Dodici NoteIn evidenzaStampa

Tre ore di Show per Claudio Baglioni a Caracalla

Baglioni a Caracalla: “Dodici Note – Tutti su!” davanti alla vita e alla guerra
L’artista ha aperto la stagione estiva del Teatro dell’Opera alle Terme di Caracalla

Il concerto di Claudio Baglioni alle Terme di Caracalla, ieri sera in ‘prima assoluta’ per l’apertura ufficiale della stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma – cui seguiranno altre undici serate nella sua città in questo mese, fino al 19 giugno, e poi la mini tournée di luglio in altri due posti iconici come il Teatro Greco di Siracusa e l’Arena di Verona – contiene nella sua proposta musicale spunti che vanno dai sentimenti più reconditi ai drammi di oggi più eclatanti.

Ma il cantautore romano preferisce far parlare i testi dei suoi brani, da quello ‘preso a prestito’ dal poeta romanesco Trilussa, quella ‘Ninna Nanna della guerra’ dove si recita e si canta della “gente che se scanna per un matto che comanna”. Ma anche in ‘Avrai’ si evoca “una radio per sentire che la guerra è finita”. E il pubblico quasi in automatico scatta in piedi e la mente e il cuore vanno alla guerra reale che si sta combattendo non troppo lontano dai confini di casa nostra.

Nella ‘scaletta’ sono compresi trenta brani espressivi di una carriera che è difficile contenere in un solo concerto, sebbene l’evento abbia una durata di oltre tre ore. Si parte con ‘Io sono qui’ e si conclude con ‘La vita è adesso’ in una sorta di ideale passaggio di testimone fra i due brani.

Sul palco, con Claudio Baglioni, salgono in 123 fra musicisti dell’Orchestra Italiana del Cinema diretta da Danilo Minotti, coristi del ‘Coro Giuseppe Verdi’ e ballerini, performer classici e moderni, con la direzione artistica di Giuliano Peparini. Come classica e moderna è la musica proposta, non nel senso ‘purista’ del termine ma perché i brani di Claudio Baglioni, che raccontano la nostra modernità, sono oramai divenuti dei ‘classici’ a pieno diritto.

Fonte articolo RAI NEWS


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button