Home / In evidenza / Baglioni e Sting a Lucca?

Baglioni e Sting a Lucca?

lanazionelucca2L’INTERVISTA MIMMO D’ALESSANDRO ANNUNCIA COLPI A SORPRESA

Sting e Baglioni al Summer Festival

E si avvicina la firma per il contratto pluriennale con la città

di PAOLO CERAGIOLI

CON IL Winter Festival ormai quasi alle spalle (chiuderà De Gregori il 21 marzo) e il Summer a quota cinque date, Mimmo D’Alessandro traccia un bilancio delle sue «creature» e non solo.

Un Winter di grande successo: un’altra scommessa vinta? «Non un grande successo, di più. Sinceramente non me lo aspettavo, sento la vicinanza della gente forse anche più che per il Summer, che viene ai concerti a prescindere dal suo protagonista. Quest’anno, ma anche l’anno scorso, abbiamo avuto praticamente sempre il sold out. Piace la formula, il teatro, l’inverno, la vicinanza con gli artisti che, spesso, a fine show, si concede nel foyer, non saprei: il fatto è che la gente si fida di noi e delle nostre proposte, che sia jazz, rock, pop, musica italiana, soul o gospel. Mi sto entusiasmando e credo che nei prossimi anni il Winter possa diventare molto importante. Si può migliorare, certo, ma è una bella storia e farà sempre di più di Lucca la città della musica in tutto l’anno. Gli incontri con i musicisti, gli allievi del Boccherini sono iniziative che cercheremo di incrementare per far crescere l’attenzione sulla musica in città».

E ora il Summer: sarà un’edizione spettacolare?

«Sicuramente: in cartellone ci sono già grandissimi quali Leonard Cohen, Nick Cave, Neil Young e Mark Knopfler e una band amatissima dai più giovani come i 30 seconds to Mars. Abbiamo già venduto 8-9mila biglietti in tutto e c’è chi li ha comprati per fare i regali di Natale. Per Cohen sono già… andati 200 biglietti di primo settote, per Young sono già esauriti i pacchetti-Statua, Cave è partito benissimo, i 30 Seconds stanno spopolando. Ma non finisce qui».

E sono in arrivo altre star…

«Sicuramente gli straordinari Sigur Ros, il 27 luglio e sono a buon punto le trattative per Diana Krall e Sting, ma stiamo lavorando anche per altre band seguitissime dai giovani: The Killers, The National e i Blur di Damon Albarn, che tornano a suonare insieme. Mi piacerebbe fare anche un evento speciale, magari con Earth Wind & Fire insieme ai Chicago, oppure con i Tower of Power o lo stesso Marcus Miller, per una All-Stars Band di grande impatto».

Gli italiani?

«Uno ci sarà sicuramente. Potrebbe essere Claudio Baglioni».

Anticipazioni per il 2014?

«Adele. Elton John, Dave Matthews Band, Michael Bublé. Durante il Summer vogliamo già dare almeno un paio di date».

A che punto è l’accordo pluriennale con il Comune?

«Ci siamo lasciati con l’assicurazione che entro i primi giorni di gennaio si firmerà. Lo speriamo, per poter lavorare su migliorie logistiche e organizzative».

Concludiamo con gli auguri?

«Buon Natale e buon anno nuovo a tutti. Voglio anche ringraziare per gli attestati di stima che ricevo giornalmente dai lucchesi».

LA NAZIONE Edizione di LUCCA    (dom, 23 dic 2012)


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.