Home / Video / Vasco: Baglioni a Sanremo esagerato

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

8 commenti

  1. Io da patito di Baglioni non dico che Vasco Rossi abbia sbagliato.. anzi…è un pensiero che ho avuto anch’io nel vedere Sanremo quest’anno.
    Ho avuto la sensazione che gli ospiti siano stati un po’ “obbligati” a cantare con lui i suoi brani.
    E’ stato bravo a farlo (facendo finta che non fosse così) ed ha incastrato bene i suoi brani all’interno della manifestazione.
    Ecco perché non lo vorrei anche nel Sanremo 2019, gli è andata bene una volta ed è bene non sfidare il destino una seconda.
    E poi per far cosa…per ricantare ancora le stesse canzoni che ha cantato quest’anno?
    E’ bene che passi la patata bollente a qualcun altro al prossimo Sanremo

  2. Io invece la vedo come Vasco. Ci sono un Mare di Canzoni italiane bellissime che possono essere scelte e non mezza discografia di Baglioni 😉

  3. Claudio NON ha chiesto, né tantomeno obbligato nessuno, a cantare i suoi brani. Tant’è vero che per esempio , con Paoli, Mannoia e Pelù ha cantato brani di altri. Ma alcuni di loro ( Pausini, Antonacci, Negramaro, Nannini) gli hanno chiesto espressamente di poterlo fare , per motivi affettivi su quel determinato brano scelto (e tra l’altro, in quanto fan, aggiungo io).
    L’ha sottolineato lui durante la conferenza stampa.
    Ma poi , guarda caso, gli artisti in questione, sono stati messi in luce, e di riflesso, proprio durante i duetti con lui. Vogliamo parlare delle standing ovation? Sono state praticamente tutte sui suoi brani, e in teatro e a casa c’è stato un coinvolgimento totale che non ha riguardato solo noi fans!
    Credo che mai, come quest’anno ci siano state così tante standing ovation e gente che cantava dall’inizio alla fine dei brani.
    Al signor Vasco Rossi, è risaputo, non piace “contaminarsi” coi colleghi: non partecipa alle premiazioni, ai concerti di beneficenza, figuriamoci se si abbassa a fare duetti. Lui è “rock”, si crede onnipotente o magari ha solo paura del confronto (e qui la cosa è comprensibilissima) anche perché potrebbero passargli uno spartito , ma non saprebbe neanche cos’è!
    E pensare che la musica dovrebbe esser condivisione, scambio di emozioni, in questo caso anche con i colleghi, ma se la sua è una scelta la faccia e gli altri la rispettano anche, ma allora poi dovrebbe limitarsi , coerentemente, al silenzio.

    • Non ti curar di Vasco ma guarda e passa. Non merita alcuna risposta. Ho letto l’intera intervista e dice di essere amico vero soprattutto di Zucchero con cui hanno condiviso molti modi di fare e di vivere. Parlare di Claudio significa parlare di altro…..ben altro. Chi ne sparla è pure spesso, non può che essere malato di invidia abnorme. Ma lo posso capire. Claudio è troppo in alto, come uomo e come professionista. Chi lo attacca, soprattutto quando a farlo è un collega, oltre che invidioso è davvero un grandissimo maleducato. E siccome non è la prima volta che lo fa, che dire?!? Lasciamolo pure sfogare….se non riesce neppure a camuffare! L’invidia è rogna!!!!

      • Io non ho mai sentito Claudio dire una parola fuori luogo su suoi colleghi Non solo, ha sempre parlato bene di Vasco Rossi, addirittura in un’intervista di tantissimi anni fa , lo citava ad esempio ,diceva che era felicissimo del suo successo, perché era la dimostrazione che il pubblico sapeva riconoscere quando qualcuno aveva dentro qualcosa di autentico. Eppure, sarei davvero curiosa di vederli interagire e non solo dal punto di vista musicale. Anche perché Secondo me Vasco in fondo, al contrario di Ricci, è migliore di quello che vuol far credere, purtroppo certa “vita spericolata” poi presenta il conto e toglie lucidità. Credo addirittura che Claudio (se non l’ha già fatto), nella sua magnanimità, potrebbe addirittura invitarlo a Sanremo e fargli cantare quello che vuole !

      • Brava ROSSELLA condivido tutto quello che hai detto …un abbraccio forte dalla Sicilia

  4. Claudio NON ha chiesto a nessun super ospite di cantare le sue canzoni ( e infatti con Mannoia, Pelù e Paoli ha cantato brani di altri) ma alcuni ( Pausini, Negramaro, Antonacci, Nannini) glielo hanno chiesto personalmente di poterlo fare. Per motivi affettivi su quel particolare brano scelto (e, da alcuni di loro, in quanto fan). Lo ha detto lui durante la conferenza stampa.
    E poi , guarda caso , gli artisti in questione, di riflesso , sono stati messi in luce proprio quando hanno duettato con lui sui suoi brani. Delle standing ovation ne vogliamo parlare? Credo che mai ,in tutta la storia del Festival, ce ne siano state così tante, e praticamente TUTTE sui brani di Claudio.
    C’è stato un coinvolgimento totale, in teatro e a casa, e non solo da parte di noi fans.
    E poi a Vasco Rossi non piace “contaminarsi” coi colleghi: non va alle premiazioni, ai concerti di beneficenza, non fa duetti . O si crede (solo lui però!) onnipotente o ha troppa paura del confronto (e qui è comprensibile la cosa) o ancora, in caso di duetti teme gli facciano leggere uno spartito ma deve ancora capire cos’è!

  5. Ognuno ha le proprie idee……ma il Signor Vasco nn sa che la GENTE AMA CLAUDIO E D E FELICE DI CANTARE LE SUE CANZONI……TUTTI TUTTI DAL SALUMIERE ALLO SCIENZIATO AL DIVO O STAR DEL CINEMA …..PERCUI NN SI PREOCCUPI O SI STUPISCA….INFONDO SI È STUPITO SOLO LUI…….(l’invidia è una brutta bestia e nn sanno cosa inventare) bay

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.