Home / 50 anni al Centro / Boom di ascolti per #AlCentro di Claudio Baglioni.

Boom di ascolti per #AlCentro di Claudio Baglioni.

Ascolti TV | Sabato 15 settembre 2018. Baglioni all’Arena sigla il 23%.

Su Rai1 Claudio Baglioni – Al Centro ha conquistato 3.599.000 spettatori pari al 23% di share. Su Canale 5 Un Boss in Salotto ha raccolto davanti al video 1.886.000 spettatori pari al 10.8% di share. Su Rai2 l’incontro dei Campionati Mondiali 2018 di Pallavolo Maschile Italia-Argentina ha interessato 2.058.000 spettatori pari all’11.4% di share. Su Italia 1 Cattivissimo Me ha intrattenuto 1.015.000 spettatori (5.5%). Su Rai3 Silence ha raccolto davanti al video 629.000 spettatori pari ad uno share del 3.4%. Su Rete4 The Transporter totalizza un a.m. di 767.000 spettatori con il 4.3% di share. Su La7 Little Murders ha registrato 342.000 spettatori con uno share del 2.4%. Su Tv8 I Delitti del BarLume ha raccolto 262.000 spettatori con l’1.4%. Su Nove L’Ispettore Barnaby ha raccolto 189.000 spettatori e l’1% di share. Su Rai Premium la replica di Non dirlo al mio Capo 2 segna l’1.6% con 298.000 spettatori. Sul 20 Wanted segna l’1.1% con 204.000 spettatori.

Fonte www.davidemaggio.it

redazione

La redazione di doremifasol.org e saltasullavita.com è composta da tanti amici ed appassionati della musica di Claudio Baglioni. Un grazie a loro per il lavoro e l'aiuto apportato a questo portale - Per scrivere alla redazione usare wop@doremifasol.org - Capo Redattrice e coordinatrice: Sabrina Panfili [Roma]

8 commenti

  1. io vorrei dire i “miei” PRO e CONTRO dello show visto in TV:

    PRO:
    1) la location e l’idea del palco centrale all’Arena
    2) Gli arrangiamenti delle canzoni
    3) L’idea della scaletta graduale dalle canzoni più vecchie a quelle più nuove.
    4) Le luci e gli effetti del palco con filmati proiettati sul palco che dall’alto davano un effetto grandioso.
    5) Lo show nella sua completezza, davvero ben studiato e perfetto.
    6) Trasmettere un così bel concerto in diretta tv.
    7) Il risultato che ancora una volta Baglioni si è dimostrato unico nel panorama italiano (e non solo).
    8) La durata dello show, un Baglioni che si spreme fino all’ultima goccia di sudore
    9) Bravissimi i performer

    CONTRO:
    1) La mancanza di Medley dove poter cantare qualche canzone che meritava di essere presente.
    2) questo non è un contro vero e proprio … ma ho notato che purtroppo la voce non è più quella di una volta, diversi passaggi sono stati fatti cantare dal pubblico o dalle coriste, diverse parti alte le ha cantate con un’ottava sotto.
    Si nota che a volte non riesce più dove un tempo prendeva di tacco certe parti.
    Ma non possiamo pretendere di più da un’artista che ha 67 anni e che da sempre ha dato tutto in ogni suo spettacolo a costo di spremere le sue corde vocali allo sfinimento.
    3) Un po’ di freddezza da parte di Baglioni a causa della presenza dei bravissimi performer e con la continuità di un brano dietro l’altro che non gli ha permesso di poter improvvisare come spesso ha fatto nei suoi precedenti show.
    4) Un po’ nascosti i musicisti che hanno avuto una voce fuori campo che li ha nominai solo nel finale, di solito Baglioni ci aveva abituati a dargli più risalto presentandoli lui durante le sue tourneè.
    5) IL PIU’ CONTRO DI TUTTI: L’audio dello show televisivo.
    Uno schifo!
    Alcune parti un po’ sballate …. tipo le coriste che si sentivano nello scambio vocale a malapena in “con tutto l’amore che posso” ma soprattutto alcuni brani hanno avuto un audio davvero da non poter essere ascoltato.
    Com’è possibile che non si siano accorti che dall’audio televisivo certi brani suonavano come un nastro smagnetizzato di una vecchia musicassetta?
    Ascoltatevi su Rai play per esempio “i vecchi” o “le ragazze dell’est” o “avrai” oppure “tutti qui” ….ma ce ne sono altre.
    L’audio vibrava, si sentiva una sorta di effetto wa-wa sulle tastiere e i pianoforti che si riversava sulla voce.
    Adesso non ricordo il brano ma per fare un esempio c’è stato Baglioni che ad un certo punto ha fatto un vocalizzo “AAAAAAAAAAA” e invece si sentiva “AAUAAUAAAUAA” …davvero pessimo audio e questo è stato un peccato.
    Davvero incredibile…sentire benissimo un concerto trasmesso in diretta nel 1985 e sentire da schifo uno del 2018.
    Spero che prima o poi la rai lo replichi e ci permetta di farcelo ascoltare come doveva essere sentito

