Home / Stampa / La vista della reggia toglie il fiato

La vista della reggia toglie il fiato

reggia_di_caserta

«Sono legato a Napoli, alla Campania. Nel secolo dei Lumi Napoli era una capitale culturale. E che dire di Caserta e della sua Reggia: la sua vista toglie il fiato, oggi come allora. Neanche Versailles dona questo colpo d’occhio». Così Claudio Baglioni che stasera,  sarà Caserta per la seconda data Campana del suo «ConVoi Tour» al Palamaggiò di Castelmorrone. C’è un legame stretto tra l’artista e la Campania, una terra a cui ha dedicato sempre grande attenzione: nel settembre del 1998 (in occasione di un suo live allo Stadio San Paolo) travestito da clochard, si divertì per quasi un’ora a suonare in incognito nella galleria Umberto I di Napoli racimolando 12.700 vecchie lire.

Ma la lista delle «notti di note» che ha dedicato alla nostra regione è lunga, come quando suonò – sempre nel 1998 – su un tram lungo la tratta del lungomare o come quando incantò solo piano e voce nel dicembre del 2001 la platea del San Carlo. Uno dei suoi primi brani composti «Ci crederesti se?» fu cantato e portato al successo dagli Showmen. Oggi il viaggio di Baglioni continua con questo suo nuovo tour. In scaletta, oltre al suo canzoniere da record, i brani tratti dall’ultimo cd, nati tra maggio e ottobre 2013 e pubblicati sul web.

«L’energia della musica per animare il cantiere della ricostruzione e farci ritrovare speranza nel futuro e voglia di ripartire», questo il senso di questo «ConVoi Tour», il progetto che lui stesso ha presentato a Sanremo. «Poche cose più della musica possono trasmetterci l’energia di cui abbiamo bisogno per ripensare valori e ideali, ritrovare la fiducia in noi stessi e nel futuro e, soprattutto, la voglia e la forza di ripartire e ricostruire. “ConVoi”‘ vuole essere il brano simbolo di questa rinascita. Un lavoro di ricostruzione che deve realizzarsi attraverso un percorso comune, da affrontare – appunto – con voi».

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.