Home / In evidenza / XVII Raduno Clab – Solo con chi?

XVII Raduno Clab – Solo con chi?

E no caro Claudio, così non va! Facile predicare, ma…

Sai che sono abituato a dire sempre quello che penso senza paura e senza peli sulla lingua.
Non sono un’ipocrita. Mai amato l’ipocrisia, le false persone, chi prima ti parla dietro poi davanti ti fa gli occhi dolci, chi chiede rispetto per la sua disabilità ma non sa (o non vuole sapere) che esistono le piazzole per i diversamente abili e non si occupano le file di sicurezza.

Insomma io sono cosi, prendere o lasciare.

Riavvolgiamo il nastro e partiamo dall’inizio…

Ti va?

Io non sarò mai bravo a dire le cose senza dirle, nasconderle dietro metafore poetiche, come sai fare tu cosi bene. Se ti devo dire una cosa, te la dico chiara e diretta.

Ti va ancora?

E allora come direbbe Bruce Springsteen, il mio mito, in BORN TO RUN:

“…e cammineremo al sole
Ma fino ad allora i vagabondi come noi sono nati per correre”

I TUOI CLABBERS hanno aspettato fermi e tranquilli in una giornata di caldo tropicale.

Il TUO pubblico, i TUOI fans, i TUOI clabbers, quelli di cui ti dici orgoglioso, fiero, erano lì fuori dalle 5 di mattina, pur di essere li CON TE (loro si che ne avevano voglia). Erano lì e hanno aspettato che le porte si aprissero con più di mezz’ora di ritardo (perchè hai finito le prove alle 14,25 e non per colpa dell’organizzazione questa volta); Claudio aspetterà’ che siamo tutti dentro, LUI vuole stare CON NOI…

“Il raduno si chiama CON VOI, vedrai che aspetterà che siamo tutti CON LUI”

Ed invece? Tu non hai aspettato. Hai cominciato da SOLO con SOLO.

Ora mi chiedo (visto che è pure la mia canzone preferita): ma era una presa per il culo o era SOLO un caso?

Fuori sono rimaste più di 500 persone (tutte regolarmente iscritte) e nessuna ha protestato, nessuno ha alzato la voce (me compreso). Ormai non si meravigliano più di nulla.

Per mia scelta entro sempre alla fine, sempre per ultimo, i tuoi collaboratori lo sanno, ci conosciamo bene.

Ieri li ho visti in seria difficoltà quando tu hai cominciato a cantare, quando hai fatto votare senza 500 persone (tanto a cosa serve quel voto?), quando quei 500 non hanno potuto sentire le parole della Signora Barattolo, non hanno potuto sentire cosa diceva la lettera da Lampedusa (era indirizzata anche a loro, lo sai?). Non hanno potuto vedere la tua commozione nel ricordo della Cara Signora Silvia.

Il “buon” Federico, CAPO della Sicurezza – che voleva spiegarmi il regolamento – è stato esilarante. Te lo giuro, caro Claudio, non sapevo se incazzarmi o ridere. Tu, Federico, vuoi spiegare il regolamento a me? Spiegalo al “Signore” che sta cantando senza 500 persone il regolamento, io lo conosco bene.

GRANDE MAGO, stai tranquillo però, poi ci siamo salutati cordialmente e senza astio. Eravamo tutti rassegnati.

Insomma caro Claudio, una caduta di stile, da UNO da cui non te l’aspetti.

Un amico vicino mi ha chiesto: “Tu che parli sempre di Bruce, lui lo avrebbe fatto?” risposta Semplice, Lapidaria e diretta:”MAI”

Non parlo del lato artistico del Raduno, non è mia competenza entrare in questo, il MAESTRO sei tu, almeno in quello.

Ti abbraccio con amicizia e simpatia.

