Home / In evidenza / I Capitani Coraggiosi si fanno in tre

I Capitani Coraggiosi si fanno in tre

Claudio Baglioni e Gianni Morandi, i Capitani Coraggiosi si fanno in tre
Riparte il progetto dei due big della canzone italiana: e questa volta c’è un tour in tutta Italia, un doppio album live e anche una trasmissione radiofonica. Tgcom24 li ha incontrati

video

Ritornano i Capitani Coraggiosi. Dopo i 12 concerti all’Arena del Foro Italico di Roma dello scorso settembre, Claudio Baglioni e Gianni Morandi si apprestano a portare il loro spettacolo in tutta italia. Ma non finisce qui: il 5 febbraio uscirà un doppio live e per 5 serate saranno in radio con una trasmissione loro. “Ci manca solo la vacanza insieme – dice Baglioni a Tgcom24 – ma ci siamo promessi che nei nostri prossimi dischi collaboreremo ancora”.

Che il progetto “Capitani Coraggiosi” non si potesse fermare alle date sold out di Roma e alle due prime serate su Rai Uno era evidente. Ma forse nemmeno Baglioni e Morandi si sarebbero aspettati che il raggio d’azione si potesse espandere così tanto. L’album “Capitani coraggiosi – Il live” è il primo step, ma poi prima di partire per le 19 date del tour c’è anche la trasmissione “Radiocapitanicoraggiosi”, in onda per cinque venerdì su Rtl 102.5: due ore in diretta in studio per raccontarsi anche grazie all’intervento di ospiti speciali.

Ma chi andrà a vedere lo spettacolo si dovrà aspettare qualcosa di diverso rispetto a quanto visto al Foro Italico? “Sicuramente qualcosa cambierà perché quello era uno spettacolo concepito su quello spazio, un’arena all’aperto – dice Morandi -. Ora cambia un po’ la prospettiva”. “Andremo nelle maggiori arene al chiuso e quindi ci vuole un riassetto – aggiunge Baglioni -, ma il punto di partenza, a partire dalla band, è quell’esperienza, che ha avuto tanto gradimento”.

Uno dei possibili cambi riguarderà la scaletta. Alcuni pezzi che erano stati messi da parte (e che si possono vedere nel dvd che riprende le prove del concerto allegato all’edizione speciale del doppio live) potrebbero rientrare… “Abbiamo riascoltato quelle versioni dei pezzi – spiega Baglioni – e ci siamo accorti che possiamo qua e là inserire delle novità”.

Partito nella primavera scorsa, il progetto è cresciuto cammin facendo, lasciando ai due protagonisti qualcosa di importante. “Confrontarmi con il repertorio straordinario di Claudio mi ha arricchito profrondamente – dice il cantante bolognese -. Un conto è conoscere le canzoni, un conto affrontarle come interprete, scopri qualità che ti erano sfuggite. E poi mi ha arricchito il rapporto stesso con Claudio: ho conosciuto una persona attenta, generosa e molto rispettosa nei confronti del suo socio”. Anche Baglioni si porta a casa un qualcosa che arricchisce il suo giù nutrito bagaglio professionale. “Prima eravamo amici, adesso lo siamo diventati – aggiunge Baglioni -. Grazie al nostro rapporto ho imparato che va bene essere esigente e puntiglioso ma è bellissimo essere come lui, che lancia il cuore oltre l’ostacolo ed è vivacissimo senza essere troppo attendista”.

Una collaborazione tanto stretta quanto ampia, che però, al momento, ha partorito a livello di brani inediti soltanto la canzone che dà il titolo al progetto. “In realtà molte di queste canzoni sono talmente riarrangiate che diventano quasi inedite – dice Morandi -, hanno recuperato una sensazione di attualità che in qualche modo avevano perso”. Su questo Baglioni lascia uno spiraglio per il futuro. “In realtà ci avevamo anche pensato – spiega -. Però ci siamo fatti una promessa: il giorno in cui ognuno di noi realizzerà un album l’altro collaborerà. Così verrà fuori il musicista e, secondo me, il grande compositore che è in Morandi”.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


12 commenti

  1. Santino, grazie davvero di cuore.
    E’ bello leggere le tue considerazioni, sono un bellissimo regalo perchè io cerco sempre, pur esprimendo le mie perplessità, i miei dubbi e a volte anche le mie critiche di non mancare mai di rispetto all’artista e all’uomo che ci ha dato tanto di sè con le sue canzoni…dentro tutti noi c’è “un po’ di lui”…
    A giugno, quando è stato presentato “Capitani Coraggiosi” proprio qui avevo gìà scritto alcune cose, oggi però possiamo solo “essere felici” dell’entusiasmo, dell’energia e della voglia di Claudio di non “smettere di trasmettere”…
    E io sono anche molto contenta di poter condividere i miei pensieri con un “baglioniano” come te, così brillante e gentile.
    Tutto in un abbraccio.
    Narda

    • gentilissima Narda, ti ‘rispondo’ -chiedendoti scusa per la brevità- allo scopo di farti sapere che ho letto e molto molto gradito e apprezzato.
      A presto.
      con simpatia stima gratitudine affetto
      Santino(Ts)

  2. Claudio, Gianni siete fantastici! A presto un forte e strettisimo abbraccio

  3. per Patricia Dunn….meno male che sei contenta,ennesimo album live inutile e mi dici cosa c’e’ di inedito in questo disco e questo tour.Sempre le stesse canzoni da 10 anni a questa parte.Io il disco lo lascero’ volentieri negli scaffali.La discesa di Claudio ormai e’ inarrestabile.Che tristezza!!!

