Home / Stampa / Baglioni invita alla speranza

Baglioni invita alla speranza

di Pippo Augliera

Claudio Baglioni realizza finalmente un altro suo desiderio e pubblica il 20 novembre l’album Un piccolo Natale in piu’, nel quale interpreta 26 canzoni ispirate alla celebre festivita’, disponibile in tutti i negozi di musica e gia’ presente negli store digitali, su etichetta Columbia/Sony Music.

Il brano che dà il titolo alla raccolta a tema è stato scelto come singolo di lancio, ed è possibile già ascoltarlo alla radio. Si avvale di una versione in italiano, curata dallo stesso cantautore, della struggente “Have yourself a merry little Christmas”, portata al successo da Judi Garland e successivamente da Frank Sinatra.
Il testo, intimista e di spessore, è un invito alla speranza, ad affrontare e superare i momenti bui della vita.

Per Baglioni rappresenta un ritorno alle origini, quando, nei primi anni ’70 ha affrontato delle tematiche legate alla spiritualità, componendo brani come “Gesù è mio fratello” per Mia Martini ,“Fratello Sole, Sorella Luna” per l’omonimo film di Franco Zeffirelli dedicato a S. Francesco o “Notte di Natale”, il suo secondo 45 giri dove raccontava la storia triste di un amore finito, amplificata dallo scandire di ore che dovrebbe dare il posto alla pace e alla gioia.

Claudio Baglioni ha anche utilizzato il suo estro creativo, laddove ha ritenuto opportuno, per tradurre alcuni standards come “Il paese bianco di magia” (“Winter Wonderland”), “Tre Re” (“The three kings”), “Viene giù” (“Let It Snow Let It Snow Let It Snow”), “In quel mezzo inverno” (“In the bleak mid-winter”) e “Che bimbo è lui?” (“What child is this?”).

Altri canti sono stati lasciati in lingua originale come: “We wish you a Merry Christmas”, “O Tannenbaum”, “Stille Nacht”, “Jingle bells”, “Tu scendi dalle stelle”, “Coventry carol”.
Altri sono stati impreziositi con gli arrangiamenti di Geoff Westley che dirige magistralmente grandi orchestre, come la Budapest Scoring Symphonic Orchestra, il Budapest Cantate Choir e il Winchester Cathedral Choir: da “Adeste Fideles e “We wish you a merry Christmas” fino all’ “Ave Maria” sia di Schubert che di Gounod. Torna nuovamente questa collaborazione, segnata dal loro capolavoro “Strada facendo” del 1981, che proprio l’anno scorso ha visto una riedizione deluxe, in occasione dei trent’ anni dall’uscita.

Un viaggio decisamente interessante e senza tempo, attraverso un Natale che unisce e rende unito l’universo: ci sono, infatti, “Rocking carol”, un canto ceco, o il tradizionale basco “Gabriel’s message”, inciso pure da Sting. Il booklet conterrà un set fotografico con scatti di Alessandro Dobici e le illustrazioni di Carmine Di Giandomenico e un racconto emozionante dello stesso Baglioni per ricreare un’atmosfera tipica del periodo.

Il disco esce quasi in contemporanea a quello di Rod Stewart, dedicato al Natale, e non mancherà di fare bella mostra di sé accanto ai lavori realizzati precedentemente da artisti stellari come Frank Sinatra, Bing Crosby, Elvis Presley.

Alcuni brani verranno presentati dal vivo nel suo “Dieci Dita”, la serie di concerti che Baglioni terrà, per il secondo anno consecutivo, all’Auditorium Parco della Musica di Roma durante le festività natalizie. Alle date già previste per dicembre (26, 27, 28, 29 e 30), sono state aggiunte per il sold out altre due serate: mercoledì 2 e giovedì 3 gennaio 2013. Fonte articolo

Tracklist e info sul disco cliccando qui

LINKS UTILI ALL’ACQUISTO:

WIDGET SINGOLO: LINK DIRETTO

WIDGET iTUNES: LINK DIRETTO

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.