Home / Stampa / Sindaco Lampedusa chiarisce cause “dirottamento”

Sindaco Lampedusa chiarisce cause “dirottamento”

Lampedusa: traghetto in porto, l’aereo non può atterrare

Volo Vueling dirottato a Malta, arriva nell’isola con quattro ore di ritardo. La nave alta venti metri potenziale pericolo per l’atterraggio

di GIOACCHINO AMATO

Se il traghetto è in porto l’aereo non può atterrare. Accade a Lampedusa dove quando la nave alta più di venti metri è in banchina, entra con la sua sagoma in quello che tecnicamente si chiama cono di discesa degli aerei in atterraggio a Lampedusa dal lato 08 della pista. In questo caso il pilota può provare a “cambiare verso” e atterrare in senso opposto, dalla testata denominata 26 o andare in un altro scalo.

E’ quello che è accaduto ieri sera a un volo della Vueling proveniente da Roma. Il vento ha impedito al pilota di usare la pista 26 e così dalla torre di controllo, come prevede il regolamento (il cosiddetto Notam) hanno deciso per il dirottamento all’aeroporto “alternato”, il più vicino da utilizzare in caso di chiusura della pista, cioè quello di Malta. Il volo è così atterrato a Luqa. Solo dopo quattro ore, quando il traghetto aveva lasciato da tempo il porto, è atterrato a Lampedusa. A bordo dell’aereo fra i passeggeri, c’erano la sindaca Giusi Nicolini e il cantante Claudio Baglioni e le agenzie di stampa riferiscono di alcune proteste.

“E’ stato un incrocio di ritardi – spiega la stessa Nicolini – il traghetto che doveva partire alle 21 era in ritardo di cinque minuti, l’aereo che doveva atterrare alle 20,30 è arrivato alle 21. Il pilota avrebbe potuto attendere in volo ma ci hanno spiegato che non aveva il margine di carburante necessario, così siamo andati a Malta. Una volta atterrati il pilota ha annunciato che lo scalo di Lampedusa era chiuso e dovevamo tornare a Roma. A quel punto c’è stata qualche protesta, io stessa ho detto di aspettare la comunicazione della torre di controllo e alla fine siamo arrivati nell’Isola”. Ma il problema rischia di riproporsi: “Ci sono aeroporti in cui si bloccano le autostrade per far passare l’aereo – spiega la sindaca – non c’è nulla di strano nella situazione di Lampedusa. Facciamo conferenze di servizi per coordinare la presenza del traghetto con gli orari degli aerei. Abbia il porto di Cala Pisana che quando il Genio Civile avrà finito i lavori sarà illuminato e potrà essere un’alternativa ma solo con determinate condizioni di mare e di vento. Il problema caso mai è che gli aerei sono sempre più in ritardo”.

In questo senso a Lampedusa sembra che il servizio fornito da Alitalia con le tariffe agevolate della “continuità territoriale” sia in tilt da alcuni giorni. Dal 1° luglio i voli che prima erano operati dal vettore di Poste Italiane Mistral Air con gli Atr 72, sono adesso assicurati dagli Atr della compagnia svizzera Darwin che opera dal 2014 con marchio Ethiad Regional (Alitalia è adesso in maggioranza di proprietà degli arabi di Ethiad). Ma sembra che uno dei due aerei destinati alle rotte fra Catania, Palermo, Trapani, Lampedusa e Pantelleria si sia guastato e che i ritardi anche oltre le quattro ore siano all’ordine del giorno. Per questo Aliatalia
avrebbe inviato oggi nell’isola un responsabile per cercare di sbrogliare la matassa. “L’Enac si sta interessando di questi ritardi – afferma Nicolini – certo noi vorremmo un servizio efficiente e sicuro sia per i turisti che per i residenti. In ogni caso, dopo la tragedia che è accaduta ai treni in Puglia, è ancora più chiaro che la sicurezza è al primo posto e quindi bene ha fatto il pilota ieri sera a scegliere la soluzione più sicura”.

Video e foto su aereo cliccando qui

Fonte articolo

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.