutto ad Hair ho strizzato l’occhio e più di una volta – confessa il regista Riccardo Donna – ma se si vuole cimentarsi con un’operazione del genere è impossibile non guardare a quel tipo di cinema, così libero ed insieme profondo”. E con le dovute proporzioni, l’accostamento tra il suo film e questi grandi capolavori del passato non è insensato: già, perché Questo piccolo grande amore è girato secondo un’idea che è assolutamente cinematografica, e rifugge l’appiattimenti degli standard televisivi. “Se dovevamo confrontarci con un simile progetto la prima cosa da evitare era un approccio televisivo. Un grande aiuto è venuto dal fatto che io ho preteso di lavorare con tutto il cast con cui lavoro praticamente da anni, e conoscendoci tutti benissimo abbiamo deciso insieme di tentare un qualcosa di nuovo, che meglio si avvicinasse a quanto il film richiedeva”.

I due giovani protagonisti della pellicola, Emanuele Bosi e Mary Petruolo, hanno invece sottolineato giustamente l’importanza della collocazione storica del film, l’inizio degli anni 70, un periodo di grande fermento ideologico e sociale che finalmente la nostra fiction – sia cinema che TV – pare stia iniziando a raccontare: “Un conto è leggere e studiare quel decennio sui banchi di scuola – conferma Mary – tutt’altra questione è avere la possibilità di farlo vedere sul grande schermo, dove la presa sullo spettatore è senz’altro più forte di un semplice testo di studio, che pure rimane fondamentale” “Anche se – continua Donna – abbiamo voluto raccontare le tensioni sociali di quel periodo senza però sfiorare la questione del terrorismo degli anni 70, perché secondo noi era troppo eterogeneo rispetto al tono ed alla storia del nostro film, che comunque non è una pellicola “realistica” nel senso stretto del termine”. Che Questo piccolo grande amore sia dunque un qualcosa che molto si allontana dalla fiction televisiva, da cui tutti e tre gli intervistati provengono, lo conferma anche Emanuele: “Quando lavori per la TV devi girare una quantità esorbitante di materiale in una sola giornata, mentre col cinema hai tempi di sicuro più rilassati e ti puoi dedicare con maggiore cura ai dettagli, alla recitazione. Per noi attori di sicuro i tempi più distesi sono un bel vantaggio, anche se poi un attore è un attore sia che reciti per un film che in TV”.

E che cosa aspetta questi due giovani interpreti che molto probabilmente verranno lanciati dal film di Donna? “Mah, sinceramente non lo so – sorride Mary – Intanto voglio godermi la “tortura” piacevolissima di promuovere questo film a cui tengo molto, poi affronteremo eventuali nuove proposte con la massima serenità”.

Adriano Ercolani


su RSSFeed
in Twitter
iscriviti
Calendar
<< Agosto 2018 >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    


Ricevi le news via mail:

Delivered by FeedBurner



Cerca nelle notizie













Le ultime news
29/12/10 - 17:39 Comunicazione cambio FEED
02/12/10 - 09:52 Baglioni, Fiorini: roba de Roma
01/12/10 - 16:38 Acquista il Baglioni MP4
01/12/10 - 10:06 Via Baglioni a Perugia
30/11/10 - 19:05 Vuelve el gurú del amor
30/11/10 - 13:16 DVD per Parole di Lulù


I più cliccati
23/01/08 - 16:52 Lettera a CLAB
20/06/07 - 21:07 Materiale Clab 2007
12/09/07 - 01:28 Dvd Tutti Qui
06/11/07 - 09:13 Claudio Live a Milano
22/11/07 - 13:04 Scarica il Calendario
17/12/08 - 09:02 Vota Claudio Campione2009


Ricevi le news via email
 
Commenti degli utenti
doremifasol.org