Home / Foto / In diretta da Italia loves Emilia

In diretta da Italia loves Emilia

Il gran giorno è arrivato: il Campovolo di Reggio Emilia è pronto ad accogliere le 150mila persone arrivate in città per il maxi-concerto di beneficenza a favore dei terremotati della nostra regione. Tredici big della musica italiana si alterneranno sul palco, l’uno dopo l’altro, per quello che non è azzardato definire un nuovo Live Aid. Un cast d’eccezione, con Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Jovanotti, Ligabue, Litfiba, Mannoia, Negramaro, Nomadi, Renato Zero e Zucchero. Tutti, o quasi, arrivati a Reggio Emilia già nei giorni scorsi, per le prove sul palco del Campovolo. Ancora top secret la scaletta del concerto, che verrà rivelata solo nel pomeriggio.

Stanno arrivando in redazione le prime foto e le News in diretta da Campovolo per il concerto Italia loves Emilia

Dopo le foto, in aggiornamento continuo, trovi la cronaca della giornata.

LA CRONACA DELLA GIORNATA

Ore 09,00 – Migliaia di persone hanno atteso l’apertura dei cancelli fin dalle prime ore della mattina. Non appena gli ingressi vengono spalancati, un flusso ordinato – ma chiassoso, e festoso – ha invaso il Campovolo. Italia Loves Emilia è iniziata.

Ore 09.30 – Primi problemi al traffico a Reggio Emilia: pur restando piuttosto scorrevole, iniziano a registrarsi i primi intoppi nella circolazione stradale con la chiusura di via Adua. I primi rallentamenti si sono verificati all’incrocio tra l’arteria che porta al Campovolo e via Makallè.

Ore 10,00 – Gli organizzatori dell’evento, Claudio Maioli e Ferdinando Salzano, hanno diffuso una nota in cui “consigliano vivamente di recarsi al Campovolo entro le 16 per evitare ingorghi e congestioni di traffico”. “Ricordando che l’inizio del concerto è previsto alle 20 – concludono –  preghiamo il pubblico di non sottovalutare tale comunicazione”.

Ore 10.40 – Traffico sempre più intenso nella zona

Ore 10.50 – Compaiono carri attrezzi nella zona del Campovolo

Ore 11.00 – Il comandante della Polizia municipale di Reggio Antonio Russo: “Al momento la situazione traffico è sotto controllo. Speriamo che la macchina organizzativa regga bene il boom del flusso atteso fra un paio d’ore”.

Ore 11.10 – Già diecimila le persone accorse sotto il palco del Campovolo a Reggio per Italia loves Emilia

Ore 11.30 – Al momento non si registrano grossi disagi. Unico problema sono i soliti venditori abusivi di gadget e magliette: sono arrivate le prime proteste alla Guardia di Finanza. Giornata con un gran sole (quelli in tenda hanno dormito benissimo). Intorno al Campovolo, come previsto, la viabilità è interrotta: girano solo biciclette e pedoni.

Ore 11.40 – E’ Biagio Antonacci il primo a portare il saluto ai fan via Twitter: “Buongiorno a tutti….. Un abbraccio in particolare ai ragazzi che già sono a Campovolo e a coloro che viaggiano per esserci”, ha scritto il cantante a inizio mattinata, che non dimentica il vero motivo per cui tutti sono oggi al Campovolo: “Siete voi che portare aiuto a questo popolo …. Noi siamo solo il pretesto per esserci … Il popolo terremotato deve dire grazie a voi…”.

Ore 12.15 – Info Traffico: in autostrada situazione ancora normale, ma iniziano le code al casello di Reggio Emilia…

Ore 12.35 – C’è chi è qui per lavoro, come Stefania da San Lazzaro di Savena (“ma non vedo l’ora di vedere i miei due cantanti preferiti, Claudio Baglioni e Tiziano Ferro), e chi – come Letizia e Filomena, da Torino – è arrivato ieri sera con i figli e si è sistemato col camper in una via della zona (“Ci piace da morire il Liga, ma siamo qui anche perché é un evento importante”).

Ore 12.37 – Essere qui, per tutti, è quasi una questione ineluttabile (“Sono emiliana, questo è un concerto per l’Emilia” racconta sorridendo Debora, da Reggio Emilia), anche se il proprio artista preferito è stato costretto a dare forfait all’ultimo secondo. Un nutrito gruppo di fan di Laura Pausini, infatti, avanza verso l’ingresso, armato di striscioni e magliette autoprodotte: “Laura c’è”, recitano le t-shirt. Arrivano tutti da Castelfranco Emilia, raccontano di non aver subito danni alle loro case, e di volerci essere “per gli artisti e per i terremotati”. La Pausini non sarà sul palco, ma i suoi fan – eccezionalmente, per una volta sola – non ne sentiranno la mancanza. VIDEO