Tony Assante – Tessera Clabber 4865 (regolarmente rinnovata)

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



23 commenti

  1. peccato! si aspetta tanto un raduno e poi…per una cosa o un’altra c’è sempre una vena di amarezza….Claudio fantastico come sempre…allegro,emozionato,instancabile…..mi ha regalato piu di 4 ore di emozione con le sue meravigliose canzoni e con i suoi simpatici interventi…grazie Clà…non finirò mai di ringraziarti e sono orgogliosa e fiera di amare un artista speciale come te…
    mi spiace invece lamentare le solite pecche organizzative….io ero già al mio posto..ma sarà stato veramente deludente essere fuori e non poter assistere l’inizio di un raduno tanto desiderato…non oso immaginare la corsa x l’entrata degli ultimi 500 clabbers ed anke il pericolo scansato…spero solo ke si prendano le giuste misure x migliorare sempre….e devo ammettere ke dopo il disagiato raduno di Fiuggi di miglioramenti ce ne sono stati… x esempio le sedie e l’ordine alfabetico per le file…Allora Claudio….prepara subito il raduno x il 2014!! così gli organizzatori potranno darci dimostrazione di migliori provvedimenti….un abbraccio a tutti….Mary 28068

  2. Cari fans….e basta……!!!io ero tra coloro i quali hanno atteso l’ingresso ….ma non vi pare di esagerare un po’ ….confesso di essere stata un po’ spiaciuta ….. poi la dedizione e l’amore con i quali il grande Cl’audio ha condotto quelle quattro ore meravigliose ……la GENEROSITÀ senza pari….pomeriggio splendido …..e mozioni senza fine…mi inchino di fronte a tanto ….grazie Claudio!!! Un abbraccio granode

  3. Perdonami. Anche io sono abituata a dire quello che penso. Prima di scrivere che non sopporti “chi chiede rispetto per la sua disabilità ma non sa (o fa finta di non sapere) che esistono le piazzole per i diversamente abili e che non si occupano le file di sicurezza” avresti dovuto documentarti un pochino meglio. Non chiedo rispetto per la disabilità, lo pretendo. Se solo ti fossi guardato intorno ti saresti accorto che non c’era nessuna pedana, nessuna zona riservata, niente di niente che garantisse al disabile sicurezza e, dopo, magari anche una buona visuale. Visto hai parlato con il capo della sicurezza potevi farti spiegare da lui perché i disabili in carrozzina di sono ritrovati per più di due ore intrappolati nei corridoi e per quasi tutta la durata del raduno senza riuscire a vedere niente perché tutta la platea era in piedi. Ma, già che non lo hai fatto, te lo dico io. Siamo stati gentilmente accompagnati in platea da personale in giacca e cravatta che ci ha indicato i posti cui potevamo accedere, la pedana non c’era (ti assicuro che in molti l’avremmo preferita) e non ci è stato consentito di essere più centrali perché “ci sono ragioni di sicurezza”. La stessa sicurezza di cui poi tutti si infischiano quando i corridoi vengono regolarmente occupati da chi è perfettamente e completamente abile e ci si stabilisce in piedi per più di due ore. Ora basta. La disabilità non è un privilegio perché “che fortuna voi entrate prima e non fate la fila”. Ti spiattellano ogni volta sacrosante questioni di sicurezza per non farti accomodare più in avanti, più al centro, che poi però magicamente spariscono appena l’idolo di turno inizia ad esibirsi. A quel punto si intasano i corridoi, si intrappolano le carrozzine ma non c’è problema; la loro sicurezza chissà perché non interessa più a nessuno tanto ormai li abbiamo nascosti, non sono visibili e non danno fastidio a nessuno. Credimi, TUTTI scambierebbero volentieri la loro sedia a rotelle con la possibilità di fare 10 ore o più di fila, farsi la loro bella corsa al posto e vedere finalmente uno spettacolo per intero.
    Sono come te, non sopporto l’ipocrisia.
    L’ipocrisia di chi predica sicurezza per i disabili e poi se ne frega che gli stessi esistono, sono lì e vanno rispettati come tutti gli altri.
    Buona vita.

