Home / Capitani coraggiosi / Padova, dopo il concerto il caos nei parcheggi

Padova, dopo il concerto il caos nei parcheggi

Morandi e Baglioni, dopo il concerto il caos nei parcheggi
Le sbarre del park a pagamento sono state forzate dai vigili urbani all’1.45: auto bloccate, panico tra la gente

PADOVA. Caos nel parcheggio della Fiera alla fine del concerto di Gianni Morandi e Claudio Baglioni venerdì sera.
In molti sono rimasti chiusi dentro il parcheggio per oltre un’ora. C’è stato qualcuno che è andato nel panico. Già all’una di notte sono state chiamate le forze dell’ordine, polizia, carabinieri e vigili urbani.
Le auto della gente che aveva assistito al concerto sono rimaste intrappolate nel parcheggio della fiera per oltre un’ora per via della sbarra che funzionava a singhiozzo e che comunque rallentava in maniera importante il deflusso.
All’1.45 sono intervenuti agenti della polizia municipale che hanno forzato la sbarra del parcheggio Aps e hanno fatto uscire tutte le auto.
Un brutto biglietto da visita della Fiera verso quanti sono arrivati da fuori città e non sapendo dove lasciare la macchina l’hanno lasciata nei parcheggi a pagamento Aps.


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


1 Commento

  1. Il solito modo di gestire i parcheggi da parte di APS , alla quale interessa solo ed esclusivamente raccattare i soldi e infischiarsene poi degli n automobilisti.
    D’ altra parte in Prato della Valle (ex Foro Boario) e la stessa cosa . Basti vedere quando alla domenica pomeriggio vai a pagare per ritirare L auto e ci si deve sobbarcare sia la fila lunghissima per pagare il biglietto alla casse automatiche, e, L’ altrettanta fila di attesa per poter poi uscire dalle sbarre che rallentano in maniera esagerata il deflusso delle auto.
    Vergogna APS.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.