Home / In evidenza / Scaletta (in diretta) dal 18esimo Raduno CLAB

Scaletta (in diretta) dal 18esimo Raduno CLAB

Buongiorno a tutti dal Teatro Tendastrisce di Roma. Cercheremo (confidando in buone condizioni di segnale mobile) di aggiornarvi con tutto quello che sarà il 18esimo Raduno Clab con Claudio Baglioni.

  • Ore 08,00: Già persone in fila ai due ingressi del teatro Tendastrisce di Roma. Ricordiamo che le file sono divise per due gruppi di lettere, (lato sinistro dalla A alla L e lato destro dalla M alla Z). Sistema gia collaudato negli anni passati e che ha funzionato abbastanza bene. Foto
  • Ore 08,30: Aumentano i fan in fila Foto
  • Ore 10,30: Responsabili della ATS, stanno già passando nelle due file per controllo documenti e distribuzione dei Pass d’ingresso. Una buona idea per velocizzare il flusso ingressi. Foto Pass – Foto distribuzione
  • Ore 11,00: Qualche foto rubata dal teatro Guarda
  • Ore 12,00: Claudio Baglioni arrivato al teatro. In corso il Sound check. Provata anche “Mai più come te”
  • Ore 12,50: Arrivato al teatro Tendastrisce anche Gianni Morandi. Foto
  • Ore 13,30: Aperti varchi. Si entra Foto
  • Ore 14,10: Atmosfera serena (dopo qualche piccolo problemino iniziale) Foto
  • Ore 14,48: E’ iniziato il 18esimo Raduno Clab
  • Ore 14,49: “Tutti qui” – Claudio da solo sul palco con la sua chitarra, davanti al sipario chiuso. (Microfono che non funziona all’inizio del pezzo).
  • Ore 14,52: Lungo discorso di Claudio che fa i complimenti al suo pubblico.
  • Ore 15,00: Claudio introduce il dottor Remo Coccia sul palco per la lettura del bilancio per l’approvazione del bilancio da parte dei soci presenti. Presente sul palco anche Moira Fioravanti.
  • Ore 15,05: Claudio continua il suo dialogo con il pubblico, impegnandosi a trovare un nuovo modo per dare sempre più luce “rigenerante” a questi incontri. Promette di impegnarsi nel trovare nuove e  più innovative formule.
  • Ore 15,07: Si apre sipario e Claudio Baglioni, al pianoforte, canta “Titoli di coda”
  • Ore 15,12: “Doremifasol” al pianoforte. Gioia pure il nostro sito che porta questo nome, non a caso.
  • Ore 15,16: Claudio spiega perché ha chiamato il raduno “Titoli di coda”. Il pezzo che chiude la trilogia degli album della sua maturità. Saluta i fan di Gianni Morandi presenti in sala. Applauso molto fioco del pubblico.
  • Ore 15,20: “Fotografie” alla chitarra, in piedi.
  • Ore 15,25: “Mai più come te” alla chitarra, seduto su uno sgabello.
  • Ore 15,30: “Gli anni della gioventù” alla chitarra. Claudio, scherzando, dice che così è una versione ardita. Mai l’ha eseguita da solo con chitarra. Ma, possiamo rassicurarlo sul risultato. Veramente bella eseguita così.
  • Ore 15,37: “Opere e omissioni” al pianoforte
  • Ore 15,42: “Un po’ di più” al pianoforte
  • Ore 15,48: “Tamburi lontani” alla tastiera
  • Ore 15,56: “Dieci dita” alla tastiera
  • Ore 16,02: “Io dal mare” alla chitarra
  • Ore 16,07: “Lampada Osram” alla chitarra. Claudio cambia un verso della canzone: la calca sopra il tram diventa “la ressa sopra il tram”
  • Ore 16,13: “Giorni di neve” al pianoforte.
  • Ore 16,16: Claudio sbaglia tutto, parte con la base di “Giorni di neve” ma voleva fare “Ora che ho te”. Risate a go go. Clima bellissimo
  • Ore 16,17: “Ora che ho te” al pianoforte. Standing ovation del pubblico
  • Ore 16,22: “Un mondo a forma di te” alla chitarra. Prima dell’esecuzione Claudio legge divertito un cartello dal pubblico. Continua a lamentarsi per il freddo. In effetti la temperatura è bassina in sala
  • Ore 16,26: “Naso di falco” alla chitarra. Gianni Morandi (che era seduto tral pubblico) raggiunge il backstage. Standing ovation per Claudio sul finale.
  • Ore 16,33: “La piana dei cavalli bradi” alla tastiera
  • Ore 16,39: Una fan porta un caffè a Claudio sul palco. Lo accetta, ringrazia e racconta alcuni aneddoti di tanti anni fa’.
  • Ore 16,42: “In un’altra vita” alla tastiera. Ennesima standing ovation da parte del pubblico
  • Ore 16,47: “Notte di note” al pianoforte
  • Ore 16,53: “Il sole e la luna” al pianoforte. Pubblico in delirio per un repertorio ricercatissimo.
  • Ore 16,58: “Una storia vera” in piedi alla chitarra
  • Ore 17,03: “Male di me” alla chitarra. Il pubblico accompagna con le mani.
  • Ore 17,08: “Uomini persi” alla tastiera
  • Ore 17,14: “Tutto in un abbraccio” alla tastiera. Ormai è una standing ovation continua
  • Ore 17,19: “Stai su” alla chitarra
  • Ore 17,24: “Acqua dalla luna” alla chitarra
  • Ore 17,28: “Domani mai” alla chitarra
  • Ore 17,31: “Niente più” al pianoforte
  • Ore 17,38: Entra sul palco Gianni Morandi con cappotto e tazza con bevanda calda. Gianni confessa di essere fan di Baglioni e  di essere scritto al Clab. Risate generali. Sketch sulla falsariga diquelli visti anche in TV.
  • Ore 17,41: “Chissà se mi pensi” alla chitarra. Gianni entra sulla seconda parte del pezzo, Claudio lo accompagna con la chitarra.
  • Ore 17,45: Gianni Morandi lascia il palco e Claudio invita sul palco il coro di Capitani Coraggiosi (Serena Bagozzi, Serana Caporale, Rossella Ruini, Claudia Arvati e Frankie Lo Vecchio).
  • Ore 17,46: “Amori in corso” alla tastiera. Il coro irrompe nella seconda parte del pezzo
  • Ore 17,52: Claudio invita sul palco Gianni Morandi, intonando al piano “Grazie Perché” ma Gianni non si vede. Poi riprova con “E tu come stai?” E l’eterno ragazzo di Monghidoro rientra.
  • Ore 17,56: “E tu come stai?” Claudio Baglioni, Gianni Morandi e il coro
  • Ore 17.58: “Scende la pioggia” Claudio Baglioni, Gianni Morandi, il coro, Rinalduzzi e Pagani
  • Ore 18,01: “Grazie e perché” Claudio Baglioni, Gianni Morandi, il coro, Rinalduzzi e Pagani
  • Ore 18,06: “Se perdo anche te” Claudio Baglioni, Gianni Morandi, il coro, Rinalduzzi, Pagani e Pio Spiriti
  • Ore 18,10: “Un mondo d’amore” Claudio Baglioni, Gianni Morandi, il coro, Rinalduzzi, Pagani e Pio Spiriti
  • Ore 18,14: “Strada Facendo” Claudio Baglioni, Gianni Morandi, il coro, Rinalduzzi, Pagani e Pio Spiriti
  • Ore 18,19: “C’era un ragazzo…” Claudio Baglioni, Gianni Morandi, il coro, Rinalduzzi, Pagani e Pio Spiriti
  • Ore 18,25: “Un piccolo Natale in più” con la base
  • Ore 18,29: Claudio invita sul palco di nuovo i coristi. Cantano insieme “Il sogno è sempre” con una base ritmata tutta nuova
  • Ore 18,36: Torna sul palco Gianni Morandi. “Capitani coraggiosi”
  • Ore 18,41: Claudio Baglioni resta da solo sul palco. Ringrazia tutti e canta “Buona fortuna”
  • Ore 18,49: Claudio augura buona fortuna al pubblico presente ed il 18esimo raduno Clab finisce qui. Grazie di essere stati con noi su doremifasol.org

