Film su Baglioni



Notizia inserita da: doremifasol in data 08/01/08 alle ore 08:20 Condividi   vista 11277 volte


Il sito ufficiale del Film è www.questopiccolograndeamore.it

La nostra Home dedicata all'evento la trovate qui >>>


La Medusa Film prepara un film su Claudio Baglioni con la sceneggiatura di Ivan Cotroneo, un bravissimo sceneggiatore e scrittore napoletano. Cercano un Claudio 18enne e relativa Paola. Vi terremo aggiornati per ulteriori informazioni.
FONTE: doremifasol.org - Acquista i libri di Ivan Cotroneo 


Aggiornamento NEWS del 09\01\2008: Il titolo del film su claudio in produzione dalla MEDUSA FILM, di cui abbiamo dato notizia in anteprima esclusiva ieri mattina,  sarà "questo piccolo  grande amore"... >>>


Questo piccolo grande amore in sala

Nel filone dei film d'amore per adolescenti, sbarca un'altra chicca che conquisterà anche coloro che giovanissimi non sono più. Il successo di Claudio Baglioni "Questo piccolo grande amore" diventerà un film, la cui sceneggiatura porta la firma del napoletano Ivan Cotroneo. La colonna sonora sarà di Baglioni stesso che, per l'occasione, comporrà un album sulla storia d'amore tra due giovani adolescenti. Aperti i casting.

La canzone, che nel 1985 fu premiata come "canzone italiana del secolo", risale al 1972 e segna il primo grande successo di Claudio Baglioni. Dopo alcuni singoli di scarso appeal, il cantautore pubblicò infatti uno dei primi esempi di concept album italiani, "Questo piccolo grande amore", in cui le canzoni erano legate insieme da un filo narrativo comune.

All'epoca il brano, che parla di una storia d'amore finita e fitta di malinconia tra due giovani ragazzi, fece scandalo: le parole "nudi" e "cose proibite" vennero consurate e sostituite con "soli" e "le scarpe bagnate" nella versione pubblicata sul 45 giri.

A oltre trent'anni di distanza, "Questo piccolo grande amore" resta una delle canzoni d'amore più popolari e conosciute in Italia, tanto che la Medusa (secondo indiscrezioni fornite dal sito di cinecittà news) ha pensato di inventarsi una storia che accompagni le note, forse alla luce del successo che i film del filone giovanilistico stanno riscuotendo in Italia, da "Tre metri sopra il cielo" a Come tu mi vuoi" o "Notte prima degli esami" e relativo sequel.

Non si sa ancora quali saranno gli attori scelti per interpretarlo perchè i casting sono ancora aperti. Certo è solo che Baglioni si occuperà della colonna sonora, e comporrà un album ad hoc, che parli della storia d'amore tra due giovani adolescenti. Mistero anche sul nome del regista.

Fonte TGCOM


Il quasi-musical di Baglioni diventa un film

Forse ai giovani di oggi il titolo dice poco, ma per chi era giovane nel 1973 "Questo piccolo grande amore" evoca molti ricordi. Non era solo il titolo di una canzone di grande successo di Claudio Baglioni, ma anche quello di un intero album, concepito in maniera del tutto nuova. Non una serie di canzoni stile compilation, ma una storia raccontata dall'inzio alla fine con le canzoni. Una sorta di musical su disco. A distanza di 35 anni Questo piccolo grande amore sarà il titolo del film che Matteo Levi e Giannandrea Pecorelli (ideatore in passato di un grande successo come Notte prima degli esami) porteranno al cinema. Claudio Baglioni è naturalmente l'ispiratore del progetto e sarà l'autore delle musiche firmando un intero album che racconterà una storia d'amore tra due giovani con le sue note indimenticabili. Scritto da Ivan Cotroneo, il film non ha ancora un regista ma molto probabilmente sarà distribuito da Medusa. Nel frattempo è aperta la ricerca dei due giovani protagonisti, una ragazza e un ragazzo diciottenni.

