In evidenzaStampa

Claudio Baglioni prove tecniche di un capolavoro

SU SKY
Baglioni al teatro dell’Opera
«In questa storia che è la mia» sarà girato al Costanzi

Si racconterà, questa sera, su Sky TG24 alle 21, su Sky Arte sabato 6 febbraio alle 16.50 e sempre disponibile On Demand, Claudio Baglioni.

Racconterà del’ultimo disco «In questa storia che è la mia», la sua vita: fine anni 60, il suo Big Bang, partito da Roma per un provino alla Ricordi. Baglioni ha ufficializzato che ha deciso di trasformare il suo ultimo concept-album in un’Opera, con l’Orchestra, il Coro e il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma.

«Utilizzeremo ha spiegato Baglioni – ogni spazio del teatro – palco, platea, gallerie, foyer, corridoi, camerini – come spazio scenico, nel quale musicisti, coristi, band, ballerinie performer daranno vita ad uno spettacolo di arte totale, senza il pubblico, che verrà trasmesso in streaming. Un progetto che, probabilmente, non sarebbe nato in un altro momento. Abbiamo cercato di fare di necessità virtù e, dato che, purtroppo, il pubblico non potrà venire a teatro, abbiamo deciso di portare il teatro, in tutta la sua bellezza, al pubblico. L’arte in questo tempo complesso si è fermata, anche se non a livello creativo. È una delle attività che è stata davvero colpita al cuore. Molti di noi hanno visto finire del tutto l’attività dal vivo. Ma è proprio questo il momento di sperimentare nuove idee ed esplorare nuove possibilità». Baglioni si è sbottonato dopo sette anni di silenzio e la sua direzione artistica per il Festival di Sanremo nel 2018 e 2019.

«Quello che mi fa andare avanti – ha dichiarato Baglioni – è la curiosità, perché c’è sempre qualcosa ancora da fare e imparare. A me il successo è capitato quando meno me lo aspettavo e non ci credevo più, quindi ho vissuto tutta la mia vita professionale, e lo sto facendo ancora oggi, per meritarmi il successo che ho avuto tanti anni fa e che trovo ancora oggi inspiegabile. All’obiezione che qualche motivo di successo nei suoi cinquant’anni di carriera ci sia, l’artista ha spiegato che finché mi dà la spinta per fare qualcos’altro preferisco che il mio successo rimanga un arcano, che sia un punto interrogativo». Il Baglioni architetto ha ripercorso anche gli anni della giovinezza «Mi ero iscritto alla facoltà di architettura perché pensavo di essere pronto per cambiare il mondo. Mi ricordo di avere partecipato ad una di quelle assemblee dove arrivavano gli studenti più grandi, con le barbe e i baffi da rivoluzionari. Noi matricole venimmo incolonnate per uscire, per interrompere la lezione misero il povero professore dietro alla lavagna. Uscendo io presi anche uno schiaffo sulla nuca e dissi «se la rivoluzione è questa, anche no». Però non mi girai, per non prendere anche il secondo».

CARMEN GUADALAXARA – Il Tempo 4 febbraio 2021

SPOT SKY




The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button