    • La piazzola disabii è un OBBLIGO per agibilità di qualsiasi struttura al mondo. Se non c’era il Raduno non andava fatto. Sono 25 anni che vado a Lourdes e pensa te se non porto rispetto per un disabile. Io mi riferisco a chi si mette di sua spontanea volontà in un corridoio e poi pretende spazio e aria. Non amo l’ipocrisia e mi piace sempre essere chiaro. Ricordo il tuo problema e spero vada meglio. Scusami se hai fraintso, ma chi doveva intendere, ha inteso. In bocca al lupo.

  4. Mi risulta difficile credere che claudio non temga al suo pubblico… non voglio giustificare quello che ha fatto al raduno io tra l’altro non c’ero.. credo che non abbia agito in cattiva fede e che non vada crocifisso fino a questo punto ma basti solo un semplice richiamo

  5. Premesso che per me Claudio in questo raduno ha dato il massimo ed è stato veramente fantastico, l’unica nota stonata è stata come altre volte è successo l’organizzazione. Non ero tra quelli che alle 5 del mattino erano già in fila fuori il Tendastrisce ma a quell’ora la mia sveglia suonava per dare inizio a un giorno tanto atteso… il giorno del raduno… io e le mie amiche arriviamo da Catania a Roma al volo ( letteralmente parlando… ) e verso le 12.00 siamo già in fila sotto il sole cocente. Vedendo la lunga coda il primo pensiero è stato che con l’apertura dei cancelli alle 14 iniziare alle 15 era praticamente impossibile. Tutti speravamo in un ingresso anticipato anche perchè eravamo seriamente a rischio di un’insolazione… E INVECE è successo l’impensabile… non solo hanno ritardato l’apertura dei cancelli ma il raduno è iniziato quando molti clabber erano ancora fuori… Posso ritenermi fortunata di essere entrata solo alla fine della prima canzone che era per l’appunto SOLO… ma non potevo crederci!! ero arrivata in ritardo dopo aver fatto più di 2 ore di fila!! Sono una persona molto calma e paziente ma non vi nascondo che i miei cinque minuti di giramento di p…e li ho avuti. E cosi è andato anche CON VOI, il secondo pezzo… Che ironia!! Poi sul palco è arrivata Rossella con la lettera dei lampedusani a Clà e a Noi e come per magia la stanchezza la delusione e la rabbia sono spariti… Ero li per un pomeriggio insieme al mio grande Clà e il resto non contava più… Claudio è stato fantastico cantando per 4 ore di seguito… Lui quello che doveva fare l’ha fatto e come sempre molto bene… mi dispiace non poter dire lo stesso degli organizzatori… PIERA clabber 20764

  6. Leggendo questo articolo e queste lamentele, sento tanta…. amarezza…. dispiacere…..rabbia e spero tanto che Claudio non le legga, non trovo giusto prendersela con Claudio dei problemi di organizzazione del raduno del Clab!!!! Le 500 persone rimaste fuori mentre Claudio iniziava a cantare non erano fuori per colpa di Claudio!!! forse le procedure per entrare dovevano essere fatte più velocemente dalle persone addette, forse i cancelli dovevano essere aperti molto molto prima, per permettere a tutti di entrare con calma, ma di tutto questo mi dite Claudio che colpa ha? Claudio ha cantato tutto il pomeriggio per i suoi fan alcuni si dovrebbero scusare, e dire solo : GRAZIE !!!!!!

    • Claudio invece dovrebbe leggere perché se è colpa sua allora è bene che veda il malcontento ed i disagi che ha causato. Se la colpa invece non è sua allora è il caso che sappia in modo da prendere provvedimenti con chi di dovere per far si che certe cose non accadano più.
      La mia opinione è che star zitti e far finta di niente, sia cosa peggiore di rimanere fuori ad un concerto.

    • Beh, sinceramente credo che Claudio abbia un po’ di voce in capitolo riguardo all’organizzazione del SUO fan club, scusa!! Mi sembra veramente il minimo!! Non deresponsabilizziamo Claudio solo perché ci sta tanto a cuore e ci siamo affezionati, cerchiamo anche di vedere le cose da un punto di vista leggermente oggettivo!
      Gli uomini sbagliano, Claudio Baglioni è un uomo, quindi (anche) Claudio Baglioni sbaglia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.