Foto e curriculum possono essere inviati a casting@11marzofilm.it


Come anticipato da doremifasol.org in assoluta anteprima ed esclusiva, eccovi un articolo tratto dal Quotidiano Leggo di questa mattina.
Mentre proseguono le riprese bolognesi di Alba Chiara, ispirato alla storica canzone di Vasco Rossi ed interpretato dal figlio Davide con Daniel Ducruet e Raz Degan, il mondo del cinema avrebbe messo gli occhi su un altro cantante, precisamente l'autore del brano più venduto in Italia: Claudio Baglioni. A dare la notizia il portale “Cinemotore”, che annuncia l'apertura del casting per un film ispirato alla celebre Questo piccolo grande amore, di cui Baglioni - che col cinema flirtò per due volte nel 1972 - avrebbe già fornito i diritti. Come dimostrato dal successo al botteghino di Notte prima degli esami, saccheggiare i titoli delle hit di casa nostra porta fortuna ai film: non sempre, però, l'operazione riscuote l'approvazione del cantante. Ne sa qualcosa Antonello Venditti, “derubato” nel 2003 da Gabriele Muccino che usò Ricordati di me per titolare il suo ultimo film italiano: «Non è giusto - disse allora il cantante - hanno persino costretto il cantautore Pacifico a scrivere una canzone con quel titolo».

Imparata la lezione (o fiutato il business), nel 2004 Venditti appaltò un suo titolo collaborando alle musiche di Questo mondo di ladri dei Vanzina: «Con loro mi sento uno della banda - disse - e il titolo non viene sminuito dal film». Il successo di Notte prima degli esami sembrava averlo riappacificato con il cinema: «Per me è un onore essere l'ispiratore di altre arti», diceva nel 2006.

Poi, questa estate, il cambio di marcia: «Ho chiesto un parere alla Siae per far tutelare i miei titoli per il futuro. È paradossale, se ora volessi scrivere un libro intitolato Notte prima degli esami non potrei». A due settimane di distanza dall'uscita di Questa notte è ancora nostra, a Venditti non resta che piangere lacrime da coccodrillo: «Quando prendi una frase da una canzone per farla diventare il titolo di un film è come se la mettessi nella macchina del tempo. La storia e la motivazione di quella canzone vengono distrutte». (ass) 
FONTE


CINEMA/'QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE', HIT BAGLIONI DIVENTA FILM

La colonna sonora sarà composta dal cantante stesso
Roma, 11 gen. (Apcom) - Il successo di Claudio Baglioni 'Questo piccolo grande amore' diventerà un film, la cui sceneggiatura porta la firma di Ivan Cotroneo. La colonna sonora sarà di Baglioni stesso che, per l'occasione, comporrà un album sulla storia d'amore tra due giovani adolescenti. Ancora sconosciuto è il nome del regista mentre, come si legge nel sito cinecittà news, il film sarà probabilmente distribuito da Medusa. Nel frattempo continuano i casting per la scelta dei due giovani protagonisti.


Diventerà un vero e proprio film "Piccolo grande amore", uno dei più grandi successi di Claudio Baglioni: la pellicola, la cui lavorazione non è ancora stata avviata, sarà prodotta - come riferisce il sito Musical.it - da Matteo Levi e Giannandrea Pecorelli (quest'ultimo già produttore di "Notte prima degli esami"), e sceneggiata da Ivan Cotroneo. Il lungometraggio, che racconterà la storia d'amore tra due giovani, sarà con ogni probabilità distribuito da Medusa. La colonna sonora sarà curata dallo stesso Claudio Baglioni. 
FONTE


Grandi novità per la fiction Rai. Stanno per partire le riprese di quattro nuove puntate de "Il Commissario Montalbano" con Luca Zingaretti. A marzo, dopo il Festival di Sanremo, la prima rete gioca il suo asso nella manica: la messa in onda di "Capri 2", 13 nuove puntate con protagonista Bianca Guaccero.
Sono in cantiere le puntate de "La Squadra". Nel cast c'è l'ex del GF1 Pietro Taricone. Infine la canzone "Questo piccolo grande amore" di Claudio Baglioni, diventa un film che potrebbe approdare poi in tv.
La singolarità dei quattro nuovi "Montalbano" sono le sbandate amorose del protagonista che addirittura ne "La vampa di agosto", perderà la testa per una procace ventenne e ne sarà umiliato nella dignità. Per amore Montalbano trasgredirà persino l'etica professionale ma in maniera molto più soft rispetto ai testi di Andrea Camilleri. Gli altri titoli sono: "La luna di carta", "Le ali della sfinge" e "La pista di sabbia". Intanto stanno per concludersi le riprese di Capri 2. Il personaggio della Guaccero avrà una maggiore importanza e rappresenterà lo strumento di cui si servirà Umberto (Assisi) per vendicarsi del fratello Massimo (Capparoni) che ha sposato la donna di cui lui era innamorato (la Pession). La messa in onda a marzo, di domenica sera, ha il fine di sfruttare il Festival appena concluso come traino alla serie. Tra breve inizieranno le puntate di "La Squadra 8" su Raitre. Pietro Taricone sarà un "falco", impegnato contro la criminalità organizzata. Infine prodotto da Levi e Pecorelli, si girerà "Questo piccolo grande amore" ispirato al motivo di Baglioni che fa parte del progetto.