Seguiteci per foto in diretta su: Twitter di saltasullavita Nostra Fan Page Facebook

Fotogallery Facebook

redazione

La redazione di doremifasol.org e saltasullavita.com è composta da tanti amici ed appassionati della musica di Claudio Baglioni. Un grazie a loro per il lavoro e l'aiuto apportato a questo portale - Per scrivere alla redazione usare wop@doremifasol.org - Capo Redattrice e coordinatrice: Sabrina Panfili [Roma]

Potrebbe interessarti anche:

 


15 commenti

  1. Ho visto e ascoltato, grazie ai primi video su youtube, diversi momenti musicali del Raduno ovvero diverse canzoni. Confermo la nota stonata dell’onnipresenza di Morandi e della spiacevole sensazione d’un ampio assaggio fuori luogo del tour Capitani Coraggiosi in una festa invece prettamente baglioniana e di noi baglioniani. Emozionanti, intense, profondamente sentite e riuscite le riproposizioni con chitarra sola della splendida Io dal Mare e de Gli Anni della Gioventù; suggestiva e di grande impatto Il Sole e la Luna al piano(come in InCanto tra pianoforte e voce, forse meglio ancora); poco convincente a mio parere invece l’intima lirica solitaria pianistica Il Sogno è Sempre stravolta da una base ritmata e da un arrangiamento rockeggiante che l’indebolisce e snatura(destino a cui purtroppo nei concerti vanno regolarmente incontro E Tu Come Stai-specie l’inciso- e Io Me Ne Andrei).
    Al di là dei miei appunti critici mi pare sia stato uno dei raduni meglio preparati e più ispirati, con pubblico molto in sintonia, coinvolto partecipe ammirato e grato alla consueta e sempre più commovente generosità di CLAUDIO.
    Generosità permeata di umanità, sentimento autenticissimo d’amoroso affetto e passione, energia vitale creativa, gratitudine(dunque reciproca) da cui sfocia l’umiltà nel donarsi. Divertimento, ironia, nostalgia, senso dello spettacolo e sostrato crepuscolare fanno il resto.
    Grande Cla’. E unico.

  2. Come mai ultimamente i raduni sono tutti a Roma o hinterland?

  3. Come mai ultimamente tutti i raduni sono fatti a Roma o hinterland?

  4. complimenti a tutti voi per davvero

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.