Home / Stampa / Baglioni:60 anni e tanta musica

Baglioni:60 anni e tanta musica

CLAUDIO BAGLIONI – Il celebre cantautore italiano Claudio Baglioni quest’oggi festeggia il suo 60° compleanno. Tanti auguri! (lascia i tuoi auguri cliccando qui)

Claudio Baglioni nasce a Roma il 16 maggio 1951. Inizia a studiare chitarra e pianoforte sin dalla tenera età e a 14 anni vince un concorso vocale nella sua città, poco dopo ottiene il suo primo contratto discografico e incide il primo 45 giri “Una favola blu“, mentre nello stesso anno esce il suo primo album “Claudio Baglioni” che riscuote scarso successo. Scrive alcune canzoni per Mia Martini e Rita Pavone, compie una breve tournèe in Polonia, finchè nel 1972 giunge al successo con l’album “Questo piccolo grando amore“, che vende oltre 800 mila copie e verrà nominata canzone del secolo durante il Festival di Sanremo del 1985.
L’anno seguente sposa Paola Massari, già sua collaboratrice e compositrice, e la notizia delle nozze verrà tenuta nascosta alcuni anni per non deludere le sue fans e nello stesso anno pubblica un quarto album, “Gira che ti rigira amore bello”, che non riscuote il successo del precedente, pur contenendo alcuni dei brani più famosi della sua carriera. Nel 1974 a Parigi pubblica “E tu” che lo porterà alla ribalta internazionale e gli farà vincere il Festivalbar.
Dopo alcuni anni di silenzio nel 1981 esce “Strada facendo“, oltre un milione di copie vendute, mentre l’anno dopo sua moglie mette alla luce Giovanni cui dedicherà la splendida canzone “Avrai”, trampolino di lancio per un tour negli stadi della penisola, cosa mai sperimentata da nessun cantante italiano, che trasformerà ogni suo concerto in un evento di massa, capace di raccogliere oltre un milione di persone. Alla fine di quell’anno pubblicherà un doppio cd live dal titolo “Alè-oo” (oltre un milione di copie vendute).
Nel 1985 esce il suo capolavoro, “La vita è adesso” che vende oltre 1.200.000 copie e darà il via a un’altra tournèe di enorme successo, finchè nel 1988 partecipa ad un concerto di Amnesty International a Torino, dove partecipano personaggi impegnati socialmente e del calibro di Youssou N’Dour, Sting, Peter Gabriel e Bruce Springsteen ma, al momento della sua esibizione, verrà sonoramente fischiato dal pubblico, poichè ritenuto inadatto. Tale evento scuote il giovane Baglioni tanto da tenerlo lontano dagli stadi per diversi anni e, come se non bastasse, divorzia dalla moglie Paola.
Nel 1990 pubblica “Oltre“, lavoro discografico ritenuto spartiacque nella sua carriera, dove abbandona i toni nostalgici per inaugurare una nuova fase di sperimentazione sia musicale che testuale e che raggiungerà la sua maturità nel 1995 con “Io sono qui“. Diventa un personaggio sempre più amato e richiesto, anche in televisione, partecipando a trasmissioni quali “Quelli che il calcio”, “Anima mia” insieme al conduttore Fabio Fazio.
Nell’ultimo decennio non sono mancati altri album di succeso: si ricordi “Crescendo e cercando” del 2005, “Quelli degli altri tutti qui” del 2006, “Buon viaggio della vita” del 2007 e “Q.P.G.A.” del 2009. Lo scorso anno prende il via il suo ennesimo tour mondiale donde nascerà l’utlimo album live “Per il mondo. World Tour 2010“.

FONTE

redazione

La redazione di doremifasol.org e saltasullavita.com è composta da tanti amici ed appassionati della musica di Claudio Baglioni. Un grazie a loro per il lavoro e l'aiuto apportato a questo portale - Per scrivere alla redazione usare wop@doremifasol.org - Capo Redattrice e coordinatrice: Sabrina Panfili [Roma]

Potrebbe interessarti anche:

 



1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.