FONTE:http://www.iltempo.it/spettacoli/2008/01/15/826827-marida_caterini.shtml


Terrificante. L’ipotesi, tutt’altro che campata per aria, è che la canzone di Claudio Baglioni “Questo piccolo grande amore” diventi un film. La hit del cantautore romano diventerà una cine-storia d’amore tra due giovani adolescenti, e il momento – ammettiamolo – è propizio: qualsiasi storiella giovanilista di questi tempi guadagna gli onori del grande schermo. Se poi essa flirta, già dal titolo, con qualche canzone del passato (ad esempio, “Notte prima degli esami” di Antonello Venditti) il gioco è fatto.
Così anche “Questo piccolo grande amore” - nenia insopportabile e zuccherosa che gli ammiratori del Baglioni sostengono essere “la canzone più bella del secolo” solo perché avrebbe vinto la corsa ad eliminazione in un tv-show del sabato sera condotto da Pippo Baudo tanti anni fa – diventerà un film, forse un musical.
La colonna sonora del film – distribuito da Medusa - sarà interamente composta da Claudio Baglioni, il nome del regista è ancora sconosciuto, la sceneggiatura è di Ivan Cotroneo, il casting dei due attori protagonisti è ancora in alto mare. Che ne possa far parte Nicolas “prezzemolo” Vaporidis? Chissà.
Ciò su cui siamo disposti a scommettere è la soddisfazione ego-dilatata dell’Imperatore Claudio, uno che si ama tantissimo come si può notare dagli smaccati atteggiamenti “piacioni” nei suoi live circensi pieni zeppi di ballerini e trampolieri. Non è escluso, infine, che il cantauore di "Poster" e "Mille giorni di te e di me" (questa sì una bella canzone), partecipi al rito cinematografico in un cammeo: il suo curatissimo e narciso look brizzolato alla Clooney potrebbe funzionare sullo schermo. 

FONTE


Non c'è più niente da fare, Bocca di rosa: ormai le canzoni diventano film...

ROMA (24 gennaio) - Le canzoni dei cantautori italiani diventano titoli di film per il grande schermo: da «Albachiara» di Vasco Rossi, «Bocca di rosa »di De Andrè a «Questo piccolo grande amore »di Baglioni. Molti di questi film sono destinati ai teenager. E infatti ci sono anche «Non c'è più niente da fare »di Bobby Solo e «Questa notte è ancora nostra», versi di Antonello Venditti, un cantautore i cui titoli sono spesso saccheggiati da cinema, tv e letteratura.


Albachiara sarà nelle sale a giugno: diretto da Stefano Salviati e prodotto da Mikado, che distribuirà la pellicola, ha per protagonista Raz Degan, ma nel cast ci sarà anche Davide Rossi, il figlio del Blasco. Sconosciuta la trama del film, girato a Bologna, così come il nome della protagonista, Albachiara, personaggio ispirato al mitico brano con cui Vasco chiude puntualmente ogni suo concerto. Il rocker di Zocca non ha alcun ruolo in questo progetto, che prevede anche un reality show in onda in primavera su «All Music», che mostrerà la vita degli attori 24 ore su 24.

«Bocca di Rosa »di De Andrè, racconta invece gli anni sessanta vissuti dal grande cantautore scomparso. Diretto da Daniele Costantini vede tra gli attori Tosca D'Aquino, Donatella Finocchiaro e Agostina Belli. Claudia Zanella vestirà, invece, i panni di Maritza, una giovane prostituta ispirata a un personaggio realmente esistito di cui De Andrè parla nella canzone «Bocca di Rosa». Il film è tratto da «Un destino ridicolo», romanzo scritto nel 1996 da De Andrè con Alessandro Gennari.

