Home / Resoconti / Gli auguri di Paola Gallo

Gli auguri di Paola Gallo

Onda Quotidiana 16 maggio 2011
Cucaio buon compleanno! Io ti conosco abbastanza per sapere che con ironia sopporterai questi auguri, sorridendo della voglia che ho sempre di essere una tua piccola fan.
Del resto, sei stato il mio primo acquisto ufficiale in vinile, quando ancora gli ormoni rivoluzionari mi dividevano tra te e l’hard rock e non sei mai passato. Ammetto di averti a volte messo in disparte ma sei sempre rimasto come un sottofondo indelebile a leggere nella mia anima, scrivendo le frasi che io non riuscivo a pronunciare.
Anzi mi è capitato spesso di affidarti involontariamente l’impegno di raccontare la mia vita. Tu sei stato anche i miei primi concerti e una delle ragioni per cui da grande ho voluto fare la giornalista musicale. Come ben sai, ho avuto anche l’ardire di promettere al mondo che avrei smesso di fare questo lavoro se mai un giorno ti avessi intervistato, ma te l’ho raccontato in diretta e tu mi hai sciolto dal “voto”. Sai che non ho voluto mi pagassero per quella prima intervista? Quello non era un lavoro per me, ma una fortuna sfacciata e come avrei potuto accettare anche del danaro in cambio???? Una volta si passava solo alla storia, non alla cassa. E a proposito di cassa dal 1990 una delle frasi che più risuona e ritorna nelle mie giornate è proprio: “ed ogni giorno siamo dietro ad una cassa a dare il resto e poi sorridere”. Oltre, quel disco straordinario che ti ha fatto crescere ed io con te. Dopo quella goffa prima intervista, insieme anzi ASSIEME, abbiamo fatto live, progetti, O ‘ Scià e abbiamo condiviso tantissime parole, addirittura un Baglioni day che mi ha permesso di entrare anche nei tuoi luoghi più cari. Il regalo che ti voglio e mi voglio fare oggi è chiedere a tutti quelli che leggeranno questo articolo di postare un ricordo, un momento, una canzone, legato a te e magari legato alle tante interviste fatte insieme. Io comincio con una frase che hai voluto regalarmi e che mi porterò sempre nel cuore come un mantra. E’ allegata qui, come p.s. di questa lettera, di questo buffo biglietto di auguri.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.