Baglioni Notebook

03\11\2015 Guarisci presto Claudio

Gola a microondee fiacca olimpica.

Tre giorni con l’influenza.

Che bello quando mi succedeva

parecchi anni fa.

Potersene stare in casa

senza scuola e doveri

al riparo protetto curato

in un nido di letto

la serranda coi tagli di luce

il bicchiere dell’acqua e un fumetto.

Ancora più bello se poi capitava

in occasione della mostra dell’elettronica

all’Eur e in televisione

per la sola zona di Roma

una settimana di film la mattina.

La tv in quegli anni era poca

e prima di pranzo

addirittura un miracolo.

Adesso c’è sempre

il giorno e la notte

e io la tengo accesa

a basso volume.

Sto sul divano di una piccola stanza

come fosse un rifugio

e guardo fuori dalla finestra che è in alto.

Nel rettangolo un tuttoceleste

con passaggi di gabbiani corsari

e una gru che sembra reggere il cielo.

Ogni tanto un suono

una voce

un commento

m’incuriosisce lo sguardo

e butto là un occhio sul monitor 16:9

e alle notizie ultim’ora.

Mafie pizzo veleni estorsioni

falsi invalidi razzie corruzioni

malattie povertà evasioni

ruberie truffe malversazioni.

E allora torno come un esule vinto

a osservare quel quadro sanato

dove pare non esistano guasti.

Ora c’è qualche nube anche lì.

Ma in un ultimo colpo di tosse

sento che già domani andrà meglio.

Molte notti servono a questo.

Nei contorni più scuri

si vedono meglio i confini.

Si separa la luce dal buio.

Si riflette un bagliore di idea.

Prima a leggere le vostre parole

mi sentivo pian piano guarito.

Avete da esserne fieri.

Dite cose di senso e di cuore.

Cose di cui

in questo tempo a rovescio

a volte ci si vergogna.

Roba logora e vecchia

secondo più di qualcuno.

Ma sono pensieri e considerazioni

che sciolgo nell’acqua

e sanno di buono e di piccola gioia.

Di arancio limone citrato frizzante.

Così è quasi un regalo ammalarsi.

Come quando per sentire se ancora stai male

un fresco di dita ti carezza la fronte.

Dal facebook ufficiale di Claudio Baglioni




The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

17 Commenti

  1. GRANDE CLAUDIO MI RACCOMANDO GUARISCI PRESTO…TU SEI TU LA COSA BELLISSIMA CHE CI FA AFFRONTARE
    OGNI GIORNO NUOVO CON UN SORRISO. MI CHIEDO SEMPRE COME FAI A FAR SI CHE OGNI SITUAZIONE
    CHE TU RACCONTI SIA UNA POESIA….PERFINO UNA INFLUENZA…SEI SUPER E IO TI VOGLIO UN MONDO DI BENE
    BACI BACI BACI

  2. carissimo …quel palmo di mano ancora mi tocca la fronte.. non è più vigile ,meno attenta ma c’è… e questo mi fa sentire un po’ bambina a volte.. ma spesso penso al futuro lontano e rabbrividisco un po’ …dicono che è la vita …chissà!
    un caro abbraccio Claudio a te che riesci a fermare il tempo e a volteggiare …e a farci volteggiare !
    a te gratitudine infinita! con affetto grandissimo

  3. Caro Claudio,
    ogni volta che leggo le tue parole, ogni volta che ascolto la tua voce (nessuna esclusa!) mi emoziono …
    Brividi sulla pelle e lacrime affiorano nei miei occhi …
    Come fai a scrivere così?
    Grazie. Grazie di cuore.
    Curati e rimettiti presto.
    Ti voglio bene. Ogni giorno di più 🙂

    Sonia

  4. Ciao Claudio,
    Come fai a scrivere cose così emozionanti anche influenzato ? guarisci presto… Abbiamo bisogno della tua bellissima VOCE!!!un bacio ❗️

  5. Che meraviglia quando negli ultimi giorni dell influenza scoprivi ancora di avere qualche linea di febbre e di poter saltare la scuola anche il giorno seguente! Bei tempi perduti, caro Claudio…buona guarigione e grazie per essere così stupendo in ogni circostanza! !!

  6. CIAO CLAUDIO, MI SPIACE VERAMENTE TANTO SAPERE CHE NON STAI BENE. . .È VERO, SONO PURTROPPO MALANNI DI STAGIONE MA TANTE, TROPPE VOLTE ESTREMAMENTE FASTIDIOSI E NOIOSI DA CURARE! ! ! ! TI CHIEDO UNA SOLA COSA E TE L’HA CHIEDO CON IL CUORE:RIGUARDARTI E ABBI CURA DI TE SEMPRE! IO TI ADORO CARO CLAUDIO E DESIDERO SAPERE CHE STAI BENE. . . .QUINDI TI RIMANE UNA SOLA COSA DA FARE:POLTRIRE , RIPOSARTI E CURARTI AL MEGLIO! ! ! TI POSSO CONFIDARE UNA COSA? ? NON SAI QUANTE PERSONE (IO X PRIMA) VORREBBERO POTERTI STARE VICINO, VORREBBERO PRENDERSI CURA DI TE, VORREBBERO ADDIRITTURA RISCHIARE DI FARSI TRASMETTERE I TUOI MALANNI SOLO X AVERTI VICINO. . . . . RIGUARDARTI CARO CLAUDIO, VOGLIO QUANTO PRIMA SAPERTI NUOVAMENTE IN FORMA SMAGLIANTE. . . .UN’ABBRACCIO DI CUORE. .BUONA VITA CARO CLAUDIO!

  7. Mi sono commossa quando ho letto dei film che vedevi da piccolo in occasione della mostra dell’Eur, ho ricordato di colpo quando anche io li vedevo a Bari in occasione della fiera del levante era una settimana speciale allora la mattina alle 10 correvo ad abbassare la tapparella con il sole che filtrava dai buchini e sedevo sul tavolo con i piedi sulla sedia e mi godevo i più bei film che non scordero’ mai.Buona guarigione amico caro e goditi il tuo riposo.

  8. quando trovi dentro di te sempre la voglia il bisogno di trovare il lato positivo nei momenti difficili è già guarire ,un bacio

  9. Caro Claudio,
    sei fantastico anche da ammalato… ci fai amare anche l’influenza… Grazie.
    Capisco il tuo dolore per la perdita di Zia Iolanda, anche io ho una zia di 93 anni che adoro e che vorrei eterna…
    Ti abbraccio,
    Gigliola

  10. Sei un poeta incredibile,anche con l’influenza!È vero,quando si andava a scuola,era un piacere avere un po’ di febbre,era l’unico modo per restare a casa,protetti,coccolati….che dolci ricordi,Claudio!Ti auguro di guarire in fretta(purtroppo siamo cresciuti,nel frattempo)e ti abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button