Ore 12.38 –  C’è anche chi lamenta problemi organizzativi causati dalle norme sulla stampa dei biglietti (“Siamo arrivati fin sotto al palco, e siamo dovuti tornare indietro”, spiega Andrea da Roma), e chi è in piedi dalle 4 del mattino per arrivare in tempo: “Vengo per Luciano e perché questo è un evento di beneficenza – spiega Antonio da Città di Castello, in Umbria – Mi fido degli organizzatori, so che i fondi raccolti nell’evento andranno davvero ai terremotati. Anche nella zona dell’alto Tevere, da dove arrivo, si sono organizzate diverse iniziative di solidarietà: per una volta, l’Italia mi è sembrata davvero unita”. VIDEO

Ore 12.40 – Aria di festa ed allegria con fans che intonano canzoni dei loro beniamini VIDEO

Ore 12.45 – Continua il flusso dei fan verso il Campovolo, mentre le altre zone di Reggio Emilia appaiono quasi deserte. Atteso tra circa un’ora il picco delle affluenze. Si segnalano rallentamenti all’ingresso del casello di Reggio Emilia in A1.

Ore 12.50 – Anche Giorgia e I Nomadi salutano i fans via Twitter: “Buongiorno! E’ arrivato è oggi… Campovolo per l’Emilia, ci vediamo lì. Tutti” scrive la cantante romana, mentre la band reggiana posta un “stasera tutti al Campovolo di Reggio Emilia per Italia Loves Emilia!”.

Ore 13.00  – Segnalati 3 km di coda dall’uscita dell’autostrada da Parma fino a via del Chionso, ma il traffico in tutto il resto della “zona rossa” sembra sotto controllo.

Ore 14.15 – A poche ore dall’inizio del concerto, il pubblico sta affluendo copiosamente ( è appena stata toccata quota 22mila persone) come testimoniato dal video diffuso dallo staff di Italia Loves Emilia. VIDEO

Ore 14.30  – Grossi problemi di viabilità per i fans provenienti dal Sud Italia. Un grosso incidente stradale, all’altezza di Firenze Scandicci, provocano circa dieci chilometri di coda. Autostrade per l’Italia consiglia di uscire a Pisa.

Ore 14.35  – Temperatura piuttosto calda, sole e lieve brezza di tanto in tanto. Tutto sommato gradevole l’attesa.

Ore 15.00 – Un lungo serpentone di persone, sta entrando in modo ordinato e allegro dai cancelli del Campovolo. Per il momento sembra ottima l’organizzazione, garantita da centinaia di persone, e la situazione è molto tranquilla. Il traffico autostradale si è intensificato e, in prossimità del casello di Reggio Emilia, ci sono brevi code. Rimane chiusa l’uscita della tangenziale Aeroporto. I parcheggi contano circa 45.000 auto e 100 pulmann. Alle ore 14,00 hanno raggiunto il Campovolo circa 50.000 persone. La Centrale Operativa del 118 ha effettuato 48 interventi e 1 trasporto al Pronto Soccorso dell’Ospedale S. Maria Nuova.

Ore 15.05 – Ancora critica la situazione del traffico. La polizia municipale segnala tre chilometri di coda lungo la tangenziale di Reggio Emilia, lungo la quale tutti gli svincoli sono bloccati. Difficile la situazione anche al casello dell’A1: gli agenti consigliano di preferire le uscite di Modena e Carpi.

Ore 15.16 – Una foto postata da Jovanotti sul suo account Twitter annuncia una sorpresa nella quale molti avrebbero sperato: un finale corale di tutti gli artisti che partecipano al concerto. Link Foto

Ore 15.20 – Situazione Meteo: 23°C a Reggio Emilia; dopo una massima di 24, previsti 20°C all’inizio di Italia Loves Eemilia, 15-16°C a mezzanotte.

Ore 15.40 – Continua la diretta Streaming di Tele Reggio da Campovolo Clicca qui

Ore 15.41 – E’ ancora Jovanotti, sempre via Twitter, a dare una bella notizia al pubblico di Italia Loves Emilia, riferendosi a una vicenda accaduta ieri. “Mentre proviamo è nato Rocco il figlio del mio tastierista che è qui sul palco.Benvenuto Rocko!!!”, ha cinguettato Lorenzo.

Ore 15.50 – Renato Zero twitta un “stasera tutti per l’Emilia”.

Ore 15.51 – 14 chitarre firmate da ogni artista verranno messe in vendita su EBAY e il ricavato sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto. Ve ne daremo notizia su doremifasol.org a tempo debito. FOTO

Ore 16.30 – Al casello di Reggio Emilia sull’A1 è segnalato un chilometro di coda, con inevitabili ripercussioni sulla viabilità ordinaria nella zona. Secondo quanto dichiarato dal vicequestore Capocasa, i parcheggi di via del Chionso e di Villa Curta sarebbero esauriti. Nell’area del concerto sono arrivate 80mila persone.

