Home / Resoconti / Tutto cominciò sui banchi di scuola nel 1976

Tutto cominciò sui banchi di scuola nel 1976

Ciao a tutti, mi chiamo Valentina e volevo raccontare la mia storia con Claudio.

Il mio grande amore per Claudio è iniziato sui banchi di scuola anni 76/77 quando i primi amori adolescenziali fanno capolino nella vita di una ragazzina e le sue canzoni facevano sicuramente da sfondo a questi “nuovi stati d’animo”.

L’ho ascoltato a giornate intere.

I suoi LP appartengono agli oggetti più cari che ho e sono gelosamente conservati insieme ai biglietti dei concerti, CD, libri, quadri, foto e gadget di C.B, in un angolo di casa mia.

Ho visto tanti concerti e nel 2014, dopo le prove dello spettacolo al Negombo ad Ischia Jazz, sono andata all’hotel dove alloggiava.

Non ho voluto seguire la stragrande maggioranza delle persone che lo aspettavano nella hall e così ho imboccato una stradina solitaria che conduceva alla piscina dell’hotel.

Non ero sola, mio marito era andato a parcheggiare l’auto e con me c’era mio figlio Giulio che aveva avuto l’idea della vacanza ad Ischia per farmi un regalo di compleanno.

Ed ecco che guardandomi intorno alzo gli occhi verso l’alto e chi vedo comodamente seduto al tavolo del ristorante dell’hotel? Ebbene si proprio lui il mio Claudio Baglioni.

Dall’emozione non so più che fare, lui si volta e noi lo salutiamo.

Temporeggiamo un po’ sul da farsi, intanto io ero strafelice.

Nel frattempo due signore, una mora ed una bionda, si dirigono verso di noi.

Nel vederle ho provato subito una certa simpatia ed abbiamo capito che anche loro erano li’ per CB.

Abbiamo fatto amicizia e la nostra “marcatura stretta” sotto la finestra è andata avanti per un altro bel po’ di tempo.

Claudio ogni tanto guardava fuori e noi continuavamo a salutarlo ed a fargli il cennoi venire giù da noi.

Anche lui ci risposto con un altro cenno che noi abbiamo prontamente interpretato con un: dopo vengo giù!

Gli abbiamo scritto anche un cartello dove lo invitavamo a scendere. Lui l’ha letto ed a un certo punto con dei gesti ci ha fatto capire che non sapeva da dove uscire…….. Noi prontamente gli abbiamo indicato la strada e con la complicità di un addetto ai lavori che gli ha aperto la porta è finalmente uscito dal ristorante ed è venuto verso di noi.

Io ero la prima della fila…….gli sono andata incontro……noooooo non ci posso credere il mio CB!!!!! Il sogno di una vita!!!!!!!

L’ho baciato, l’ho abbracciato ed ancora oggi se chiudo gli occhi rivedo quel momento indimenticabile.

Abbiamo fatto le foto, alcune selfie e tutti eravamo molto emozionati e avremmo voluto dire di più, fare di più ma la grande emozione ci ha un po’ bloccati tutti quanti.

Che onore proprio CB è sceso in strada solo per noi.

Che uomo!

Disponibile, cordiale, simpatico bello, affascinante…. insomma il mio Claudio non delude mai nessuno!

Per farla breve da questo dialogo a quattro è venuto fuori che Simonetta la “bionda” di Perugia aveva un parente strettissimo (genero) che doveva venire a lavorare, proprio nella mia città: Volterra.

Non ci posso credere!!!!! Com’è possibile tutto questo? Mi son detta.

Due sconosciute che s’incontrano sotto alla finestra di Claudio e che si trovano condividere cose comuni.

Da quella sera le nostre vite si sono avvicinate. Il genero e la figlia di Simonetta sono arrivati a Volterra, e posso dire che da quel giorno la mia famiglia si è allargata. Con Simonetta è nata una bellissima amicizia e già molte volte siamo andate insieme a vedere il nostro CB.

Quest’anno è arrivato anche Pietro e le nostre vite vite si sono arricchite di più perché è un bambino meraviglioso.

Noi volevamo chiamarlo Claudio o Giovanni ma Pietro ha vinto sui nomi proposti!!! Prima o poi lo porteremo al cospetto del Grande Mago!

Per concludere direi Grazie Claudio,Grande Uomo, la tua musica, le tue parole,le tue note sono per me dolci evasioni dalla realtà ed al tempo stesso rifugi sicuri dove trovare amore, affetto amicizia ed altro ancora. Per questo ti Adoroooo e tutte le volte che t’incontro la mia adrenalina sale sempre di più.

E’ solo per merito Tuo che ho potuto scrivere questa nota!!!!

Un abbraccio infinitamente grande ed un bacione

Valentina Cla’
[per far capire meglio Claudio ( se mai la leggerà) quella della tazzina di alabastro]

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



4 commenti

  1. Vedi Maestro …per questo e’ importante che tu torni a comunicare con chi ti vuol bene…foss’anche per un Ciao

  2. Storie belle, ricche di sentimenti positivi, magiche coincidenze, manifestazioni di amore e ammirazione che fanno bene al cuore, con un Protagonista che si conferma sempre di più persona unica e meravigliosa oltre che artista supremo.
    Scoperto nell’adolescenza e mai più abbandonato, per me il più fedele degli amici, che ha condiviso tutti i momenti belli e brutti della mia vita con la sua presenza, la sua musica, il suo esserci sempre.
    Forse è poco dirgli solo GRAZIE ma….non esiste un sinonimo per questa parola e allora…milioni di GRAZIE Caro Claudio. Grazie di Te.
    (P.S.- Sono un po’ preoccupata per questo suo silenzio…spero sia dovuto ad un super lavoro e non alla stanchezza di comunicare con noi.)

    • Ciao Gigliola,
      Claudio é un grande uomo ed allo stesso tempo un uomo grande che ci accimpagna da sempre nella nostra vita.

  3. Ciao Valentina..il tuo percorso con Claudio è più o meno il mio..anch’io lo seguo in tanti concerti..anche a Ischia c’ero sia nel 2014 sia nell’agosto scorso..ma il sogno d’incontrarlo e di abbracciarlo non sì è ancora realizzato..buona vita in compagnia del nostro Mago

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.