Testo articolo Sorrisi



Notizia inserita da: doremifasol in data 16/03/09 alle ore 10:37 Condividi   vista 5781 volte


SI INTITOLA "Q.P.G.A."E RACCONTA CHE COSA E'SUCCESSO ALLA COPPIA DI "QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE". ECCO, IN ANTEPRIMA, I PASSI PIU' BELLI.

Foto dell'Articolo - Acquista su: ibs.it  - La Feltrinelli.it

DI CLAUDIO BAGLIONI


Andrea, architetto romano che vive a Parigi, dopo molti anni ritorna nella sua città. In libreria, per caso, trova un romanzo. Leggendolo, a poco a poco scopre che l'autrice, Giulia, racconta la storia di un grande amore: il loro, quello dei 20 anni, il primo della vita. Giulia e Andrea poi si sono persi, ma il ricordo resta.

"Andrea si voltò. Lei era lì. Luminosa come Vega, fresca come la prima pioggia d'agosto, invitante come una spiaggia all'imbrunire, quando le sdraio sono vuote e gli ombrelloni puntellano un cielo appena ingombro di tramonto. Lei spalancò gli occhi. Lui vi cadde dentro. Per la prima volta precipitare aveva l'effetto di risalire in superficie dopo una lunga apnea. "Io sono Andrea. E tu?". "Io no". Quello sul viso di Andrea era il punto interrogativo più curvo e sudato che lei avesse mai visto. "Giulia. Sono Giulia". Andrea sorrise e scrollò la testa" (...)

(...) "L'aria pungeva, ma Andrea e Giulia non la sentivano.

Se ne stava in disparte, come la voce della città. Un brusio sommesso e conciliante, di televisore acceso in un appartamenteo lontano. Avrebbero potuto restare così ore, sdraiati uno accanto all'altra. Teste affiancate, occhi a indovinare l'ordito di quel soffitto di rami e foglie, piedi orientati verso opposti punti cardinali. Il tempo passava. Ma non di lì" (...)

(...) "Si avvicinò a Giulia. La fissò per un lungo, doloroso, istante.

Chiuse gli occhi e, senza dire una parola, la baciò. Un bacio lungo e soffice; amaro come il rimpianto e fragile come la speranza; grave come il peccato e leggero come il perdono; indelebile come il passato e incontaminato come il futuro.
"Cosa significa?" chiese Giulia. "Significa che ti amo, Giulia. Ti amo. Tutto quello che mi hai detto è vero. Mi sono comportato come un cretino. Non ho scuse. Mi dispiace. Darei qualunque cosa per poter tornare indietro. Per cancellare tutto dell'altra sera e ricominciare da capo. Qualunque cosa! Ti ho mentito su tutto, perchè non sopporto nulla di questa realtà. E qualche volta non sopporto nemmeno me stesso. Per questo disegno. Perchè il futuro abbia i tuoi occhi, il tuo sorriso, il suono della tua voce. Ho avuto paura. Paura di perderti, ancora prima di trovare il coraggio di dirti che, da quando ti ho visto la mattina della manifestazione in quel bar, non sono riuscito a pensare ad altro che a te. E' la prima volta che mi succede. Giuro!". (...)

(...) "Andrea si fermò. Si chinò. Raccolse un pezzo di mattone.

Si avvicinò al muro e scrisse"Q.P.G.A.". "Ecco". "Cosa significa?". "Qui Passarono Giulia e Andrea". L'ho scritto sulla pelle della città per affidarlo a lei. Sarà lei a custodirlo per noi. Se è eterna come dicono, allora lo sarà anche la nostra storia". Giulia guardò Andrea. Si avvicinò al muro. Passò il dito sulla pietra arrossata dalla scritta. Lentamente risalì la corrente delle lettere, dall'ultima alla prima. Cercava la sorgente delle parole. "Amore Grande Per sempre Qui.." disse con un filo di voce". (...)

