Home / Stampa / Flop Baglioni a Trieste?

Flop Baglioni a Trieste?

Flop Baglioni, solo 3mila persone ma lui va avanti lo stesso

Articolo di LIBERO online – Fonte notizia

Che Claudio Baglioni sia un grande professionista non è certo una novità, ma quello che è accaduto due giorni fa a Trieste, dove faceva tappa il suo ConVoi ReTour, lo conferma ampiamente. Come riportato dalla collega de IlGazzettino.it, Elisabetta Batic, l’affluenza al concerto è stata decisamente bassa, sugli spalti del Pala Trieste ci sono state solo tremila persone, nonostante quella fosse l’unica data regionale.

Il pubblico era eterogeneo, composto da tanti cinquantenni, ma pure da una parte di giovani nostalgicamente romantici. Qualcuno sostiene che il dato sia assolutamente in media rispetto a tutti gli altri concerti, ma in Rete c’è anche chi lamenta un eccessivo costo del biglietto. In tempi di crisi come questo concedersi certi sfizi pare sia sempre più complesso. In realtà, per prendere parte al concerto si poteva scegliere di spendere dai 70 ai 25 euro e la platea (con il prezzo più alto) era gremitissima, su quelle poltrone sedevano i fedelissimi, gli affezionati che lo seguono a prescindere. Beh, nonostante tutto, il cantante ha seguito alla lettera la scaletta, cantando per quasi tre ore con la stessa carica e la stessa intensità di sempre.

Ha iniziato con Notte di Note per poi cimentarsi nelle più classiche Poster, Amore bello, Io me ne andrei, Sabato Pomeriggio, Strada Facendo. Ha concluso con Con Voi. Trentasei pezzi in tutto, come se fosse di fronte a 20-30 mila persone, numeri che in passato sono stati alla sua portata.
Non ha tagliato sulla qualità insomma, e la cosa gli fa onore. Lo avrebbero fatto tutti? Chissà… Spesso infatti, ci giunge notizia di attori o cantanti che di fronte a una platea semi vuota preferiscono battere ritirata piuttosto che ringraziare i presenti rendendo loro omaggio con la migliore delle performances possibili.

La rettifica:

Ferdinando Salzano, promoter nazionale di tutti i concerti live di Claudio Baglioni dal 2004, ha rilasciato la seguente dichiarazione e richiede pronta smentita: “Ignoro come 3.000 presenze al concerto di Trieste possano essere interpretate come un dato negativo. Com’è noto la configurazione predisposta per il concerto di Claudio Baglioni era di 3.285 posti; pertanto quello registrato lo scorso venerdì 7 novembre è un dato che sfiora il sold out. Come per altro ampiamente sottolineato in tutti gli articoli di resoconto delle altre testate (il Piccolo, Tg3, etc), pubblicati a seguito dell’evento”.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


11 commenti

  1. Che claudio è un grande non ci piove…che è fantastico non si discute..ma chi è costretto a rinunciare non è meno fan..e non perde la stima x lui..ha solo pochi soldi da spendere e tante priorità..purtroppo. Fan..non fanatici!

  2. a Padova in aprile ho assistito a Con Voi, il 5 novembre a Trento mi è piaciuto molto di più….sarà l’amore per Claudio, ma ogni volta è una nuova, grande emozione che non vorresti finisse mai….a presto per un nuovo concerto e se i prezzi sono alti……rinunciamo a qualche pizza, ma non a LUI…..

  3. e’stato un bellissimo concerto! bisogna calcolare che il giorno dopo aver cantato a Trieste era gia’ a cantare Conegliano e due giorni prima era a Padova … che mi ricordi le tappe dei concerti precedenti erano molto piu’ distanti una dall’altra e quindi il pubblico era piu’ concentrato

  4. Da vecchia fans scatenata non mi sarei persa
    Il bis a Bologna neanche morta ..però devo ammettere che i prezzi sono notevoli ed
    Un cambio di scaletta non sarebbe stata una brutta idea specie x i pezzi dell ultimo album

  5. 3000 persone su 3300 non mi pare un flop. Tra l’altro e’ nel bel mezzo di un tour che alla fine conterà oltre 60 date nei palazzetti, e circa 380.000 spettatori (a prezzi molto alti). Certo non riempe più gli stadi, ma questi sono numeri comunque notevolissimi.

  6. mha……in effetti era mezzo vuoto il palazzetto, ma e’ fisiologico apparte la gente come me, se hai visto il primo giro e non ha cambiato scaletta al secondo non ci vai, sulla professionalita’ ci mancherebbe…..

  7. ne vogliamo davvero parlare?
    Libero è Libero…..e il gazzettino….si sa!
    Ma tremila trecento persone (fonte muscatello de “il Piccolo”) vi sembrano poche per un tour così parcellizzato?
    La mia opinione è che si fanno e si dicono le cose all’italiana! Baglioni è l’unico della sua generazione che offre uno,spettacolo così, parliamoci chiaro, e allora bisogna demolire…..avvilire, svilire…..in un’epoca si crisi come questa….l’unico sogno è l’unico a ricostriuire rimane lui….senza passati border line (e neanche tanto border line) alla Vasco Rossi, che adesso si permettono di fare gli opinionisti, avendo trascorso la gioventù a botta di droghe e alcool……Claudio non è così.

  8. Presente al “Con Voi” e “Con Voi ReTour” a Padova ed è stato fantastico…infine sabato scorso anche la tappa a Conegliano…in tanti a cantare ed applaudire…E Lui il “grande Mago” ha incantato il pubblico!!!

  9. Diciamo che chi è andato la prima volta fa fatica a spendere ancora x un bis..i prezzi sono troppo alti e in tempo di crisi si deve scegliere e a volte purtroppo rinunciare.

  10. il tour è alla seconda parte..di concerti ne ha fatti molti in giro…credo Lui sappia benissimo che sia normale…pure a Mantova era così ma è stato fantastico!!

Rispondi a patrizia poesio Cancella Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.