Home / Baglioni Notebook / 29\03\2016 Nota di Claudio Baglioni 

29\03\2016 Nota di Claudio Baglioni 

Si risale a cavallo.

Un enorme destriero alato e moderno

che va controvento e s’invola nel sud.

Poi vira potente sul cielo di lato

affrescato di oro e di calce

della bella città che si allunga a levante.

Nel nome un’origine che narra di un forte,

una guarnigione, un rifugio.

Entrarci, percorrerla e non sentirsi stranieri.

Col passare del tempo si va sempre più

a ricordare e a contare le volte

in cui siamo stati in un posto.

Il dorso della coscienza si riempie di segni

come il revolver di un pistolero.

Ogni storia è una tacca.

È come un duello continuo con la memoria.

Sparami al cuore ma salvami la faccia.

Così quando ti rivedrò mi potrai riconoscere.

E saprai che non sono poi tanto cambiato.

Sono rimasto l’avventuriero di sempre.

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



5 commenti

  1. E’ vero non sei poi tanto cambiato….i tuoi sentimenti che trasmetti con le tue canzoni non sono cambiati…forse maturati..si io ti trovo anche meglio di prima…i ricordi dei luoghi…restano siano quelli belli che…quelli brutti…i luoghi dove ti incontro lasciano dentro di me tanta…emozione!!! Grande Claudio tu….sei sempre e solo …tu!!! Buon concerto e …buon lavoro…caro capitano.

  2. Paola Paladini

    É da poco terminato il concerto..stupendo come tutti gli altri a cui ho assistito..ma forse un po’di piú..per la prima volta ero inbprima fila e ho potuto cogliere ogni espressione del mio Mago..oltre ad essere un professionista eccezionale sei una persona eccezionale..Claudio è stata felicità allo stato puro..anche se ora sono malinconica..le cose nelle finiscono sempre troppo presto

  3. I ricordi dei luoghi visti e vissuti possono essere dei grandi schiaffoni, come delle infinite carezze. Anche per le persone incontrate sulle strade della vita, è così.I segni della memoria vivono nell’anima e si scoprono sul viso. E la tua bella faccia da avventuriero regala un’infinita carezza…è impossibile non riconoscerla, perché è una tacca sul cuore…. Buon viaggio in un’altra storia Capitano, e buona musica. Patricia

  4. Si tu sei l avventuriero di sempre…..il poeta di sempre, il pensatore di sempre con la classe di sempre, quella raffinatezza nelle parole cosi come nelle maniere….tu sei unico davvero! Io ti ammiro e ti stimo moltissimo e domani ….sarà fantastico! Capitanooooooooo poche ore ci dividono, domani sera sarò lì incantata dalle tue parole, dai tuoi sguarxi, dalla tua musica….a presto, con moltissimo amore

  5. Non è facile rientrare anche se se ne sta fuori pochi giorni e un circuito Un continuo andirivieni che vorresti fermare ma un attimo prima di mettere pausa ripassi un appunto e riparte il giro e come un gioco che evolve ed evolvi na migliorano anche le difficoltà tanto da dare l’impressione di essere sempre allo stesso livello

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.