Home / 50 anni al Centro / #Livorno La prima notte magica di Claudio Baglioni

#Livorno La prima notte magica di Claudio Baglioni

Modigliani Forum in estasi per lo show “Al Centro” che celebra cinquant’anni di carriera dell’artista. E stasera si replica

LIVORNO.Il palco è al centro, il pubblico lo “abbraccia”. Emozioneche cresce di nota in nota, di parola in parola. Si intitola appunto “Al Centro” questo concerto spettacolo che ieri (si replica stasera con un’altra notte magica) ha conquistato Livorno dopo tante altre città italiane. Livorno dove Baglioni è di casa perché dal 2004, quando inaugurò ufficialmente il palazzetto di Porta a Terra, si è esibito parecchie volte.

Non poteva mancare quindi la nostra città nel tour “Al Centro” che è la festa con cui Claudio Baglioni celebra i suoi 50 anni di carriera e la festa del suo pubblico: dalle ragazzine che magari accompagnano i genitori alle nonne, nonne che hanno l’età più o meno del loro beniamino (68 anni a maggio) e che quella copertina del 45 giri “Questo piccolo grande amore” ancora la conservano tra i cimeli dell’adolescenza.

E in mezzo fan di ogni età, generazioni che si intrecciano, i cartelloni e gli striscioni che uniscono, grida e applausi, il tributo entusiasta a un mito della musica italiana.

«Non mi sono persa un suo concerto, – spiega Laura, 62 anni, insegnante – fa parte della mia storia. E apprezzo anche molto il personaggio, un uomo che soprattutto ultimamente non ha avuto paura di schierarsi con i più deboli, contro la cattiveria di questa nostra società».

Dalla poesia delle canzoni è affascinata Luisa, 38 anni, infermiera: «Me lo ha fatto apprezzare la mia mamma. Anche se quando ero ragazzina c’erano altri i cantanti italiani che “usavano” di più a me Baglioni è sempre piaciuto e sono andata a risentire anche le sue vecchie canzoni. Mi piace come personaggio e come riesce a parlare d’amore senza essere sdolcinato».

E “Al Centro”, il brano su cui è costruito questo tour e che è una sorta di omaggio al pubblico, riesce a colpire al cuore senza stucchevolezze. È in coda a una scaletta che, fra ballerini in costume e coreografie a tema, ripercorre in ordine cronologico i più grandi successi dell’artista.

Un viaggio lungo e appassionato, oltre trenta canzoni, da “Questo piccolo grande amore” e “Porta Portese” a “Mille giorni di me e di te”, da “Io me ne andrei” a “Tutti qui”.

E non c’è brano che il pubblico non provi a cantare con Baglioni, in una sintonia che rende il concerto perfetto, i telefonini a caccia dello scatto e del video da conservare nella memoria, il palazzetto intero che sembra davvero abbracciare il suo beniamino e incitarlo, festeggiarlo e salutarlo.

Un grande show insomma (prodotto da Friends & Partners e la tappa livornese è organizzata da Leg “Live Emotion Group” srl) e un Claudio Baglioni gigante che cavalca come un ragazzo il suo mezzo secolo di carriera.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.