Home / Baglioni Notebook / 28/04/2016 Nota di Claudio Baglioni 

28/04/2016 Nota di Claudio Baglioni 

Piccoli tenui rumori rompono l’ariacome suoni di assestamento
per una serata da mettere a posto
e prepararsi nel modo migliore
per quando verrà sulla porta.
Girare la testa a destra e a sinistra
tirando sul collo e la nuca.
Ruotare i piedi per fare dei cerchi
puntando sul perno delle caviglie.
Stringere denti e spianare mascelle
e respirare più lungo e accurato
col diaframma che fa da ascensore
a sospiri e pensieri.
Ci sono momenti in cui siamo soli
insieme a tutto il resto del mondo
e un tiepido sorso di vita va giù
e non serve nient’altro a star bene.

Max Sott

Uno dei tanti Amici che condivide la propria passione CON-VOI!

Potrebbe interessarti anche:

 



7 commenti

  1. Non e scesa piano come condensa ma così tutta d’un colpo come se fosse aparsa dal nulla tanto da poter farmi pensare che mi avessero letto nella mente la mia acqua persa fra le mani era lì servita in un bichiere e subito come una grande ruota della fortuna si e fermata su paesaggi e situazioni da mille e una notte fotostatica ne o bevuto solo pochi sorsi e lo messa da parte sperando che più in là faccia lo stesso effetto

  2. Oggi mentre ti leggo….sto’ sorseggiando il mio caffè del dopo pranzo….in fondo ci vuole poco per trovare un po’ di pace….e questo è il mio angolo di pace….è bello condividere con te parte della giornata….buona giornata caro Claudio e….riposati…..io sto’ ancora ripensando al bellissimo momento del concerto di Verona…è stato veramente….emozionante!!!

  3. Prova a bere questa non c’è ne molta di quest’acqua

  4. Pensieri sottili di una profondità superficiali li disturbo un po col pensiero di doverli fermare imprimerli su un foglio Pensiero nel pensiero mi addentro in quel che sembra l’impronta mia personale un mio modo originale desprimermi mi giro e come acqua nelle mani resta solo il palmo bagnato

  5. Sono felice vedendoti rilassato e sereno. Si vede che stai bene, con la tua tisana calda e la soavità dei tuoi pensieri. Ci si deve proprio fermare per assaporare le ore il clima il silenzio e ascoltarsi un po’. Un angolino di paradiso tutto per sé….Negli ultimi tempi sto facendo spesso la stessa cosa..fermarmi e fare il punto, bilanciare le parole e le azioni. Pianificare e nello stesso momento essere fatalista e lasciare andare le cose come devono andare, senza farsi troppe domande e non cercare risposte per forza. Fa bene alla propria anima….tu mi hai aiutato molto negli ultimi mesi. Mi hai fatto pensare a momenti dimenticati struggenti e importanti, mi hai fatto ridere sognare meravigliare commuovere. Hai stretto un patto con la mia memoria e con l’amore per la scrittura che mi segue è mi rende gioiosa da tutta una vita. E di questo non finirò mai di ringraziarti. Per tornare ad essere più giocherellona faccio anch’io i tuoi stessi esercizi Il diaframma e la respirazione per rilassarsi va abbastanza bene….ma il collo la mascella e le caviglie fanno qualche scricchiolio….oddio devo preoccuparmi? Beh i dolorettii qua’ e la ci stanno con sto tempo ballerino e l’età non più verde……ma quando ai tuoi concerti salto sulla vita…..oh spariscono d’incanto….allora è vero che la musica ringiovanisce !!!!! Ho divagato, scusa, adoro questo momento per scriverti….il mio piccolo angolo di paradiso….non serve altro a stare bene. Buonanotte amico mio. Un grande abbraccio affettuoso. Patricia

  6. Che bella sensazione, quella che descrivi! Mi ricorda un po il tempo che succedeva ai bei numeri raggiunti all’università. Il riposo aveva un gusto diverso, stavo li’ a godermi il momento passato pianificando il tempofuturo….! Ho bisogno di fermarmi per cambiare la rotta e, tu caro claClaudio mi dai una grossa mano,
    ti voglio bene, tanto bene…ti abbraccio

  7. Se fosse così tranquillo anche il mio cane sarebbe una pachia lui invece entra mi fissa come un generale e pretende coccole

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.