Baglioni NotebookCapitani coraggiosiIn evidenza

19\03\2016 Nota di scuse di Claudio Baglioni 

L’altro ieri scrivevo dell’arrivo a Torino.
Del fascino magico e unico
aristocratico e insieme operaio
che la fa capitale tra le capitali del mondo.
E del suo essere capitale per le mie storie.
Prima in tante occasioni di vita e di musica.
E citavo sbagliando l’arena del PalaRossini
al posto del nome corretto che è PalaRuffini.
Chissà perché mai ho equivocato col nome
del grande compositore di Pesaro?
Forse perché venivo proprio da quel concerto
e perché nella nota facevo pure riferimento
all’opera lirica e un parallelo col melodramma.
E anche perché mi frullava nella capoccia
la celebre aria scritta da Gioachino Rossini
che canta Rosina ne Il barbiere di Siviglia.
“Una voce poco fa”.
Nome omen. Nel nome un destino.
In tutti i significati.
Ieri infatti la mia propria voce poco ha fatto.
Nel senso che non era al solito massimo.
Ma quella poca che c’era ce l’ho messa tutta.
E così pure i denti, le tempie, i polmoni.
Con un vulcano in gola e la morte nel cuore.
Perché non potevo fare di più.
Perché speravo di poter compiere un prodigio
e ritornare al meglio consueto in un istante.
Alla fine avevo le corde vocali a brandelli
ma non ho tolto un frammento dallo spettacolo.
Grazie al sostegno fantastico di capitan G
che non ha smesso un secondo di caricarmi
e ai musicisti e coristi che ci han dato dentro
bravi come sono ogni sera e di più.
Soprattutto però l’impresa l’han fatta coloro
– i diecimila ch’erano lì –
che con un affetto e una partecipazione
che mai scorderò
hanno unito la loro emozione alla mia
in un canto potente e meraviglioso.
E un boato finale da brividi e decibel.
Una voce poco fa.
Ma tante fanno miracoli.
Ho provato notte mattina e pomeriggio
a sentire io stesso come stavo di voce.
Piccoli e timidi approcci portati
tra speranza e disillusione
per capire a che punto eravamo
la mia ugola e io.
Il medico saggio e sapiente
dice chiaro che occorre fare uno stop
e passare una mano.
Altrimenti si rischia di perdere tutto.
E siccome io non voglio bleffare
e ricorrere a un asso di più nella manica
di tecnoespedienti e surrogati canori,
ho dovuto abbassare la testa
perché a decidere poi fosse lei
e non il cuore che non voleva mollare.
Piuttosto che fare male o persino far finta
ho scelto perciò di non fare
anche se capitan G e tutta la compagnia
erano pronti a dare battaglia.
Ai diecimila di questa serata voglio dire
perdono e arrivederci a tra un mese.
Per il bagaglio di tutti questi anni
so che un incontro rinviato e recuperato
è addirittura più intenso e più bello
perché è come promettersi ancora
e ridarsi un appuntamento vicino.
E vengono fuori i concerti migliori.
Vi chiedo scusa già ora se comincerà
con un mese di ritardo.


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

36 Commenti

  1. Mi dispiace ..
    Mi dispiace che sia successo qui..a Torino..
    Ma nello stesso tempo tutto questo ti rende ancora più umano..ancora di più di quanto già tu lo sia..
    E poi significa che passerai un giorno in più con i tuoi “avi” taurinensi..
    Spero di non averti “gufato” il male alle gola..
    Ti avevo augurato, in queste pagine, un pò di vento amico, una carezza al tuo viso portata dalla fredda brezza della sera di questa città che sta ai piedi dei monti.. Siamo così noi PIE MONTEsi..a volte dicono portiamo sf…
    Ma siamo anche magi o meglio magici..e prometto per i prossimi tuoi giorni , su al nord, tempo clemente..
    Nel frattempo ti penso.. mi raccomando aspetto la foto con la coperta sulle ginocchia e chili di miele !
    Sono tanti i cuori che ti dedicano un loro battito.
    E questo, tu lo sai, è la medicina migliore.
    Buona guarigione con una notte di coccole e riposo..
    Questa sera niente vento che porta carezze.
    Solo un forte battito del mio cuore che arrivi al tuo e che ti sia un pochino di consolazione.
    Ti voglio ancora più bene.
    Claudia

