Home / Stampa / Baglioni a Cagliari per ricostruire

Baglioni a Cagliari per ricostruire

di Cinzia Marongiu

“Di musica ce n’è tanta, non perché se ne faccia tanta ma perché se ne ascolta tanta e ovunque. Viviamo immersi in una sorta di filodiffusione generale. Che so, prendiamo l’ascensore e ascoltiamo musica classica, entriamo in un negozio e c’è il sottofondo pop… Invece la musica, come tanti altri alimenti della vita, avrebbe bisogno di essere centellinata. Bisogna ascoltarla quando se ne ha voglia e non fuori contesto”. Questa la ricetta di Claudio Baglioni, interrogato sulla crisi della musica. Il cantautore romano è intervenuto al Medimex, il Salone dell’Innovazione Musicale che ha celebrato a Bari la terza edizione e il suo intervento è stato tra i più applauditi. “E poi è anche vero”, continua Baglioni intervistato da Tiscali, “che negli ultimi dieci anni non sono nate grandi rivoluzioni memorabili, non ci sono stati passaggi memorabili. E poi forse anche l’industria discografica, che sta perdendo potenzialità e potere dal punto di vista del supporto fisico, dovrebbe trovare delle iniziative che permettessero di vivere la musica non come mestiere ma come scambio culturale. E lo stesso i media: la tv ne fa tanta ma spesso la musica è solo un contorno. Una cosa è certa, però, la musica non morirà mai. È nata prima dell’uomo e sopravviverà all’uomo”.La mia voglia di stare in mezzo alla gente – Claudio Baglioni parla anche dei suoi prossimi impegni sintetizzati dal titolo del suo ultimo album Con Voi. E infatti il cantautore porterà avanti dei progetti a stretto contatto con il suo pubblico, prima in una serie di recital teatrali intitolati Diecidita, in cui da solo sul palco si racconterà tra parole e note in una dimensione più intima e profonda, e poi, dal 27 febbraio con un vero e proprio tour nei palazzetti d’Italia, in concerti-fiume dove regala al suo stermninato pubblico le più belle canzoni della sua lunghissima carriera ma anche una verve tutta nuova nell’accettare il confronto: “È vero, ma questo è un mestiere che ha senso solo quando c’è il pubblico. Con il passare del tempo a volte c’è la tentazione di separarsi un po’ dal proprio pubblico evitando un contatto troppo stretto. Invece io mi sono accorto che nel rapporto più stretto, quasi occhi negli occhi, ci sia una linfa nuova”. Una linfa che per una volta potranno ammirare anche i tanti fan sardi del cantautore, visto che nelle date del minitour Diecidita, oltre a Padova, Roma e Milano, si è aggiunta all’ultimo momento anche Cagliari, dove Baglioni si esibirà il 28 e 29 dicembre: “I proventi andranno a benefico di qualche opera di ricostruzione dopo l’alluvione che ha messo in ginocchio i tanti Comuni dell’isola”.

 

redazione

La redazione di doremifasol.org e saltasullavita.com è composta da tanti amici ed appassionati della musica di Claudio Baglioni. Un grazie a loro per il lavoro e l'aiuto apportato a questo portale - Per scrivere alla redazione usare wop@doremifasol.org - Capo Redattrice e coordinatrice: Sabrina Panfili [Roma]

Potrebbe interessarti anche:

 



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.