Doveva uscire a gennaio, ma è slittato al 19 marzo, il nuovo film che vede protagonista Nicolas Vaporidis, idolo delle adolescenti. Dopo «Notte prima degli esami », l'attore partecipa ad un nuovo progetto, che prende il titolo da alcuni versi di Venditti: «Questa notte è ancora nostra». il film, racconta la storia d'amore tra Massino, un giovane che lavora nelle pompe funebri, ma che sogna di sfondare nella musica con il gruppo «I becchini». Nel cast anche Franco Califano, nei panni di un discografico, che aiuterà le aspiranti rockstar.

Rientra nel filone dei film d'amore anche «Questo piccolo grande amore», dal titolo della canzone di Baglioni, che nel 1985 fu premiata come canzone italiana del secolo. Il nome del regista è ancora sconosciuto, così come quello degli attori. Ivan Cotroneo ne firma la sceneggiatura, mentre Claudio Baglioni comporrà, per l'occasione, la colonna sonora.


Infine, «Non c'è più niente da fare», dal titolo di un classico di Bobby Solo, che sarà nelle sale italiane l'8 febbraio. La commedia è interpretata, tra gli altri, da Rocco Papaleo, Paolo Ruffini, Isabella Cecchini e Lucia Poli. Il film racconta la storia di una compagnia teatrale «I perseveranti». Il teatrino in cui i personaggi si incontrano, è l'unico luogo dove trovare momenti di felicità. Ma il padrone vuole impiantare nella vecchia struttura una nuva attività, più redditizia.


Già. «Lei era un piccolo grande amore/solo un piccolo grande amore/niente più di questo.../niente di più», cantava a squarciagola Claudio Baglioni nel 1972, facendo fremere gli adolescenti dell'epoca con l'immagine di «quella sua maglietta fina/tanto stretta al punto che mi immaginavo tutto». Al cinema vanno di moda i titoli tratti dalle canzoni, soprattutto dopo Notte prima degli esami. Non è un caso, allora, se l'artefice di quell'esordio perfetto, il produttore cinquantenne Giannandrea Pecorelli, raccogliendo l'idea del collega e ora socio Matteo Levi, abbia deciso di portare sullo schermo Questo piccolo grande amore. Da quando s'è sparsa la notizia, siti e blog ribollono di commenti, per lo più favorevoli, anche se c’è chi trova «terrificante» l'ipotesi, ritenendo il motivo «una nenia insopportabile e zuccherosa».
In ogni caso, il progetto - copertina del disco inclusa - marcia a gonfie vele, sotto la supervisione dello stesso Baglioni, che forse si ritaglierà una particina. Ivan Cotroneo sta rifinendo la sceneggiatura, i provini per la scelta dei due protagonisti sono cominciati, il regista è già stato individuato, anche se i due produttori, che probabilmente troveranno in Medusa un partner decisivo, preferiscono per ora non farne il nome. Ai tempi di Notte prima degli esami in parecchi si negarono, e fu la fortuna di Fausto Brizzi, promosso da sceneggiatore a regista. Stavolta, invece, c'è la fila. Dice Pecorelli: «Non ci serve un clippettaro tutto dolly e montaggio frenetico, ma uno che sappia maneggiare la musica con fantasia, partendo da un tirante classico del cinema, quello che gli americani chiamano “a boy meets a girl”. Insomma, l'incontro tra un ragazzo e una ragazza».
Comunque si guardi alla cosa, bisogna ricordare che Questo piccolo grande amore nacque come un concept-album. Un filo rosso lega infatti le 15 canzoni, da Piazza del Popolo a Con tutto l'amore che posso, e proprio da lì è partito Cotroneo, escludendo l'ipotesi del musical, e accarezzando invece l'idea di usare i testi baglioneschi, uniti a frammenti musicali, come una sorta di io narrante. Spiega Pecorelli: «Mi sono rivisto musical come Hair e film come Parole parole parole. Ho capito che si poteva tentare qualcosa di diverso». In che senso? «All'epoca sentivo De Gregori, Bennato o i Deep Purple. Solo di recente, ascoltando con cura Questo piccolo grande amore, ho capito la storia nella sua interezza. Baglioni, partendo da una manifestazione studentesca dispersa dalla polizia, racconta l'evoluzione di un amore tra un ventenne e una diciottenne. Il colpo di fulmine al bar, gli amici che sfottono, lui e lei che si frequentano e fanno l'amore, l'arrivo della cartolina rosa (allora non c'erano i cellulari), lo sfibrarsi di quel legame a causa della distanza, l'incontro casuale a Porta Portese, con lui che la vede con un altro, la consapevolezza che quel sentimento è troppo grande per essere vissuto».
A che pubblico vi rivolgete? «Se riesce bene, sarà un film per tutti: i teen-ager, i fan di Baglioni, soprattutto coloro, e sono tanti, che almeno una volta nella loro vita hanno vissuto un grande amore». Pecorelli non pare preoccupato dall'abuso di quella parolina magica di cinque lettere - amore - nei titoli dei film. «Sciocchezze. Notte prima degli esami non la conteneva. Scusa ma ti chiamo amore di Moccia sì. Dipende. Bisogna che un progetto abbia anima e cuore per funzionare. E le dirò una cosa: sono i film che fanno gli attori e non viceversa? Nicolas Vaporidis non lo conosceva nessuno prima di Notte. Aveva fatto poche pose in una fiction e un film sfortunato di Oldoini».
Neanche gli anni Settanta, così difficili da ricostruire al cinema, sembrano un problema. «Cercheremo di essere precisi, attendibili, ma non racconteremo i Settanta politici. Puntiamo sulla storia d'amore, senza ideologismi, anche se, certo, lui incarna l'idea che si può cambiare il mondo». Del resto, anche gli Ottanta di Notte prima degli esami, sulle prime vennero accolti con scetticismo: «Troppo diversi i giovani di oggi, a chi interessa?», teorizzò più di un produttore. Che poi si mangiò le mani.
FONTE


