Stampa

Ha vinto Claudio Baglioni

Hanno perso i pasdaran che lo attaccavano

Auguri per i suoi 70 anni. Ha vinto lui. E con molto merito

Facciamo gli auguri al grande Claudio Baglioni che compie 70 anni e che nell’epoca un po’ lugubre del furore ideologico fu denigrato e squalificato perché cantava “Piccolo grande amore”, sottraendosi ai diktat di chi ne boicottava i concerti.

“In quell’epoca in cui bisognava etichettare tutto avevano messo me e qualcun altro in un’altra parrocchia. Io non mi sono mai trovato in nessuna parrocchia, avendo sempre l’orologio un po’ scassato rispetto ai tempi”, ha detto lo stesso Baglioni in anni più recenti, ma con un’amarezza ancora non smaltita. La leggenda dice che nella dittatura dell’impegno noi fossimo costretti a sentire Lucio Battisti di nascosto, lontano dai radar dei pasdaran che imponevano la linea anche nel mondo delle canzoni. Ma non è tanto vero. L’ascolto clandestino era riservato a Claudio Baglioni. Era con lui che i pasdaran con si esercitavano nelle loro migliori prestazioni di intolleranza, in compenso milioni di adolescenti intonavano trasognati e trasognate ogni verso di Baglioni, mettendo in una luce spietata la frattura tra una minoranza chiassosa e prepotente che pretendeva di imporre gusti e linea ideologica all’universo intero, anche a quello dei sentimenti e delle emozioni, e una maggioranza che, ieri come oggi, è del tutto indifferente agli imperativi dei dottrinari.

E intanto i pasdaran sono spariti, ma Claudio Baglioni è rimasto e continua a emozionare i vecchi e i nuovi adolescenti

e gli hanno anche dedicato un murales a Centocelle.

E quindi auguri caro Baglioni. Ha vinto lei. E con molto merito.

By Pierluigi Battista per huffingtonpost

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Un Commento

  1. Che posso dire bastava leggere alcuni dei suoi testi per esempio :”Gesù caro fratello “per comprendere che non era solo il cantante dei buoni sentimenti, come se cantare e scrivere d’amore senza cadere nella banalità sia semplice. Gli anni delle contestazioni, dell’amore libero e di tante lotte in campo sociale,del lavoro io non li ho vissute in prima persona ma le posso dire che feci la prima superiore in un istituto tecnico, venni emarginata perché andavo a Messa dalle stesse persone che partecipavano a tutte le manifestazioni politiche del tempo.Era naturale che vincesse lui perché non ha mai rinnegato le sue origini,la famiglia “Il padre brigadiere che scrive poesie”,il suo quartiere di Centocelle.Quando poi si è trattato di difendere gli ultimi degli ultimi ha messo la sua faccia su una questione vergognosa a cui nessuno e sottolineo nessuno vuole risolvere,in tempi non sospetti è nato O Scia’.Il suo pubblico lo ha sempre seguito non perché lui era il divino da una parte e noi comuni mortali dall’altra ma ci ha portato con sé sempre e siamo sempre stati parte attiva in tutto quello che ha fatto e ha condiviso
    Si raccoglie quello che si semina o se vuole dai frutti si vede l’albero mi perdoni ma è una piccola rivincita anche mia su quelli che pensano che se si è persone di Fede non siano in grado di combattere le stesse battaglie e dire che Gesù ha cambiato il destino di tutta l’umanità e per farlo fuori si sono messi d’accordo potere temporale e politico più rivoluzionario di così Mary-Maria

Rispondi a Mary-Maia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button