Home / In evidenza / Anche Baglioni fa il tifo

Anche Baglioni fa il tifo

Centocelle, talenti di periferia a teatro

Il cantautore a sorpresa sabato scorso tra il pubblico del teatro San Giustino per l’iniziativa dell’assessore De Palo

di Laura Bogliolo

ROMA – Una piccola sala al buio, l’arte che si fa parola nei volti di giovanissimi pronti a scommettere sul futuro: fuori un vialone di periferia, auto che sfrecciano veloci e in lontananza l’eco del centro, le luci della città più fortunata, quella che profuma di pipa eChanel, abituata a cullare chi non ha molto chiaro cosa significhi lottare per realizzare i propri sogni.

Viale Alessandrino, sabato sera: nel teatro di San Giustino, vicino a una piccola chiesa, ci sono giovani attori sul palco. Tra il pubblico amici, parenti, famiglie con la voglia di cultura. Accanto al figlio, seduto, in silenzio, c’è anche un ex ragazzo di periferia, cresciuto tra i pomeriggi lenti e un po’ svogliati dei palazzoni grigi, abituato ai viaggi da Centocelle “verso Roma”, come chiamavano (e ancora oggi succede) il centro quelli che abitavano lontano dalla città che brilla. A fare il tifo per quelle anime che sperano in un futuro migliore c’è anche Claudio Baglioni, oggi sugli spalti, ieri, anche lui, nell’arena di chi lottava per cambiare il proprio destino. Maglietta grigia, pantaloni bianchi, il cantautore segue con attenzione Giovanni Scifoni che sul palco recita Le ultime sette parole di cristo, parla di «minestra di fede per cialtrone e strumenti antichi», strappa qualche sorriso al pubblico, accompagnato dai musicisti Maurizio Picchiò e Stefano Carloncelli.

«Baglioni si è detto entusiasta dell’iniziativa» dice poco prima dell’inizio dello spettacolo Gianluigi De Palo, assessore alla Famiglia di Roma Capitale che ha promosso giovani@teatro. «Durante il tour nelle periferie – dice De Palo – ho incontrato tantissimi giovani e mi ha stupito vedere quanti sono gli appassionati di teatro». E così, grazie anche all’assessorato alle Politiche Culturali e Centro storico e alla Sovraintendenza ai Beni culturali di Roma Capitale, il 15 maggio è iniziato giovani@teatro, iniziativa per chi cerca «eventi culturali a basso costo, anzi gratuiti: in pratica, giovani compagnie romane sono state scelte per promuovere i talenti che abbiamo in casa» dice l’assessore coi sandali. Arte e cultura gratis fino 12 ottobre in 13 teatri, da Centocelle a Tor bella Monaca.

Talenti di periferia. C’è Giovanni Scifoni sul palco, e Claudio Morici nel pubblico, direttore artistico de Lo specchio rovesciato. Al Teatro Roma, il 16, è stato messo in scena il suo Un giorno lungo un anno. E anche Morici ha la sua piccola grande storia di ragazzo di periferia. Mentre guarda stupefatto Baglioni nella penombra del piccolo teatro (nessun si avvicina al cantautore, tutti rispettano il grande mago delle note che si regala una serata in borghese), Morici mostra sul cellulare la foto di lui accanto a Peter Gabriel e racconta: «Sono sempre stato un grande appassionato dei Genesis, scrissi l’opera teatrale Naufraghi ispirata a Here comes the flood, Peter Gabriel lo venne a sapere e mi chiamò». Morici ancora si emoziona quando racconta il primo incontro con il suo idolo: «Lasciai praticamente cadere a terra il motorino, non potevo crederci: Peter Gabriel è un grande uomo, uno di quelli che ti guarda negli occhi quando parli».

Saluti tra ragazzi di periferia. Le ultime battute dello spettacolo, gli applausi, le luci si accendono. Baglioni, insieme al figlio, si allontana. Passeggia come se nulla fosse cambiato, come se quello fosse ancora il suo quartiere. L’ex ragazzo di periferia, abituato oggi a riempire gli stadi, cammina su viale Alessandrino. Passa un’auto, lo riconoscono: “Bella Claudio!” grida un un giovane. Baglioni saluta con la mano e scompare nel buio di un vialone lontano dalla città che brilla solo per pochi.

FONTE ARTICOLO


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.