Home / Stampa / Claudio Baglioni si racconta

Claudio Baglioni si racconta

convoiClaudio Baglioni si racconta, “Con Voi” il suo ultimo lavoro

44 anni dopo la presentazione di Signora Lia, nella stessa sala dello stesso albergo dove tutto ebbe inizio c’è Claudio Baglioni che imbraccia la sua chitarra e sulle note dello stesso brano si racconta.

A distanza di dieci anni presenta un disco di inediti “Con Voi”. Un progetto maturato e costruito in questi ultimi cinque mesi con la presentazione di inediti. “Mi trovo a parlare di un album che non è nato come tale ma come un progetto diverso, di brani composti e messi nel circuito digitale uno dopo l’altro seguendo un percorso che è stato una vera e propria sfida – spiega Baglioni. Devo ammettere che quando si vive una carriera lunga è inevitabile preparare il passo d’addio: dopo che avevo rielaborato “Questo piccolo grande amore”‘ avevo pensato di lasciare senza troppi piagnistei.

Pensavo che essere rimasto dieci anni senza un disco di inediti significasse che ero solo alla ricerca di un gran finale e di un nuovo lavoro. Ma poi mi sono reso conto che proprio negli ultimi anni avevo scritto tantissima musica sul pentagramma, appunti, spunti, frasi su fogli volanti o su tovaglioli di carta. E così, insieme a due o tre strettissimi collaboratori, ho cercato di combinare musica e parole, il diavolo e l’acqua santa”.

Con Voi è un album complesso, pieno di citazioni e di autocitazioni, da Puccini al suo “Oltre“, passando per “Lorenzo il Magnifico. “Quant’è bella giovinezza…”. “Una volta scrivevo- continua Baglioni – canzoni che esprimevano il concetto che il futuro è il nostro tempo migliore, ora mi viene da pensare appunto che del doman non v’è certezza”. Ultima traccia del disco è “Isole del sud” in cui si affronta il tema dell’eterno migrare dell’uomo. E su queste parole che Baglioni spiega di OScià. “Come cittadino sono molto scoraggiato. Anzi sono decisamente sfiduciato. Non credo che ci sia più una soluzione vera.

In questo caso il tempo è importante e le cose non possono essere risolte in ogni tempo. Una cosa del genere doveva avere un atteggiamento più importante da parte della politica e più approfondita da parte dell’opinione pubblica. Invece è stato affrontato malamente, con poca responsabilità, dalla politica italiana in particolare. E’ inutile prendersela con l’Europa. Credo che sia un problema di convivenza e di identità. Non sappiamo fare niente perchè non sappiamo chi siamo. Non c’è una persona che abbia fatto veramente qualcosa – aggiunge.

Un fiume in piena Baglioni che parla del suo mestiere, talent show e musica. ” Continuo a pensare che senza un’editoria forte non si può fare il mio mestiere. Discutere il diritto d’autore è un passo verso la barbarie”. E conclude: “Premesso che siamo tutti in contraddizione perchè la maggior parte di noi cantanti va ospite nei talent, quello che non mi piace è la tendenza all’omologazione degli interpreti, la poca importanza che si dà alla composizione e il fatto che i concorrenti ruotino di anno in anno. Per quanto riguarda l’altra tv, ormai siamo diventati il popolo del medley, ammalati del passato e di reducismo. Il bello è che la colpa è anche mia perchè sono stato il primo con Fabio Fazio ad “Anima Mia” a riportare in tv questo tipo di nostalgia”.

Carmen Guadalaxara

Segnaliamo le date del tour in Campania e Lazio: 4 e 5 Marzo Palamaggio Caserta – 18,19 e 20 Marzo Palalottomatica Roma

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.