Home / Baglioni Notebook / 04\11\2015 Baglioni autocertifica guarigione

04\11\2015 Baglioni autocertifica guarigione

Autocertifico la mia guarigione.Ho premuto il pugno su entrambe le guance

e deciso ch’era tutto passato.

La febbre per altro non l’ho avuta mai.

Solo un invaso di molle stanchezza

da tutte le parti

e un bel mal di gola

nuovo rosso fiammante.

Noi del Toro dobbiamo conviverci.

Oltre ad essere piuttosto avvenenti

– per via del protettorato di Venere –

siamo legati a difetti e virtù del di noi gargarozzo.

E tra colli slanciati da cigni

ingordigie di cupi avvoltoi

e ugole da dolci usignoli

dobbiamo sempre tenere di conto

faringe, laringe, trachea e due corde vocali.

Per un cantante la voce

è come per una lucciola

la vivida luce.

È croce e delizia.

Lo strumento più fragile.

Il più difficile da intonare.

Il più facile da rovinare.

Per questo si ha sempre il dannato timore

di restare senza

e si prova a veder di continuo se c’è.

Prova tu a star vicino vicino ad un canterino.

Sentirai grugniti raschi strilli ruggiti

mugolii miagolii strepiti abbai

ringhi sberci guaiti latrati

cinguettii barriti ragli nitriti

belati grida muggiti

pigolii gracidii squittii ululati

starnazzi schiamazzi ronzii.

Una vera antologia di versi.

In pratica la versione completa

de La Vecchia Fattoria.

Ma tra noi del mestiere

con un pizzico di nobiltà

li chiamiamo però vocalizzi.

Dovunque uno sta

con chiunque si trovi

l’importante è provarli con la faccia distratta

l’espressione furbetta del ventriloquo scarso.

O di chi ha fatto una puzzetta imprevista.

Ogni tanto mi scopro ad emettere strani suoni

e gemiti e urli anche quando

non sono in modalità lavoro.

Ormai è dentro di me.

E non dite che sento le voci!

È che ho paura di sentirne la perdita

e la tremenda mancanza.

Qualunque sia la voce

piena squillante argentina

vellutata stentorea flautata

roca stridula bassa sensuale

viva mezza alta grossa

nuova bianca tonante sommessa

di popolo o di Dio

del padrone

del cuore

del sangue

del silenzio

della coscienza

della ragione

della verità

nel deserto

nel buio

messa in giro

in capitolo

in bilancio

di entrata o di uscita

attiva o passiva

che si leva

o che si è sparsa

che corre

che va veloce

che sia sotto

o che sia un filo.

Che la voce sia con noi.

Ti saluto così.

La prossima volta

spero di dirtelo a voce.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


13 commenti

  1. parafrasando Vasco (e non me ne vogliate eh)…VIVA CLAUDIO BAGLIONI

  2. CLAUDIO LA TUA VOCE LE TUE CANZONI LA TUA MUSICA LE TUE POESIE,SONO LE COSE CHE
    CI AIUTANO A SUPERARE QUELLO CHE DI BRUTTO POPOLA IL MONDO ….GRAZIE CLAUDIO PER TUTTO
    E MI RACCOMANDO RIGUARDATI ……

  3. Elisabetta Principe

    Sommo Poeta……..sicuramente le tue canzoni , patrimonio inestimabile, oltre ad essere compagne di vita di noi baglioniani diverranno opere da studiare che potranno testimoniare che in un tempo come il nostro, cinico e superficiale, ci sei tu , l’accezione che ci fa sperare nel trionfo dei buoni sentimenti, della cultura, della poesia pura …………Claudio sei l’incarnazione del paladino che può salvarci dal cinismo e dalla superficialità che ci circonda….Grazie…Grazie

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.