  2. Felice di esserci,ieri sera a Torino, comunque.
    Davanti finalmente per poter rubare non solo note ed emozioni
    Ma anche rughe ed espressioni
    Avrei voluto essere un mago od una fata e farti star meglio
    Perché sei generoso e professionista serio e quello che stava peggio era il tuo cuore e non la voce
    Che anche se bassa ed a tratti spezzata arriva calda e forte all’anima, sempre
    Tra “quelle” sotto il palco mi sono ritrovata a cercare per un attimo il tuo sguardo e la tua mano
    Forse il primo ho incrociato, per frazione di secondo o forse no, mi è solo parso
    la timidezza è stato il freno che mi ha impedito di richiamare la tua attenzione.
    Ti auguro buona vita e buona guarigione (e da medico lo dico, il viso ha tradito prima della voce e non sai quanto mi sia spiaciuto vederti così)
    E la prossima volta ….chissà se riuscirò a conoscerti anche solo per un attimo…il sogno di tanti lo so
    Ma i sogni non devono morire mai, no?

  3. Caro Claudio sei veramente un grande uomo…..io ho avuto la fortuna di assistere al concerto….ti ho sostenuto ….ho cantato….ma con la morte nel cuore….tre ore di sofferenza….questo concerto lo porterò ‘ nel mio cuore….Auguri per la tua guarigione TVB un forte abbraccio

  4. Claudiooo io ieri sera c’ero e se non avessi detto che eri febbricitante non me ne sarei accorta…tanto la tua voce era fantastica come sempre…Certo stasera avrei replicato volentieri….accompagnavo una mia carissima amica con la quale non abbiamo mai mancato un tuo concerto e che da circa 10 anni purtroppo non può più cantare e muoversi al suono della tua musica x un problema di salute…Sicuramente ci saremo ad aprile!
    Tu cura le tue corde vocali!! A presto per nuove emozioni e complimenti anche a Gianni: siete unici!! Un abbraccio Daniela

  5. Ciao Claudio, ti seguo da quando ragazzina, circa quarant: annii fa , ho ricevuto in. regalo da mio cugino una musicassetta con alcune delle tue prime canzoni registrate ..e da allora sei stato il mio idolo , tanto che le mie figlie dicono che le ho cresciute a pane e Baglioni ! Ieri sera ero al concerto e ho assistito con tenerezza ai vostri duetti che esprimevano tanta complicità, rispetto e tanto Affetto. .e questo mi ha molto molto emozionato. Auguri per una immediata guarigione! !!! Complimenti per la tenacia. .ms non esagerare. ..riguarda ti !!!! Al prossimo concerto. Un abbraccio! !

  6. Carissimo Claudio il dispiacere è grande saperti ammalato ma è più sapere che guarirà presto e darai il meglio di te ti abbraccio forte spero d’incontrarti presto per emoziarmi ascoltando la tua voce a presto e buona guarigione

  7. Caro dolce Claudio non ti devi scusare con noi, ti vogliamo bene. Anche quella volta che ti sei fatto male , scusa ma non ricordo esattamente l’anno, ricordo che il concerto a Varese era a dicembre ed e’ stato spostato dopo più. Di un mese, ti abbiamo aspettato ed e’ stato bellissimo ascoltarti quella sera. Ciao buon riposo e curati. Un abbraccio. Ciao

  8. Claudio, caro claudio, mi dispiace amico mio! Sei un grande uomo, generoso come pochi, modesto come pochissimi. Tutti noi ti amiamo per questo ed apprezziamo moltissimo la tua sincerità!
    Abbi cura di te, noi ci vedremo presto e sarà bellissimo! Un abbraccio stretto stretto mio mitico capitano

  9. Caro Claudio, grazie per le emozioni che nonostante la tua salute precaria hai saputo farci provare anche ieri sera….. è stato bellissimo poter cantare forte insieme, tutti quanti uniti a te per supportarti.
    Sei unico e unici come sempre sono i tuoi concerti sotto ogni punto di vista.
    Guarisci presto splendido capitano!!!! ❤❤❤

