Home / Resoconti / Non è niente e tutto sta in quel niente

Non è niente e tutto sta in quel niente

So che non avrò pace finchè questo testo non mi avrà raccontato qualcosa di sè.
Non posso sottrarmi. E non ve lo risparmio.

“Non è niente
e tutto sta in quel niente
e tutto sembra uguale a sempre”

E’ forse l’incipit più spiazzante, più irruento, più intellettualmente sfidante, più scomodo, più intimamente lacerante, di tutta l’opera di Baglioni.

“Non è” è un inizio che nega ciò che arriva subito dopo: il “niente”. Una negazione del niente che racconta, che anticipa già qualcosa, che prefigura ciò che “è”, ciò che invece esiste. E mentre ponderi le incertezze di questo inizio travagliato e avanzi come un equilibrista in sospeso tra il “non” ed il “niente”, “è” diviene il tuo baricentro, che ti sorregge come quando un vento improvviso ti trascina via.

“È”: l’unica ferma certezza tra un “non” e un “niente”. Così, mentre le pause scandiscono l’arrivo di nuovi apporti, una piccola congiunzione spalanca le porte allo spiraglio prima intravisto: il “tutto” che “sta in quel niente” capace di rimettere in gioco ogni sudata, conquistata certezza.

Adesso, che “tutto” e “niente” stanno lì accanto, è chiaro: è in scena l’epocale, perenne ricerca del senso del mondo, del senso di sè. É ricreato, all’inizio del testo come all’inizio dell’universo, l’eterno alternarsi di certezze e illusioni. È la perenne ricerca dell’uomo, è l’eterno interrogativo di fronte ad un’umanità che sembra (ma solo sembra) “uguale a sempre”.

Con l’arrivo di “sempre” il tempo rivendica il suo ruolo: capace di cambiare tutto, capace di ingannarci, poichè tutto solo sembri “uguale a sempre”. Un “sempre” posto al termine che dona, e forse ci fa cogliere, un respiro d’eternità.

Milena Clabber

Resoconto inviato su wop@doremifasol.org

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

1 Commento

  1. Roberto Santini

    Testo di alta cinematografia. Il “niente” è solo quel particolare “niente” che hanno le donne quando in verita’ hanno il tutto giustificabile delle loro paturnie… E che il destino ce ne scampi e liberi a noi maschietti!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.