Home / Baglioni Notebook / 30\12\2015 Nota di Claudio Baglioni 

30\12\2015 Nota di Claudio Baglioni 

Un crepuscolo a strisce perfetteparallele di luce e colori sull’orizzonte.

Trovarsi di fronte a una scena saputa

una di quelle più familiari

e distinguerne i cambiamenti

più impercettibili e occulti

è già come fare un piccolo viaggio.

Ma viaggiare davvero è un’altra faccenda.

Quali altri tramonti potremmo adorare?

Se poi si potesse viaggiare nel tempo

allora sì che sarebbe parecchio esaltante.

Si dice che a muoverci noi

lui passa più lento.

E tu dove andresti?

Tra ciò che c’è stato o in quel che sarà?

Il tempo è sempre il mistero più grande.

Passato, presente e futuro.

La distinzione tra loro

qualcuno ipotizza sia solo illusione.

Sarebbe come un unico fiume di attimi

a flusso continuo

o a successione di eventi.

La sorgente il futuro.

Il corso il presente.

La foce il passato.

Per visitare altre epoche

vuol dire che ogni istante già esiste.

E tutti i momenti sono un solo momento.

Come un rio congelato.

Ma si può andare indietro?

Il tempo per nostra esperienza

ha un verso soltanto.

Una freccia scagliata da un arco

quattordici miliardi di anni fa.

Il grande sparo. Il Big Bang.

Una polvere di nuvole e gas

e poi le galassie e le stelle.

Da un nulla ordinato a uno splendido caos.

In continua espansione.

Ma se ha avuto un inizio

avrà pure una fine?

Come ghiaccio che liquefà

come fumo che si disperde

un giorno il tempo non avrà più significato.

Intanto noi pur non sapendo cos’è

ci accontentiamo di misurarlo

per farlo girare uguale per tutti.

L’orologio che lo fa più preciso

ha un atomo freddo di cesio

che vibra miliardi di volte

secondo dopo secondo

e canta il ticchettio madornale dell’universo.

Adesso provo a sincronizzare il cuore

e torno a guardare il passato del cielo.

Un sogno di adesso

forse sarà la realtà di domani.

Max Sott

Uno dei tanti Amici che condivide la propria passione CON-VOI!

Potrebbe interessarti anche:

 


13 commenti

  1. Io? Io andrei a New York…
    Anche se il mio cuore è a Vienna…
    Il tempo…
    Attimi infiniti di eternità…
    E’ uno sguardo…
    scintille di infinito…
    gratitudine di vita…
    Un battito… il suo nome……. Clementeeeeeeeeeeeeeeeee
    sono tristeeeeeeeee. ti voglio bene. domani mattina alle 10:30 sto a lavoro… vienimi a trovare… botteghino di fronte al bus 40. stazione termini.
    Buon 2016 a tutty!
    Che tutty i sogni più belli diventino realtà! 🙂

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.