(...) "Là" disse Andrea, indicando un capanno.

Ora o mai più, pensò Andrea. Ora o mai più, pensò Giulia. La porta fece il giusto grado di resistenza. Quella che serviva a capire che certe cose si possono ottenere, ma che bisogna comunque conquistarsele (...)

(...) Andrea chiuse gli occhi e appoggiò le sue labbra alle labbra di lei.

"E adesso?". Giulia annuì, senza staccare le labbra da quelle di Andrea. Non era pioggia: era marea. Un'onda leggera e dolce, che si allungava sulla battigia della sua bocca. Andrea sapeva di salsedine e maestrale. Giulia si sentiva in cima a una scogliera, avvolta dal vento del suo sguardo e accarezzata dagli spruzzi di un'acqua docile e trasparente come i suoi pensieri. Lo guardò. Sorrise di rimando, chiuse gli occhi e si tuffò. Lui allargò le braccia e divenne Oceano. La corrente trascinava via. Impossibile resistere. Mareggiata e costa: questo erano. Cavalieri su destrieri di vento e roccia che si fronteggiavano all'ultimo assalto. Poi, il silenzio. Improvviso. Quando Andrea aprì la porta del capanno, il vento li annusò. Avevano l'uno l'odore dell'altra" (...).

(...) "E' tutta colpa di questo maledetto militare...

Ma ci pensi che fino a ieri ero nelle piazze a urlare "Fermate la guerra nel Vietnam", "Mettere dei fiori nei vostri cannoni" e domani dovrò indossare una divisa, imbracciare un fucile, imparare a sparare e dire "Sissignore!"? Sembro quello di "C'era un ragazzo"...
Dai, cerchiamo almeno di non rovinarci l'ultima sera...Anche per noi, domani comincia una battaglia decisiva" (...)

(...) "La nostra foto mi guarda. Non la lascio mai.

La porto sempre con me. Mi piace la faccia che fai. E poi sei spettinato come quella volta al bar. Che buffo che eri. Hai un bel sorriso, sai? E gli occhi..." (...).

(...) "Per la prima volta da settimane, si trovavano a meno di un metro l'uno dall'altra, eppure non erano mai stati così lontani.

Lontani nei pensieri. Negli sguardi che non si incrociavano mai. Li divideva un silenzio invernale. Un silenzio che nessuno era capace di infrangere. E la consapevolezza che l'amore è come la marea: quando si ritira, sulla spiaggia lascia solo detriti. Più si è stati vicini, più ci si vuole lontani. Che quell'amore non ci fosse più era l'unica cosa che ancora li legava. Era evaporato, come acqua al sole. E ora lo guardavano mentre tramontava alle loro spalle, come il sole dietro quelle della città".

Foto dell'Articolo - Acquista su: ibs.it  - La Feltrinelli.it  - PDF Ufficiale

Trascrizione a cura di Sabrina Panfili


su RSSFeed
in Twitter
iscriviti
Calendar
<< Ottobre 2018 >>
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        


Ricevi le news via mail:

Delivered by FeedBurner



Cerca nelle notizie













Le ultime news
29/12/10 - 17:39 Comunicazione cambio FEED
02/12/10 - 09:52 Baglioni, Fiorini: roba de Roma
01/12/10 - 16:38 Acquista il Baglioni MP4
01/12/10 - 10:06 Via Baglioni a Perugia
30/11/10 - 19:05 Vuelve el gurú del amor
30/11/10 - 13:16 DVD per Parole di Lulù


I più cliccati
23/01/08 - 16:52 Lettera a CLAB
20/06/07 - 21:07 Materiale Clab 2007
12/09/07 - 01:28 Dvd Tutti Qui
06/11/07 - 09:13 Claudio Live a Milano
22/11/07 - 13:04 Scarica il Calendario
17/12/08 - 09:02 Vota Claudio Campione2009


Ricevi le news via email
 
Commenti degli utenti
doremifasol.org