  10. Carissimo Claudio ti devi riposare e
    non ti devi scusare con nessuno
    non e’ per piacere che non hai cantato
    ma perché’ rischiavi troppo
    Io ti conosco abbastanza bene
    una sera di tanti anni fa ad un concerto
    a Lampedusa in coppia con Fiorello
    Hai cantato sotto la pioggia con la febbre alta.
    Quella sera avevi la febbre ma avevi la voce.
    E hai cantato tutta la serata sei stato fantastico
    penso penso che al prossimo concerto recuperai alla grande.
    Capisco a te dispiace molto ma non e’ stato un capriccio
    Curati e poi canterai meglio di primati voglio un mondo di bene…buona notte …Mari

  11. Eh si mi è dispiaciuto arrivare e non trovarvi ma ti faccio un grande augurio di pronta guarigione e ci vediamo il 18 aprile. Ciao fiore

  12. Grande Claudio..sei un grand’uomo..prima di tutto la salute…guarisci presto..e arrivederci al 18 aprile…!!!un abbraccio…!!

  13. Concerto fantastico comunque ieri sera! ! Capitani Coraggiosi è strepitosa e ho provato un’emozione incredibile con E tu – Strada facendo -Io me ne andrei e La vita è adesso. Terrò nella testa e nel cuore questo concerto, insieme a quel meraviglioso concerto che avevi fatto nello Stadio Moccagatta di Alessandria nel 1985. Grazie e curati bene. ♡♡♡♡♡

  14. Caro Claudio=.un incidente di percorso può capitare anche achi non si risparmia e si vede e si sente..la tua professionalità ti ha fatto fare la scelta giusta..stai tranquillo che chi ti aspettava stasera verrà ad applaudirvi ead osannarvi tra un mese con lo stesso entusiasmo perchè il pubblico baglioniano è strepitoso come lo sei tu..riposa la tua splendida ugola e buona e prontissima guarigione

  15. Caro e dolce Claudio è vero…tante voci fanno miracoli. E anche la mia ti sostiene, ti incoraggia e ti dice che ti voglio ancora piu bene…..Per come sei e per le scuse che chiedi senza avere colpa di nulla. Sono incidenti di percorso che accadono quando non ci si risparmia, quando si mette il cuore e l’anima per fare al meglio il proprio lavoro e seguire con amore la passione della vita. Capisco che sei dispiaciuto la tua correttezza è esemplare, per quanta forza hai dimostrato ieri sera, per quanto hai combattuto tu e tua ugola per arrivare in porto. Non ti preoccupare s,i hai ragione, è un appuntamento rimandato,ma noi tutti che ti amiamo e ti stimiamo tanto non abbiamo motivo di perdonartii niente. Sei il nostro grande mago e con il riposo e la saggezza la tua magia si rivelerà in tutto il suo splendore e la prossima volta sarà ancora più bello e sorprendente. Alcune tue frasi mi hanno fatto tanta tenerezza, ho sentito il cuore in una stretta di commozione grande….. tu che non vuoi cedere, tu che non vuoi rischiare, tu che non vuoi bleffare. Sei un grande capitano e grande con te Capitan G, sostenitore e amico quando il mare si fa mosso. Abbi cura di te Capitan C! Una voce poco fa…..TVTB…♡ Notte serena. Patricia

  16. Sei un grande non devi nemmeno pronunciare la parola scusa come in un appuntamento.amoroso sarà ancora più bello incontrarsi tu sei vero e tanto di cappello alla tua ugola meravigliosa

  17. Caro Claudio con dispiacere apprendo che non stai bene….mi spiace tantissimo…ma vedrai che ti rimetterai presto….ti è già successo…per i fans che dovevano vederti stasera…vedrai capiranno….è successo anche a me qualche anno fa che la data è stata spostata….a parte il dispiacere inziale è stato ancor più bello alla data rinviata….riguardati che devi ancora fare tante date e trasmettere le emozioni che solo tu sai dare a tantissimi fans…il cammino è ancora lungo….buona guarigione….ti sono vicina con affetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button