Home / In evidenza / Pausini, ho creduto in un sogno

Pausini, ho creduto in un sogno

laura pausini

Dall’atmosfera straordinaria ed incantevole del Teatro Antico di Taormina, Laura Pausini, nonostante la pioggia battente e dopo giorni e giorni di preparazione, ha messo in piedi, assieme al suo entourage e con l’aiuto di Giampiero Solari (direttore artistico) e di Cristian Biondani (regista), uno spettacolo incredibile, dal titolo Stasera Laura: ho creduto in un sogno.

Durante l’incancellabile serata (che andrà in onda martedì 20 maggio alle 21:15 su Rai Uno), la nostra portabandiera italiana nel Mondo, con la partecipazione di alcuni suoi amici e colleghi, si è raccontata a 360° con sincerità ed onestà al suo pubblico ed ha rivissuto il suo sogno proprio dal giorno in cui il destino ha deciso che fosse la musica la sua fonte di energia vitale.

Ebbene sì. Dopo un’emozionante introduzione di Paolo Carta, compagno dell’artista e papà della piccola Paola, che ha intonato alla chitarra le note de La solitudine, Laura ha presentato il suo pigmalione, Pippo Baudo. Il conduttore catanese, acclamato dal pubblico presente, è ritornato indietro nel tempo nel lontano febbraio 1993, ricordando il momento in cui una giovanissima e timidissima Laura conquistava l’ambito palco dell’Ariston ed iniziava la sua eccellente carriera internazionale con la canzone di “Marco”.

Oltre a Baudo, via via, sul palco del Teatro Antico, la nostra artista ha presentato anche altri ospiti ed amici. Infatti, nel corso della magica serata, si sono susseguiti: Paola Cortellesi, con la quale Laura ha scherzato e ha cantato Se non te, dedicando la loro esibizione alle rispettive figlie; Claudio Baglioni, con il quale la Pausini ha emozionato in una versione semi-acustica di Avrai; Marco Mengoni, a cui la cantante ha fatto gli auguri per la sua avventura musicale spagnola e con il quale ha duettato meravigliosamente, sia in italiano che in inglese e spagnolo, sulle note di Primavera in anticipo; ed, infine, non sono potuti mancare Biagio Antonacci per Vivimi, una Fiorella Mannoia inedita per Io canto, Raf per Mi rubi l’anima ed un omaggio al grande Lucio Dalla.

Ma non solo. Ad un certo punto della serata, dopo aver invitato di nuovo Papa Francesco ad organizzare un concerto “della Madonna” rock (Laura ha intonato Servo per amore dei Gen Rosso) e dopo aver cantanto, assieme ad alcune sue amiche d’infanzia, una delle sue più celebri canzoni, Le cose che vivi, la band della Pausini ha cambiato volto. Sono salite sul palco ed hanno accompagnato la pop star nella versione dance di Con la musica alla radio: Malika Ayane al violoncello, Emma Marrone, Paola Turci e L’Aura alle chitarre, Noemi al pianoforte, Syria alla console e La Pina con il suo rap. Il tutto per ricordare uno degli eventi più importanti degli ultimi anni: Amiche per l’Abruzzo.

Che dire. Sicuramente un emozionante, travolgente e nostalgico “one woman show”, durante il quale si è potuto, ancor più, conoscere una Laura inedita, pronta a consacrarsi anche come regina nel campo televisivo

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


1 Commento

  1. Filippo Mondello, una delle più belle voci italiane, una delle più potenti in assoluto come estensione e tono. Un grande che rimane nei cuori di chi lo ha conosciuto e lo conoscerà ora. Ti voglio un bene dell’anima amico mio!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.