tv_336x280Il consenso di Claudio Baglioni è subordinato solo al rispetto della storia originale e nessun nuovo album è in previsione per tale Film.
Anche per questa notizia riceviamo da Fonte Ufficiale


In pieno svolgimento i castings per il nuovo film "Questo piccolo grande amore". Sembra che Claudio Baglioni oltre a curare una rivisitazione della colonna sonora, sarà anche voce narrante in alcuni fragenti dell'opera cinematografica.
Siamo in attesa di conoscere gli sviluppi della scelta dei personaggi e dell'inizio delle riprese.
A breve on line un articolo da "La Stampa" segnalatoci da Salvatore di Torino, che ringraziamo.

su RSSFeed
in Twitter
iscriviti
Calendar
<< Giugno 2018 >>
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             


Ricevi le news via mail:

Delivered by FeedBurner



Cerca nelle notizie













Le ultime news
29/12/10 - 17:39 Comunicazione cambio FEED
02/12/10 - 09:52 Baglioni, Fiorini: roba de Roma
01/12/10 - 16:38 Acquista il Baglioni MP4
01/12/10 - 10:06 Via Baglioni a Perugia
30/11/10 - 19:05 Vuelve el gurú del amor
30/11/10 - 13:16 DVD per Parole di Lulù


I più cliccati
23/01/08 - 16:52 Lettera a CLAB
20/06/07 - 21:07 Materiale Clab 2007
12/09/07 - 01:28 Dvd Tutti Qui
06/11/07 - 09:13 Claudio Live a Milano
22/11/07 - 13:04 Scarica il Calendario
17/12/08 - 09:02 Vota Claudio Campione2009


Ricevi le news via email
 
Commenti degli utenti
E
Le riprese del film sono iniziate, al momento stanno girando nel quartiere Centocelle in via delle acacie(Roma)


