Home / Baglioni Notebook / 30\03\2016 Nota di Claudio Baglioni 

30\03\2016 Nota di Claudio Baglioni 

Ho preso sonno ch’era mattina.Mi ero messo a guardare le stelle

pensando che no, non lo si fa

mai abbastanza e mai troppo.

Forse perché poi si sa che restano lì

e uno fa sempre in tempo a vederle.

La città si perdeva laggiù a vista d’occhio

nel sottovuoto del cielo.

In altre notti d’insonnia

l’avevo indagata di sguardi

dalla stessa finestra d’albergo

al tredicesimo piano.

Una volta trovai pure un nido arrangiato

e rimasi a spiare per ore

col vetro socchiuso e il respiro tenuto

per non dare disturbo né allarme.

Si sentiva soltanto il battito dell’universo.

Se ti prende il male di stelle

non c’è medicina che ti possa sanare

così che ogni tanto è bellissimo

cadere ammalati e tardare a guarire.

Oggi ero in una fase più acuta del solito

e me le sono trovate alle spalle

persino nel chiuso dell’arena coperta.

Ho paura davvero che sia molto grave.

  


Max Sott

Uno dei tanti Amici che condivide la propria passione CON-VOI!

Potrebbe interessarti anche:

 


10 commenti

  1. Questa mattina presto sono andata im maquina a portare mio ragazzo a clase di musica un po lontano,con CD di Rod Stewart,lui me a detto ,no escuchas a Baglioni (siempre lo escucho) los has tradito.No,,,,,, solo fino cuesta notte……vediamo la stessa luna non siamo cosi lontani…..

  2. Rosa Notarnicola

    Ieri sera è stato fantastico!

  3. Paola Paladini

    Rileggevo la tua nota e pensavo che anch’io ho la mia malattia che mi ha colto a soli nove anni e mai piú guarita..anzi si è aggravata..la mia malattia si chiama Claudio Baglioni..e io non voglio guarire mai..

  4. Ciao CLAUDIO A ME PIACE PURE GUARDARE LE STELLE E LA LUNA MI AFFASCINA SEMPRE ( CREDO FACCIA PROPRIO BENE) UN ABBRACCIOFORTE FORTE…….TVB

  5. Rientro appena adesso….ho trascorso tre ore divertentissime! Che meraviglioso show! Musica, parole, colori, sguardi, sorrisi e su tutto tznta bella energia da scambiarsi, grazie capitani, grazie davvero assolutamente entusiasmante! Siete generosi ed io spero di avervi ripagato di tutto quello che date .
    spero di rivedervi presto.! Un abbraccio fortissimo

  6. i complimenti sono d’obbligo Quando il risultato fra una prova microfono e un te e questo

  7. E’ da qualche annetto che non soffro piu’ di mal d’ insonnia da quando non prendo piu’ tisane rilassanti.Era così che rimanevo fino al mattino a sbirciare le stelle a cercarne una che facesse capricci e scendesse giu’per esprimere un desiderio,ma non stavo da sola a guardarle con me rimanevi “tu”a farmi compagnia con le tue canzoni che non si separano mai da me.
    Mi dicono che sono malata che sono Baglionidipendente “e dico meglio cosi’
    bellissimo guardarle ti fanno compagnia
    Ti fanno sognare ad occhi aperti quelle lucine
    E un mondo magico e piu’ le guardi piu’belle sembrano li guardi come se li dovessi vedere
    un’ultima volta e non ti accorgi del tempo che passa.
    Siamo sotto lo stesso cielo percio’ non siamo cosi’ lontani basta guardare le stelle per prenderci per mano .
    ora che so’ che ogni tanto guardi le stelle prendero’ la solita tisana per farti compagnia un abbraccio caro amico ci incontrereme sotto un cielo di stelle ……Maria

  8. Quando scende il buio prima di chiudere le finestre e dare la buonanotte al mondo, il mio ultimo gesto è quello di alzare la testa e lo sguardo verso il cielo. Non so perché lo faccio, è un mio rito da quando ero piccola, cercare di scorgere, nella volta celeste, un punto, un segno nuovo, o ritrovare tutto esattamente come sempre. Le stelle mi hanno sempre emozionato… tante e meravigliose, pulsanti e a tempo con il battito delle palpebre, scintillanti e vicinissime, cadute invecchiate nate e ringiovanite. Si aspetta sempre qualcosa quando si guarda in alto e loro sanno cosa stiamo attendendo….per alcune malattie non voglio medicine, sono tanti i motivi per non voler guarire… adesso più che mai, perche le stelle mi parleranno molto più di te. Ciao Claudio Buonanotte☆☆☆Patricia

  9. C’è chi dice che se saccano e chi si gonfiano io dico che è come andare col freno tirato che senti lo stridio delle gomme sul asfalto l’attesa è solo perdita di tempo la mia pazienza non si schioda dal impazienza come se avesse un piede su una mina antiuomo poi come succede nei sogni se vuoi raggiungere un posto c’è sempre un imprevisto che non ti fa arrivare

  10. Paola Paladini

    Se anche tu vedi la stessa luna non siamo poi così lontani…stanotte abbiamo guardato lo stesso cielo barese dopo la bellissima notte di note..grazie molte Claudio per l’infinità di emoziini che in ogni tuo concerto mi regali..ti voglio bene

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.