Home / In evidenza / Claudio Baglioni, CiaO’Scia’

Claudio Baglioni, CiaO’Scia’

27-28- 29 Settembre 2012 -Lampedusa, spiaggia della Guitgia

Tre giorni di incontri e musica per i dieci anni di O’scia’

Una decima eccezionale edizione che si concluderà con tre giorni (27, 28 e 29 settembre prossimi) di incontri e grande musica dal vivo sulla spiaggia della Guitgia a Lampedusa, per celebrare i dieci anni di O’Scia’, la rassegna di arti e musica – ideata e realizzata da Claudio Baglioni e dalla Fondazione O’Scia’ – dedicata al tema dell’integrazione culturale e all’immagine di una delle aree più affascinanti dell’ intero Mediterraneo: l’arcipelago delle Pelagie.

E’ CiaO’scia’: un’edizione speciale di O’scia’, in occasione dei dieci anni della rassegna, ma soprattutto un’edizione particolare per intensità e profondità, che, nel riflettere sul difficile momento che attraversa il Paese, vuole affidare alla musica e alla sua capacità di “ricaricare”, trasmettere energia e voglia di ripartire, un messaggio positivo di rinascita e speranza per il futuro.

Grazie alla partecipazione di trecento grandi artisti italiani e stranieri, O’scia’ si è imposta all’attenzione dei media e dell’opinione pubblica internazionale, come la rassegna artistica a sfondo sociale più importante d’Europa. Una manifestazione unica, per il valore e la forza del messaggio, il numero e il livello delle testimonianze, l’originalità e la qualità del progetto artistico e la straordinaria longevità.
E’ questa la storia che CiaO’scia’ intende ricordare, per raccogliere i frutti di questi dieci anni di musica, impegno e sensibilizzazione e sottolineare i momenti più emozionanti e significativi dei mille incontri di cui Lampedusa è stata l’ispirazione, l’occasione e la casa, ma, soprattutto, il naturale catalizzatore che ha reso tutto possibile.

“CiaO’scia’ – ha spiegato Baglioni – vuole essere il nostro modo di dire grazie. Grazie, innanzitutto, ai lampedusani, per aver dimostrato a tutto il mondo che attenzione agli altri e rispetto dipendono dai valori che portiamo dentro, più che da quello che succede intorno a noi;

grazie agli artisti che ci hanno regalato la loro sensibilità, la loro arte, i loro pensieri e la loro voce, per aver arricchito, con la loro musica, le nostre coscienze e contribuito a illuminare la strada che ci attende;

grazie alle Istituzioni – locali, nazionali ed europee – che hanno creduto in O’scia’ e hanno sostenuto il nostro progetto, rivolgendo a questa terra e alla sua gente l’attenzione che avevano sempre meritato, ma che non erano mai riusciti ad ottenere;

grazie ai media che hanno contribuito a diffondere il messaggio di O’scia’, aiutandoci a mostrare il vero volto delle Pelagie – isole straordinarie, anche se tra le più problematiche d’Europa – che, malgrado grandi difficoltà, sono riuscite a incarnare e a suggerire un nuovo modello di società: quello di una società aperta, integrata, solidale, umana.”

“CiaO’scia’ – ha concluso Baglioni – sarà una grande festa in musica, nella quale parole, note, suoni, immagini, ricordi e riflessioni rappresenteranno la sintesi finale e il momento più alto di questi incredibili e irripetibili dieci anni trascorsi insieme.”

Articolo estratto dal Facebook Ufficiale della Fondazione O’Scià


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.