Home / In evidenza / #staseraAcasadiLuca 2018, e festa sia!

#staseraAcasadiLuca 2018, e festa sia!

2018, e festa sia!

#staseraAcasadiluca – Decima puntata

Un post su facebook per auguarci un buon 2018, ed è subito festa! Festival di Sanremo, nuovo album di inediti, tour Al centro per festeggiare i 50 anni di carriera…che anno questo 2018!

Volevamo un Claudio nuovo e inedito? Questa volta siamo stati accontentati! Era dai primi anni Duemila che non vedevamo Claudio sperimentarsi in così tante cose diverse e nuove nello stesso tempo, e ora ci fa ancora più scalpore perché di anni, rispetto all’epoca, ne sono passati davvero tanti. Negli ultimi anni significativi, dobbiamo senza dubbio ricordare il 2009, e la ripresa a più salse e forme di Questo piccolo grande amore, e poi ricordiamo l’anno dopo l’avvio dell’esperienza di Dieci dita, bella e significativa. E infine il progetto Con voi, qualcosa di veramente diverso, che in tanti magari possono criticare, ma che all’epoca aveva fatto sobbalzare di emozione tutti i fan, per altro spopolando nei primi giorni su itunes, cosa abbastanza rara per tutti i brani di un artista (ok il singolo di lancio, ma vedere primo su itunes Gli anni della gioventù ricordo che era stato un trauma anche per me!). Poi ricordiamo la brillante avventura dei Capitani Coraggiosi tra il 2015 e il 2016, indubbiamente un’esperienza vivace, nuova e positiva per la vita di Claudio. Ma di nuovo effettivamente cosa c’è stato? Nulla, o poco, se si esclude Con voi. La debordanza, l’innovazione e l’impatto emotivo di Incanto non sono sicuramente paragonabili alla pur bella e inedita esperienza di Dieci dita, così come l’emozionante esordio live di QPGA e della sua nuova e fresca veste non è sicuro paragonabile alla follia elettronica del Tour Blu, ma anche alla circense tourneè Tutto in un abbraccio, che chiudeva i grandi concerti negli stadi. Insomma, in questi anni niente di così tanto nuovo e diverso. Niente male, si intenda, anzi, è anche normale che un artista ritorni su strade già battute, dopo che nel corso di una lunga e soddisfacente carriera ha fatto già abbondanti e brusche virate.

Questo 2018 la musica cambia. Sanremo, che piaccia o no, è una veste di Claudio completamente inedita; e sotto il filtro della lente di Sanremo non possiamo che guardare con occhio diverso e inedito anche il nuovo album e il successivo tour. Sarà davvero l’anno del nuovo album, dopo cinque anni di silenzio da Con voi? L’annuncio su facebook (e non solo le voci tramite interviste sporadiche, che compaiono più o meno a intervalli regolari sul web) mi sembra una sorta di promessa.

Allora, festa sia! Sediamoci, e non perdiamoci lo spettacolo!

Il primo step della festa sarà Sanremo…infatti gennaio, pronti via…ed è subito Festival! Il 4 gennaio sono inziate per l’orchestra sinfonica, diretta dalla nostra conoscenga Geoff Westley, le prove del Festival; da oggi (8 gennaio) RTL ci presenterà ai suoi microfoni tutti i concorrenti,; domani sarà il grande giorno della presentazione ufficiale, in cui sapremo l’esito del toto-conduttori, che ha appassionato (come sempre tra l’altro) rotocalchi e pagine web, in cui si è letto veramente di tutto e di più. E così sarà Festival!

Due parole sugli artisti. Personalmente penso che Claudio non avrebbe potuto fare di meglio. Il cast di quest’anno è un cast indubbiamente sanrmese, ma di spicco. I Pooh (anche divisi) sono emblema del nostro Pop d’annata, Ermal Meta e Moro sono il giusto controaltare contemporaneo di collaborazione tra pop e canzone d’autore, in perfetto stile Festival. Tanti vecchi, fuori dubbio, ma lo spazio dei giovani è Sanremo Giovani, e francamente credo che sia lì che si giocheranno le sfide del direttore artistico. L’altro spazio dove si giocherà il direttore artistico sono i Super Ospiti: spero davvero che si tratti di qualcosa musicalmente di livello, più che di scialbe interviste a cui ci aveva abituato il Sanremo di Morandi.

Per cui, festa sia! Godiamoci questo spettacolo di Claudio versione polifunzionale, come non l’abbiamo mai visto. Lasciamolo lavorare, senza fargli mancare il nostro affetto.

Lo spettacolo sta per cominciare e non solo a casa di Luca

Luca Bertoloni

Luca Bertoloni

Nato a Pavia nel 1987, laureato in lettere moderne e attualmente studente di Filologia moderna, scienze della letteratura, del teatro e del cinema; maestro di scuola materna di musica e teatro e educatore presso gli oratori della città, suona nel gruppo pop pavese Fuori Target, per cui scrive i brani e cura gli arrangiamenti, e coordina sempre a Pavia la compagnia teatrale amatoriale I Balabiut; è inoltre volontario presso l’oratorio Santa Maria di Caravaggio (Pv), dove svolge diverse attività che spaziano dal coro all’animazione.

2 commenti

  1. Per Claudio la festa è cominciata nell'”82. . Io c”ero e non mi perdevo una data di Ale’-oo. . Avevo anche 18 anni. . Appena compiuti il 26 giugno scappai a Firenze allo stadio dal mio Claudio che nemmeno a farli apposta iniziava sempre ivtour in quella data. . Mi ricordo le sue parole “questo “82 estremamente fortunato con la speranza che ce ne siano anche degli altri. * . È siamo arrivati a 50 anni di carriera. . E non so come ho fatto ad arrivarci viva anche”io . Auguri amore mio

  2. Come sempre apprezzo, ammiro e condivido le tue parole. Non vedo l’ora che la festa abbia inizio. Una festa a cui ovviamente andremo insieme!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.