Ore 16.40 – Anche Vasco Errani, presidente della Regione Emilia Romagna e commissario straordinario per la ricostruzione post-sisma, è arrivato a Italia Loves Emilia.

Ore 17.05 – Gli artisti sono entrati in sala stampa annunciati dal suono delle cornamuse: tutto è pronto per la presentazione ufficiale del concerto

Ore 17.20 – Situazione critica in autostrada: vi sono code da Terre di Canossa-Campegine fino a Reggio Emilia per chi proviene da nord, e ben 8 chilometri di coda nella zona tra Modena Sud e il casello reggiano.

Ore 17.25 – Errani: “Il ricavato di questa serata andrà alla ricostruzione delle scuole, non sprecheremo nemmeno un euro”

Ore 17.30 – Confermate le indiscrezioni del pomeriggio: l’ospite internazionale della serata sarà Jeff Beck. Salirà sul palco assieme a Zucchero, Fiorella Mannoia ed Elisa per interpretare “Madre dolcissima”

Ore 17.35 – Come già era accaduto per “Amiche per l’Abruzzo”, dalla serata di Italia Loves Emilia verranno realizzati un cd e un dvd, il cui ricavato andrà in beneficenza.

Ore 17.38 – Ligabue ha ricordato Vasco: “Non l’ho sentito, ma credo che in questo momento lui abbia cose più importanti a cui pensare. E poi noi, qui, abbiamo un altro Vasco”, ha aggiunto, indicando Errani.

Ore 17.40 – Jovanotti: “Sarei venuto anche da Marte” per partecipare al concerto, ma “ero solo a New York”. Annunciato un duetto con Renato Zero, una “Amico” in versione dub-reggae, e “Il mio nome è mai più” assieme a Ligabue e Piero Pelù, oltre che con Fiorella Mannoia, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Elisa e Giorgia.

Ore 17.45 – Arrivano le prime cifre raccolte dagli organizzatori: 3 milioni e 800 mila euro lordi raccolti dalla vendita dei biglietti. L’Emilia-Romagna è la regione che ne ha acquistati di più con 46.562, poi la Lombardia con 29.498.

Ore 17.50 – Beppe Carletti dei Nomadi ha raccontato la sua grande emozione per il concerto: “Quando ho visto il palco ho avuto un colpo al cuore: ‘ma qui hanno costruito un condominio!'”, ha detto.

Ore 17.54 – Per Claudio Maioli, la scelta di Sky come tv ufficiale è stata dettata dalla possibilità di trasmettere il concerto senza interruzioni. Per lo stesso motivo è stato realizzato anche un palco doppio.

Ore 17.55 – Il finale corale sarà sulle note di “A muso duro” di Pierangelo Bertoli: a dare l’annuncio in conferenza stampa è stato Claudio Baglioni. Sul palco anche il figlio del cantautore scomparso.

Ore 17.59 – La cornamusa torna a essere protagonista delle gag degli artisti in conferenza stampa all’inizio dell’intervento di Elisa. La cantante friulana si esibirà con due cori: uno di voci bianche e uno giovanile per una parte maggiormente gospel.

Ore 18.02 – Biagio Antonacci ha annunciato che, sul palco, salirà assieme a lui una ragazza di Mirandola: leggerà una poesia scritta subito dopo il sisma.

Ore 18.05 – Fiorella Mannoia  e Giuliano Sangiorgi annunciano il loro duetto: “Anna e Marco” di Lucio Dalla

Ore 18.07 – Tiziano Ferro racconta di sentirsi il “pulcino” della compagnia: “Sono il più piccolo della compagnia,ho i dischi a casa di tutti.Venendo qui sul pulmino ci pensavo”. Avrebbe duettato con la Pausini, ma lei ha dovuto rinunciare per la sua gravidanza: “Sono contento per lei”, ha detto Tiziano.

Ore 18.12 – Traffico praticamente in tilt da e per Reggio Emilia: segnalati 9 km di coda in direzione nord (con provenienza Bologna) e due km di coda in direzione sud (con provenienza Milano) lungo l’Autosole. Traffico bloccato lungo la tangenziale e nella zona del Campovolo, scorrevole nel resto della città.

Ore 18.13 – La conferenza stampa è terminata.

Vi ringraziamo di essere stati fino ad ora su doremifasol.org, buon Italia love Emilia a tutti

Cronaca a cura di doremifasol.org, saltasullavita.com, Reggioonline.com, Gazzetta di Reggio e 24emilia.com

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



1 Commento

  1. Un concerto stupendo è meraviglioso grazie ai grandi artisti che ci sono stati in particolare il GRANDE CLAUDIO BAGLIONI, Claudio con il pensiero sono stata vicino a tè ascoltandoti alla Radio GRANDE E’ ASSOLUTAMETE unico.
    Una tua amtissima fan!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.