sara
bravo!!sono daccordissima con FRANCESCO è verissimo!!!!!!
massimo
scusate ma si sà quando uscirà piu o meno questo film???e il nuovo cd???perfavore rispondetemi.....vi prego
francesco
ragazzi ma quale artista ke ha cominciato la sua carriera a 16anni è ancora così in alto a 56anni come baglioni...ke ancora ci stupisce che riesce a fare 3ore dico 3 di concerto...(es Venditti ha fatto un concerto 1anno fa nella mia citta Avellino e nn è durato + di un'ora e mezza...nn c'e la faceva)ke riesce a cantare canzoni come buon viaggio della vita cn toni altissimi!!ki???il film??ben venga porterà ancora piu successo al nostro claudio e fara skizzare su in classifica ilnuovo album.vai cla 6 unico
sabry
l' idea ke si voglia girare un film dove si narra la vita di claudio mi entusiasma,nn vedo l' ora di vederlo........anzi direi.....ke ben venga.........bravo claudio!sei sempre un grand'uomo....
F
ma quando diavolo lo fa un album di inediti degno di questo nome? non chiedo certo cose del livello di "oltre", ma per lo meno ci provasse!!!!!!!
Riccardo
Un vero peccato... sono d'accordo con valentina. anche a me un pò dà fastidio questa banalizzazione di uno che ha dato tanto per scrollarsi di dosso quest'etichetta! Poi sicuramente sarà un successo... è il business del momento Rich88
valentina
Non ho parole...non condivido come fan molto l'idea del baglioni così moderno e pronto a tutto pur di continuare in questo mondo che cerca per forza di confonderlo con tutti gli altri, lui che per noi e' così speciale perche' si e' sempre tenuto fuori dal gruppo e dalla massa...perche'???si sta vendendo così ultimamente???valentina 82
ILARIA 83 - CLABBER 31114
Le notizie su questo film mi sembrano ancora piuttosto vaghe,sinceramente però resterei perplessa se davvero si trattasse della 'vita di Claudio'. Di certo la colonna sonora firmata 'Baglioni' ,non potrà che rivelarsi un successo esaltante ma mi dispiacerebbe che la trama e la sceneggiatura non fossero all'altezza di qulle canzoni. In poche parole non vorrei che la voce di Claudio cadesse nella trappola cinematografica che ,oltre a richiamare la moda del momento (vedi 'Notte prima degli esami' e 'Alba chiara'),andasse a sminuire quella grande icona della musica italiana che è 'Questo piccolo grande amore'.... Però non si può giudicare prima di aver visto , magari chissà che non esca fuori un super capolavoro che conquista le platee degli adulti e dei più giovani. Forse io sono solo troppo abituata a vedere 'Baglioni' come il mito osannato sul palco , circondato dall'affetto di tutti noi fans, che alla fine di ogni concerto ci portiamo a casa quel bagaglio di emozioni che non si spiega e non ci lascia più. Ma d'altronde un'artista del suo calibro riesce a rievocare i tempi e gli amori che cantava agli esordi e in contemporanea coinvolgere il pubblico di oggi con delle 'innovazioni'che di certo non sono da meno rispetto a quelle di allora. Quindi , faccia quel che faccia , non potrà mai deludere chi lo segue da sempre come me. Aspettando il raduno mando un saluto e un grosso abbraccio a tutti i CLABBER . ....Ilaria.....
Camilla
Avevo anch'io capito che il film era sulla vita di Claudio ed ho storto un tantino il naso ma se è una storia sul filone "3 metri sopra il cielo" mi sono detta perchè no.... potrebbe essere carino! In fin dei conti anche "Fratello sole e sorella luna" è un bellissimo film con colonna sonora cantata da Claudio; e tutte le volte che lo guardo canto volentieri insieme a lui. L'unico dubbio che mi è rimasto è lo stesso di Sarah.... boh, staremo a vedere. Claudio sa sicuramente cosa fare e come gestire film e nuovo disco. Ho fiducia in lui ed aspetto tutte queste belle novità ed il raduno.
Patrizia
per rispondere a Sarah, penso che l'amore "adolescenziale" non sempre corrisponde neccessariamente all'età anagrafica. Succede, anche da adulti, di provare quelle stesse emozioni, quel medesimo sentimento. L'amore, quello con la "A", non ha età.
antonella
bellissima notizia...non vedo l'ora che esca il film
100c
