Home / Stampa / Claudio Baglioni – dalla musica alle parole

Claudio Baglioni – dalla musica alle parole

Claudio Baglioni – dalla musica alle parole: da “Capitani Coraggiosi” ad “Inter Nos”

“Inter Nos”, un progetto fatto tutto di parole, che arriva dopo “Capitani Coraggiosi” fatto tutto di musica. Si tratta di una raccolta di tutti gli ‘status’ pubblicati dall’artista sul suo social network da cinque anni a questa parte

Articolo di FLAVIA TARTAGLIA

“Scrivo molto di rado: è vero. Non solo perché ho poco tempo ma anche perché vorrei scrivervi sempre qualcosa di assolutamente speciale. Di veramente nuovo per ogni volta in più, di così proprio vecchio che si è dimenticato o di così segreto che non si è mai saputo. Di così tanto bello che non si è ancora visto… Che sia motivo di stupore e meraviglia […] Di raccontarci musica e parole e storie della vita. Tra tutti e, in special modo, tra di noi. Inter nos”, il pensiero che Claudio Baglioni scriveva il primo giorno di questa estate è solo uno dei tanti ‘post’ che il cantautore romano condivide periodicamente sulla sua pagina Facebook.

Ed è proprio quel latino modo di dire, “Inter Nos”, col quale si intende qualcosa di intimo che va da un capo all’altro di un filo, di un legame, a diventare il titolo di un volume pubblicato da Bompiani ed in vendita nelle librerie dal prossimo 5 novembre.

Si tratta di una raccolta di tutti gli ‘status’ pubblicati dall’artista sul suo social network da cinque anni a questa parte. Cinque anni di post, con i quali Baglioni comunica la sua visione elegante e profonda delle cose e dunque risultano ‘status poetici’, sia per la genialità di cui sono frutto sia visivamente in quanto scritti come fossero dei versi, condivisi con il popolo dei social, che, proprio come le sue canzoni, offrono tutti i modi per rispecchiarsi e far riflettere sul mondo di ‘fuori’ e sul mondo di ‘dentro’. Perché quella di Baglioni da sempre è una ‘voce interiore’, sebbene sia esternata attraverso mezzi di comunicazione come la musica o, in questo caso, semplicemente le parole.

Il rapporto del cantante (autore, musicista, compositore, interprete, scrittore, architetto) con Facebook inizia con la stessa voglia di tutti di condividere le cose del proprio quotidiano con amici-lettori-fans. Inizialmente Baglioni pubblica le sue righe sul suo profilo personale, successivamente il suo spazio diventa una pagina. Ad ogni nuovo ‘status’ centinaia e centinaia di lettori interagiscono con commenti che l’artista legge talvolta ammirato, come esterna in uno dei suoi post: “Sono orgoglioso di quello che leggo nei vostri commenti. C’è da essere fieri che in un sistema sociale così variegato ci siano ancora parecchie persone che pensano e scrivono belle parole, che non hanno paura della bellezza, dell’altezza e della profondità, che sembrano in controtendenza mosche e mosconi bianchi […] Se uno di noi, fosse pure per gioco, si desse da solo i gradi di capitano, non potrebbe che augurarsi di avere con sé un piccolo, ammirevole esercito di soldati scelti, così come voi”.

Il nuovo progetto fatto tutto di parole arriva dopo l’ultimo fatto tutto di musica: “Capitani Coraggiosi”, i 12 concerti evento di cui due destinate ad uno speciale tv andato in onda su Rai1, tenutisi al Centrale del Foro Italico, in cui Claudio Baglioni e Gianni Morandi si sono esibiti per la prima volta insieme. Il titolo dello spettacolo è il nome dell’ultimo brano scritto da Baglioni e cantato in coppia con Morandi ma è anche un invito che gli artisti rivolgono a se stessi e a tutti quelli che hanno bisogno di trovare il ‘coraggio’ perché “I Capitani Coraggiosi– spiega Baglioni- sono quei visionari senza i quali il mondo non sarebbe mai andato avanti e non avrebbe visto nient’altro che quello che c’era”.

Nei 12 appuntamenti l’inedito duo ha ripercorso il repertorio dei rispettivi successi che, detta ‘inter nos’, non sono altro che il racconto di 50 anni della storia della musica italiana! Le serate, accompagnate da un gruppo di 21 musicisti , cinque coristi (quest’ultimi: Rossella Ruini, Serena Caporale, Serena Bagozzi, Claudia Arvati, Frankie Lovecchio), numerosi ballerini ed ospiti d’eccezione, su un allestimento scenografico progettato da Baglioni e su una base di ironia e sensatezza, hanno toccato picchi di ‘lirismo’, proprio come gli interventi lirici di Rossella Ruini a strabiliare le canzoni con battiti di altezza e profondità.

Ad applaudire i due ‘capitani’ un sold out di 8mila persone ogni sera, tra cui anche personaggi di spicco del mondo dello spettacolo e della politica.

[di Flavia Tartaglia per Artementenotizie]

Per Bompiani ha pubblicato “Senza musica” (2005), la raccolta degli articoli autografi pubblicati dalle principali testate italiane tra il 1974 e il 2005.

Cerca INTER NOS su Amazon.IT

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


1 Commento

  1. Grazie capitano Claudio e capitano Gianni vi voglio bene lunga vita a voi CHE DIO VI BENEDICA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.