    • Sottolineare che CLAUDIO in certi passaggi nn era perfetto è mancanza di educazione perché tu stesso comunque dici che certo ha 67 anni ci può stare nn essere piu perfetto come una volta ALLORA POTEVI EVITARE su l’audio va bene…. MA DAI SEMPRE A TROVARE DIFETTI MA VIVETE PER QUESTO PER GIUDICARE ……PERFAVORE POTEVI VEDERTI LA PARTITA CE NE SEMPRE UNA LA SERA

      • Ho detto da subito che non era proprio un vero motivo “contro”.
        La partita non mi interessava perchè aspettavo a gloria questo show.
        Ho solo notato che purtroppo certi passaggi non riesce più a farli.
        Non c’è niente di male, bisogna essere obiettivi e non avere sempre gli occhi foderati di aurea mistica.
        Il concerto è stato bellissimo.
        Purtroppo secondo me il problema dell’audio televisivo è stato davvero molto grave…quello si, davvero tanto.
        Chissà quanto ci sono stati (con l’aiuto anche del concerto il giorno prima) a fare prove su riprove e poi hanno trasmesso il tutto con quella pessima qualità.
        Spero (come già detto) che possano rimixare il tutto e ritrasmetterlo presto come doveva essere sentito.

    • Perfetto il tuo commento Gabriele. Però permettimi di dissentire su una cosa. Mettere in ordine cronologico i pezzi ha impietosamente acclarato quella che è una triste verità. Cioè che dopo l’album “Io sono qui”, non ha più scritto nulla che fosse degno della sua poesia.
      Tanto è vero che le canzoni cantate a fine concerto, a rappresentare la sua ultima parte di produzione, sono state davvero poche.
      Forse, cantando i pezzi al contrario si sarebbe notata meno, ed avrebbe finito il concerto con canzoni più conosciute, tipo un bis.
      Invece chiudere con una canzone anonima come “Con Voi”….insomma, non è stato un gran finale.

      Sul discorso della voce, inutile soffermarsi. Anche se onestamente pensavo meglio. L’ho trovato veramente in difficoltà. Forse era il momento.
      Cmq, le corde vocali sono muscoli, e come in tutte le persone non giovani i muscoli non sono più quelli di una volta. Non si scappa a questa legge, anche se sei Claudio.

      Detto questo, saremo a vederlo a Bologna come faccio ormai da 40 anni per ascoltarlo ancora live.
      Perchè in fondo, è come un matrimonio che non è più passionale come i primi anni, ma che non
      interrompi perchè i ricordi sono talmente belli che ritieni giusto viverlo fino alla fine.

      • Effettivamente Daniele hai ragione.
        Anch’io sarò a vederlo a Firenze perchè non posso mancare di andare a vederlo in concerto tutte le volte che viene a cantare nella mia città.
        E’ vero quello che dici dell’ultima parte del concerto….ad un certo punto mia moglie alle 23.30 mi ha detto “ma siamo ancora al 1985?” e poi …PUFFFF … sono volati via anni come bere un bicchier d’acqua ed è finito lo show e su questo ti dò pienamente ragione

  2. Concordo,le coreografie a momenti soffocanti, ottima la rappresentazione scenica attraverso il gioco di luci

  3. Sono più felice di essere una di quelle 3,599,000 e anche compagnia di camminata di questo Grandissimo Uomo in queste 50 anni. È magnifico, magico…. non ho parole!!!

  4. Spettacolo grandioso , degna cornice a questo artista che ha saputo attraversare il tempo con la forza della sua musica
    Se dovessimo trovare una pecca a questo evento…
    probabilmente in alcuni momenti le coreografie erano forzate e toglievano visibilita all’artista.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.