avevo capito fosse un film sulla vita di Claudio Baglioni....invece e sulla storia di "Questo piccolo grande amore": a questo punto la mia opinione cambia. Senza dubbio andro' a vederlo, magari con mia figlia quindicenne, visto che mi ha fatto vedere "3 metri sopra il cielo" e tra un po' mi tocca "Ti amo sopra ogni cosa". Tra l'altro sono molto curiosa di sentire la colonna sonora....non è già stata composta circa 35 anni fa?..
Sarah
Sarò scema ma certo sta cosa non la capisco.... in tutte le testate giornalistiche che parlano della prox uscita del film su QPGA si scrive che, cito testualmente: "La colonna sonora sarà di Baglioni stesso che, per l'occasione, comporrà un album sulla storia d'amore tra due giovani adolescenti. " ora: se la storia dovrebbe raccontare l'amore descritto sull'album del 1972 che altra colonna sonora va fatta?? Interpreteranno la storia descritta da cla sul concept album QPGA e poi inseriscono altre musiche ???... che senso ha????? Però se abbandono questi pensieri mi sorge un'altra domanda... Claudio nel nuovo album parlerà della storia d'amore di 2 adolescenti. ..... ma secondo voi (mettiamo che davvero vada così) Cla riuscirà a scrivere di un amore adolescenziale come quello di questo piccolo grande amore?... lui già da prima di strafda facendo se n'è allontanato tantissimooooo e poi ha continuato a scrivere di amore ma in maniera diversa... bè è normale... l'amore visto e vissuto in età assolutamente diverse..... .. Però interessante. .. un cla che mi parla di amore adolescenziale. .. mmmmmmmm... chissà che verrà fuori ..."questo piccolo grande amore 2 " ............ Fatemi sapere che ne pensate di ciascun quesito che mi son posta ! Baci baci ... ... Sarah
Sonia
A me quest'idea è piaciuta molto e sono sicura che avrà un gran successo...VIVA IL GRANDE CLAUDIO!!!!
lulù
ke bello vedere un film con la colonna sonora di claudio!Claudio sei unico!!!
Madda
Che bello!!! Non vedo l'ra che esce nelle sale....GRazie a tutti!!!Baci Madda
doremifasol.org
...arriva la conferma Ufficiale dai giornali...
Grazie a quanti hanno avuto fiducia di una nostra News in anteprima assoluta ed esclusiva e GRAZIE anche a quanti hanno dubitato...
Ora tutti al cinema
Rita
...ok...ok...voi continuante a far BATTIBECCO...Io RESTO QUà.... SE SI DOVESSE FARE....IO SARò PAOLA...ma a prte g scherzi...anche x me nn è granchè stà notizia...eviterei volentieri...
Daniela
Mamma mia sto facendo tutti i scongiuri del caso....ma non vi viene in mente che potrebbe essere un pò sul filone di Notte prima degli esami o simili? Perchè pensate subito al peggio e soprattutto perchè parlare prima di vedere? Boh questa è l'unica cosa che non ho mai capito di questo mondo di claudio e non! Prima di un cd "e perchè fa questo cd" dopo "uh che bello questo cd!".....Esce un dvd "perchè fa questo dvd ....e poi "uh che bello questo dvd", il raduno poi....come mai...perchè...e poi uh che bello questo raduno... ! Io prima di parlare aspetto e che ben vengano tutti i cd, dvd, film, documentari, filmati, cartoni animati...ciao ci sentiamo dopo la visione!!!
Elisa
Mi sembra fuori luogo fare un film su Claudio..... contribuirebbe a rafforzare il mito... l'irraggiungibile, quando invece non lo è o quantomeno non del tutto... E poi fare un film quando è vivo e vegeto... insomma dai mi sembra che gliela stanno tirando.... NON VOGLIO CHE SI FACCIA! E poi il titolo per la serie non siamo banali che fantasia, Clà non si identifica con questo piccolo grande amore è andato OLTRE........
francesca clabber 31007
L'idea mi piace; mi pare di sentirvi dire tutti in coro " e te pareva"; Ritengo carino e apprezzabile fare un film su Claudio ,tutto poi sta nel saperlo fare questo film;per le nuove generazioni ,mi riferisco cioè ai 15enni 20enni che seguono Clà sarà un modo diverso per conoscerlo,per confrontarlo ,per capire il suo percorso,la sua evoluzione;perchè Claudio a differenza di tanti altri si è evoluto nel suo modo di fare musica e di proporla ,ha sempre cercato di riproporsi in chiave diversa,senza però abbandonare mai la sua vena romantica,melodica, ed è per questo che ha attirato ed attira a sè chiunque, di qualunque età e ceto sociale; per quelli più grandicelli tipo me ad esempio sarà un tuffo nel passato ,un riviverlo in un certo senso anche se all'epoca del Claudio diciottenne io praticamente mi affacciavo alla vita; in ogni caso l'ho vissuto qualche anno dopo ,e adesso che mi ritrovo nella fase di quella che