Home / Stampa / Dall’alba per Baglioni e Marcorè

Dall’alba per Baglioni e Marcorè

Ieri la vendita dei 200 biglietti rimastiFan anche da Rovigo, Brescia e Bari

Porto Sant’Elpidio C’è chi al telefono ha ricordato alla gentile signorina della biglietteria di essere il nipote del questore di tal paese di tale provincia di…; chi dal Garda si è lamentato perché i biglietti non sono stati messi in vendita su Internet e alla fine ha riattaccato indispettito con la sentenza: “…e allora tenetevi stretta la vostra cerchia elpidiense”. Chi ha tenuto per mezz’ora attaccato al telefono il cortesissimo personale di Eventi Culturali e poi alla seguente raffica di no ha chiuso con “sono un’attrice, chiederò i biglietti direttamente a Baglioni!”. C’è stato però pure chi da Bari e Brescia per assicurarsi l’ambito biglietto ha preferito percorrere la corsia preferenziale del nuovo abbonamento, addirittura all’intera stagione del Teatro delle Api. Chi è partito da Rovigo e si è fatto pure tre belle orette a Villa Murri dentro l’auto circondato dalla fredda umidità del primo mattino.

Insomma è stata un’alba di passione quella vissuta ieri mattina a Villa Murri al primo giorno dell’apertura della biglietteria di Eventi Culturali per l’evento dell’anno, lo spettacolo Neri Marcorè-Claudio Baglioni dell’11 dicembre al Teatro delle Api che sta facendo sognare i fans di tutta Italia.

Per la giornata di vendita libera di ieri gli organizzatori avevano lasciato circa duecento biglietti. Il portone che dà ai locali interni riscaldati era già stato aperto alle 8. Due sole le regole: la fila autodisciplinata (a sbarrare la strada una giovane, brava e bella vigilessa) e la possibilità per ogni persona di acquistare un massimo di cinque biglietti.

Nei venticinque giorni passati, da quando era stata diffusa la notizia dello spettacolo dell’inedito duo, i telefoni di Villa Murri hanno squillato incessantemente, mattino e pomeriggio.

“Davvero un coloratissimo spaccato di tutta l’Italia” si fa scappare una operatrice tra una serie incessante di telefonate e l’altra. Da romanzo anche le storie delle persone in fila. La prima in assoluto è fermana, Maria Grazia Pierella di Fermo dalle cinque in fila davanti al portone della villa ha avuto l’onore di scegliere i migliori dei 200 posti ancora in vendita. Cinque biglietti per lei, “destinati a mia figlia e alle amiche di Pescara”.

Dietro, seconde, fans allo stato puro: Luciana, Lorena e Viviana da Ancona, capaci di raggiungere Barcellona, Madrid, Londra, Zurigo e due volte Lampedusa per sentire Baglioni. Non sono da meno i coniugi Massimo e Letizia Corrain partiti poco prima delle quattro da Rovigo per arrivare terzi nella lunga fila di Villa Murri. Anche loro con un palmares “baglioniano” di prima qualità: “Solitamente partiamo tutta la famiglia, stiamo all’estero 4 o 5 giorni e andiamo al concerto”. Simpaticissima tra i tanti in fila Maria Rita Baldi di Ancona: “Non ho detto a mio marito che sarei venuta a P.S.Elpidio, ho detto ’vado al Tbox …’ e lui ’ma così presto?….’, ’beh sai, la fila…’ gli ho risposto”.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


1 Commento

  1. ….ma a Firenze???

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.