Home / Curiosità / Nuovo tapiro a Claudio Baglioni

Nuovo tapiro a Claudio Baglioni

Sanremo 2018, Claudio Baglioni: “Potrei dare in beneficenza il mio cachet”

video

Questa sera a Striscia la notizia Valerio Staffelli consegnerà il Tapiro d’oro a Claudio Baglioni, che sarà il direttore artistico e il conduttore di Sanremo 2018, per capire se anche lui, come Carlo Conti, devolverà il suo compenso in beneficenza.

Al tapiroforo, che lo ha intercettato a Roma, ll cantautore, dopo un primo momento di esitazione e stupore, ha detto: «Spesso ho devoluto i miei compensi in beneficenza, l’ultima volta in occasione di un concerto di Natale in Vaticano. Non so quale sarà il mio compenso, ma non escludo di poterlo dare in beneficenza».

Quanto alla decisione della Rai di affidargli la conduzione del Festival, Baglioni ha detto: «Penso che abbiano scelto uno che questo mestiere non lo ha mai fatto e non lo farà mai più per dare un segnale di discontinuità. Io però ci porto la musica, stavolta veramente. Fare il Festival è difficilissimo, nemmeno il Santo stesso sarebbe in grado».

Graziano Cozzi per webloag.net

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


7 commenti

  1. Premetto che io guardo Striscia da sempre.. tocca temi scottanti e serissimi con ironia e intelligenza ma andare a interessarsi di compensi dati in beneficenza (cosa che peraltro si fa in modo silenzioso e privato come è nello stile di Claudio e delle persone riservate)….senza nemmeno avere visto una sola ora del futuro lavoro del Maestro…e dico Maestro…mi sembra fuoriluogo e seccante…penso che siano affari suoi… Claudio naturalmente da gran signore qual’è è stato disponibile e garbato…però se si inizia così…..ma si viene giudicati per l”onestà intellettuale e le capacità personali e professionali o per altro? Come al solito aveva ragione il grande Totò…certe pagliacciate le fanno solo i vivi….noi simm seri….Ciao Cucaio Mago Poeta grande Cla’….Buon lavoro e sii sereno…abbi cura di te. Un bacio.!☆

  2. Ecco che si inizia .
    Il compenso è stato liberamente concordato nell’ambito di una normale trattativa tra un professionista e coloro che richiedono le sue prestazioni professionali.
    Giusto o sbagliato che sia .
    Poi ciò che ne vuol fare di sti soldi sono cose sue.
    E soprattutto non ha bisogno di sollecitazioni di alcun genere.
    Mi sa che da adesso fino a febbraio e oltre ne vedremo e sentiremo di tutti i colori

  3. Claudio è una persona di cuore… è sensibile e generoso. Ha sempre fatto beneficenza e continuerà a farla…silenziosamente, con la discrezione che è nel suo stile, senza bisogno di doverlo dichiarare pubblicamente…
    Fare il Festival è una bella sfida, sarà gratificante e impegnativo, ma tu come sempre darai tutto te stesso… E poi tu hai la musica nell’anima… Sanremo non può che essere benevolo con te! Ciao Cla’, buona musica per questa sera!

  4. Claudio e’ bravissimo. Le sue canzone sono poesie e poesie belle e la musica è come un abito che sta a pennello . E’ un professionista serio. Io lo vado a vedere spesso dall’altro mondo di Rimini 1974 poi stadio dall Ara a Bologna poi a pala Europa a Milano suonava cantava a tratti la sua vita per 3/4 ore io non sarei voluta uscire mai . Poi capitani coraggiosi che vorrei rifacessero sempre ogni anno poi palatizzano tutto vestito di bianco e cantava tu come stai. Io sono di Bologna ma se posso lo vedo più volte come capitani coraggiosi porto i giovani i miei figli tutti devono sapere quanto e bravo. Grazie che ci sei con tutto l’amore che posso

  5. Paola Paladini

    Certo non è uno che sbandiera la beneficienza che fa…

  6. E’ incredibile, ora deve fare pure la beneficienza che decidono gli altri, non basta tutta quella che fa, pubblicamente o silenziosamente. Anche per Sanremo, certo 600 mila euro sarà anche una bella cifra, ma ci sono poi le tasse da pagare, i collaboratori da stipendiare e sono 5 mesi di lavoro stressante (e conoscendo la sua pignoleria doppiamente stressante).
    Gli bastava fare pochi concerti da solo per arrivare ad una cifra simile… Però tutti vedono (o gli conviene vedere)solo le entrate, tutte le uscite che ci sono per esempio per mettere in piedi i suoi mega concerti, non li vede nessuno! Pensiamo un po’ quando diciamo che i biglietti sono troppo cari…

  7. Claudio sei sempre il migliore in quanto ad autoironia e fine intelligenza ..è vero fare il festival è difficilissimo ma le strade più in salita spesso portano in luoghi meravigliosi. E tu sei un gran viaggiatore….buona fortuna caro amico. Stasera guarderò Striscia…ciao.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.