    • La mia critica è rivolta alle recenti (soprattutto recentissime) scelte di Claudio sul piano dell’immagine pubblica e delle collaborazioni, ma sbagli di grosso a ritenerlo da tanti anni insignificante se parliamo di canzoni scritte. ConVoi è un album molto valido (nel complesso superiore a “Sono Io-L’Uomo della Storia Accanto”), contenente brani all’altezza del miglior Baglioni e almeno due capolavori : “Dieci Dita” e “In Un’Altra Vita”. Molto belle, suggestive, ispirate anche “Isole del Sud”, “Gli Anni della Gioventù”, “E Noi Due là”, “Una Storia Vera”, “Va Tutto Bene”.
      Inoltre, parlando di ultimi 10 anni, merita sicuramente menzione “Niente Più”.
      st.no(ts)

  4. Bravi ragazzi!!!! Godetevi questa particolare “gita scolastica” insieme,, vivete la vostra amicizia, divertitevi e fateci divertire e sognare!!! Nella vita avvengono sempre dei cambiamenti ci si evolve e soprattutto si deve avere il coraggio di seguire il proprio istinto e sperimentare qualcosa di nuovo e di inedito. Io sto con voi, tutto è dinamico e non statico, e voi due siete veramente tanto dinamici!!!! Aspetto il 5 febbraio per il CD e poi il concerto per applaudirvi, diventare afona per alcuni giorni, e saltare sulla vita insieme! Vi abbraccio con affetto e simpatia. Buona fortuna. Patricia

  5. Insieme sul palco sono stati eccezionali..si sono amalgamati e ne è venuto fuori un grande spettacolo..insieme in un album inedito..mah..qualche perplessità c é..però conto sulla capacità di Claudio di far suo ogni pezzo..e se lui afferma che si può fare..be io gli do fiducia. Evviva!

  6. “Però ci siamo fatti una promessa: il giorno in cui ognuno di noi realizzerà un album l’altro collaborerà. Così verrà fuori il musicista e, secondo me, il grande compositore che è in Morandi”.
    Mah… Claudio sono quarant’anni che scrive musica e testi che possono anche essere stati quasi sempre sublimi, qualche rara volta meno, ma sempre proposti con la propria faccia e le proprie mani.
    Morandi…
    Riempiteli voi quei miei punti sospensivi, sperando che poi lo faccia anche Morandi.

    • Morandi? Basta il nome….una garanzia! Un grande interprete delle proprie canzoni e non….e non è da tutti! L’abbiamo visto e soprattutto sentito! Grazie Gianni!

    • Solidarietà e condivisione della tua amara perplessità, Renato.
      Definire Morandi ‘compositore’ è assurdo, e qui non c’entra più la gentilezza e la generosità di cui sappiamo Claudio essere ampiamente sano portatore.
      Peccato per questo finale di carriera rovinato.
      Io già all’epoca di Anima Mia manifestavo sconcerto, ma credevo fosse un’eccezione, un perdonabilissimo passo falso.
      Credevo di potermi sempre e comunque consolare col vero profondo Claudio, quello che risiede nelle sue canzoni, i suoi album…ma adesso il virus morandiano minaccia di inquinare pure quelli.
      Sono triste, non arrabbiato.
      st.no(ts)

      • Renato e Santino leggere le vostre perplessità esposte in modo così lucido e misurato mi consola molto.Grazie.
        Ieri sera pensavo di essere una marziana perchè, finita la conferenza stampa, mi sono chiesta dove porterà questa collaboarazione.
        lL’avventura estiva è stata divertente, Claudio canta le canzoni di Morandi benissimo, Morandi rende più leggere e scanzonate alcune canzoni di Claudio, poi lo spettacolo è sempre entusiamante, il tour nei palazzetti è un passaggio obbligato, ma il resto…
        Non commento il siparietto delle “bomboniere” ma è il sintomo di un cambiamento che non so dove porterà…sentire poi che collaboreranno ai rispettivi album di inediti mi ha davvero fatto pensare a quanto sono diversi…Morandi un bravo interprete, Claudio un mago con le parole, un poeta, e un compositore sublime…Con Voi ha delle canzoni bellissime….e tutto il suo repertorio è talmente bello che servirebbe più di una vita per raccontare l’incanto…
        “contenti loro…contento Claudio”…contenti anche noi…per l’affetto che proviamo per lui deve essere così ma i dubbi e le domande restano tante…
        Tutto in un abbraccio e grazie di cuore per queste “chiacchere” sempre costruttive…

        • Grazie a te, Narda.
          In sostanza mi sento di sottoscrivere il tuo commento/replica.
          Mi era già piaciuta la tua testimonianza sul raduno, pur non condividendo l’entusiasmo per l’ingresso di Morandi in un contesto così intimamente baglioniano.
          Ho notato che citi spesso “Tutto in un Abbraccio”, canzone meravigliosamente crepuscolare(gozzaniana, come ebbi a dire anche in questa sede) che pure io amo molto.
          Nelle tue parole c’è sempre affetto sincero e amabile delicatezza, partecipazione intensa ma non fanatica, capacità d’analisi e apprezzabile umile spirito critico, dolcezza e onestà.
          Grazie ancora, ciao.
          St.no (Ts)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.