dovrebbe essere "l'inizio della maturità"sto praticamente regredendo perchè ho riacceso un fuoco giovanile che da anni covava sotto la cenere; In ogni caso non ritengo nè compromettente per la sua immagine, nè malaugurante per la sua persona l'idea di fare un film sulla vita di Claudio; Claudio è un personaggio pubblico,di successo è un uomo che è rimasto per così tanto tempo sulla cresta dell'onda come si dice, senza dare mai scandalo di sè,senza mai mettersi in mostra più del dovuto,ha sempre accettato con galanteria le critiche rivoltegli,e se molti oggi ritengono che si sia troppo "marketizzato" è perchè preferiscono guardare a pelo d'acqua ,ma i fondali nascondono tanti tesori nascosti agli occhi di chi non vuole sondarli. Ciao Clà ti voglio un mondo di bene!
letizia
non mi pare una bella idea in verità. speriamo non sia vero. comunque non credo gioverebbe alla sua immagine..se ne dobbiamo fare un mito per forza allora.. letizia
Vale92
Che bello!! Non vedo l'ora di vederlo! Ciaooo
Sonia (Sosò)
A quanto pare c'è una mia omonima .. (E' mio il secondo post dal basso ..). Rimango della mia idea. Un film su Claudio è veramente una notizia terribile!
Camilla
ma si sa già quando dovrebbe uscire? E' per il cinema o per la tv?
rossana
....vuol dire che per una volta ci ho azzeccato???ma dai...!!!!
Sabricara
Ma si dai!Facciamo l'elenco di tutte le persone morte..mamma miaaaaaaaaaaa e vivete tranquilli!Ma che glie la state 'a tirààààà?!Io non lo so...Addirittura dire che è1notizia orribile?Non vi sembra di esagerare?Poi come sempre tutti a vedersi sto film e a dire che bella ideaaaaaaaa...allora questo sarà il non plus ultra del no sense, per citare francesco.
Francesco
Al peggio nn c'è mai fine...tra l'altro fare i film biografici su personaggi ancora in vita porta male...E' successo a Ray Charles, che ha partecipato alla realizzazione del film sulla sua vita e che è morto prima dell'uscita dello stesso nelle sale...La stessa cosa è successa al grande Giovanni Paolo II... Cmq mi auguro che sia solo una bufala...sta cosa è davvero il non plus ultra del no sense.
stellina 69
E' una notizia orribile, se e' uno scherzo e' di cattivo gusto. Claudio deve rimanere quello di sempre non ha bisogno di film per andare avanti...........
ossana
Non so perchè,ma al momento questa notizia a mio avviso stride un po!però adesso che ci penso,più che la vita di Claudio,non è che per caso vogliano realizzare dopo 40 anni "QPGA"formato film??...vista cosi',già la digerisco meglio..mah!!staremo a vedere.Ciao a tutti e bacio a Cla'.
Rita
Alò.....io posso fare Paola...tanto sono bionda..ho 20anni..canto!!!
100c
a mio avviso la notizia è terribile.....sono d'accordo con Giulio....ma Claudio lo sa di questo film? E...ha dato il suo assenso?....
eli
concordo in modo più ke assoluto con antonio!bravo
CiTo
Fantastico!!!!! Finalmente ci voleva!!!
silvia
figata,,,wowowo
Marialetizia
eh si CLA? è grande e merita tutti gli onori di questo mondo.A proposito qualcuno ha ."Ipotesi sulla scomparsa di un fisico atomico" o sa dove poterla prendere perchè vorrei vederlo grazie e ciao
Sonia
Sono d'accordo con Antonio!Claudio è grande e merita davvero tanto!
Antonio
Di solito ci si rende conto della grandezza di un'artista dopo la sua morte. Per una volta è giusto rendere gli onori ad un artista con la A maiuscola prima della sua scomparsa. Noi e moltissime altre persone sanno de lla grandezza di Claudio ma molte altre sono fermi al cantore dell'amore. Claudio è un'artista unico nel suo genere e noi viventi abbiamo avuto la straordinaria fortuna di conoscerlo. Merita un film..un canale..un giornale..tutto su di lui!!
camilla
questa poi.... sinceramente non so mica se mi piacerebbe vedere un'altro nei panni di Claudio..... Molto meglio se restaurassero la pellicola di "Ipotesi sulla scomparsa di un fisico atomico" o il film musicale di "Questo piccolo grande amore" dove c'è il vero Claudio e, nel secondo, anche la vera Paola. Quando sono stati girati non ero ancora nata :-/
Sonia
Scusate, ma mi sembra veramente una str ........ta!!!!! =(
Giulio
Oddio ma ste cose nn se fanno dopo ke un artista muore??? Poro Claudio lo vonno fa morì prima del tempo... ;) skerzo ovviamente.... Vediamo ke si inventano...
doremifasol.org