Home / Baglioni Notebook / 04/08/2016 Nota di Claudio Baglioni 

04/08/2016 Nota di Claudio Baglioni 

Lampo e Lina su due dammusi lontanise ne stanno ognuno per proprio conto

mentre un bel pomeriggio d’agosto

gli scivola intorno senza aver fretta

di svanire sfinito in fondo a un tramonto.

Sembrano i vecchi nelle vie dei paesi

che su una sedia di fuori alla porta

osservano il tempo e la gente passare.

Tutte le storie viste là da vicino

sono oltremodo più lente e noiose.

Non c’è una trama molto avvincente.

La vita reale non è al cinema o nella tv.

Circola in mezzo alle strade e sta nelle case

come un moto perpetuo e monotono.

Per questo abbiamo imparato a sognare.

Per trascendere un’esistenza qualunque

e di nascosto saper già volare.

Lampo e Lina a volte restano fermi per ore

come se volessero non far intendere

che loro ne sono capaci da sempre.

Hanno rispetto per noi mutilati di ali.


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



8 commenti

  1. Sonia Angeloni

    Si, era il mio Clemente… Credo… Ma è durato una notte… Il tempo di un sogno… Una tentazione… Una sbirciatina sul mio profilo facebook per uscirne oggi in punta di piedi. Ed ora che faccio? Semplice, chiedo a San Giuseppe che lasci il sacerdozio… Ti farò sapere… Oggi lascio il Trevi. Chiedo ora a San Giuseppe di aiutarmi a trovare subito un altro lavoro. Chiedo, credo, ricevo. Chiedi, credi fermo e fermamente, ricevi. Sorriso. Bacio. Abbraccio.

  2. A volte si sogna perché non ci piace la realtà è ne costruiamo una su misura come un sarto, o avere un bel coraggio di fare in modo che il sogno diventi realtà.

  3. Come sono pensierosi Lampo e Lina! Forse anche loro soffrono per il caldo, come i vecchi del mio paese che per cercare un po’ di sollievo in questi giorni d’estate, passano ore ed ore all’ombra, seduti sulle panchine del parco, a guardare i bambini che giocano.
    È vero Claudio, la vita di tutti i giorni non è sempre avvincente come si vede nei film, ci sono pomeriggi stanchi e annoiati che passano lenti, senza colpi di scena… ma per non farmi travolgere della malinconia, in quei momenti a me basta una tua canzone in sottofondo far farmi volare… e sognare… a tempo di musica!
    Il sogno è sempre!!! Baci Claudio, a questa sera!

  4. Sonia Angeloni

    Ke caldino… Mi sono svegliata ora… Chiedo a San Giuseppe che quest’agosto ci dia tregua… Mi esaudirà… anche nelle pikkole cose certo… Ma non ti ho scritto per questo… Solo per dirti che anche se non ho ali, tu mi fai volare in alto… fino a te… Tu hai ali bellissime… La tua voce… brividi che salgono e scendono sulla scala delle emozioni…
    Kiss kiss… Notte, sonia

  5. Ciao Claudio, sai come dice il mio amatissimo Flavio Insinna? “E a forza di sognare sai dove si arriva? Alla realtà!!!”. 🙂 si… Oggi stavo leggendo che San Giuseppe esaudisce ogni preghiera. Ho pregato. Ho creduto… E stasera… Su facebook… Indovina chi ha accettato la mia amicizia? Richiesta mesi fa? Il mio prete… O forse un omonimo… Non c.e’ la foto… Cmnq in fede è lui… San Giuseppe risponde per bene. Non può sbagliare che mi da uno per un altro..? Pero’ di questo Clemente non vedo niente… Ora pero’ lui puo’ vedere me… E tu che dici: e’ lui? Sta a vedere che mi diventa pastore ed apriamo una chiesa evangelica nel mondo… Aspetto il mio pastore da 41 anni… Che Dio abbia deciso di asciugare turte le mie lacrime? Chissa’… sono 41 anni che aspetto quello giusto… Arrivera’ per certo. E a forza di sognare sai dove si arriva? Alla realta’. Dolce notte

  6. Ciao Claudio ! Come vorrei essere Lampo o Lina per poter osservare tutto il giorno te ! Allora si che mi parrebbe di volare… E comunque già sognare mi riesce bene tutte le sere leggendo tle tue note.Grazie grande uomo non smettere di farci sognare . Dolce notte ! Patty

  7. Ho le scapole alate….solo un errore di postura sin da piccola….oppure più profondamente, cercando nell’anima, la postura errata da forti emozioni e troppa sensibilità…..così si dice.
    Ai tempi tutte le mie tante zie di varie età mi accarezzavano la schiena raccontandomi che quelle “alucce” erano un segno del mio angelo custode….e non dovevo preoccuparmi o vergognarmi….leggende popolari….infatti non è mai stato un problema anzi…..fantasticavo sul fatto che avevo avuto in eredità una piccola briciola angelica…
    E i voli nascosti, da allora, sono stati molti….ali per sognare e per fuggire spesso dalla realtà. ..I miei sorrisi interiori sono sempre stati ali libere.
    Ora a poterlo fare, un bel volo…. raggiungere Lampo e Lina..
    E farmi ospitare nei loro pensieri….
    Parlando tanto insieme a te… del mondo di noi..
    Ma ho imparato da tempo a sognare…con o senza ali…
    Un abbraccio a te alla tua meravigliosa isola e ai tuoi amici gabbiani. A domani Cla’….Patricia

  8. Si, sognare…ora però vorrei che il sogno meraviglioso cedesse il passo alla realtà, nuova, diversa, capovolta…claudio caro, anche se le donne del paese avrebbero un bel po da raccontare, bisogna vivere la vita che si vuole….lampo e lina lo fanno..fuoribdai cano i , fuori da tutto…buonanotte tesoro grande

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.