Home / In evidenza / I fan di Claudio Baglioni non strisciano, anzi…

I fan di Claudio Baglioni non strisciano, anzi…

Da qualche tempo oramai, il programma televisivo Striscia la Notizia tiene una rubrica, quasi giornaliera, che mira ad infangare il lavoro e il nome di Claudio Baglioni. Ci siamo chiesti più volte cosa potessimo fare per dire la nostra a riguardo, ma alla fine abbiamo scelto la linea del silenzio che è quella tenuta dallo stesso Claudio Baglioni.
A quanto pare però, i tanti fans di Claudio non la pensano così e, nelle ultime settimane, il web è stato inondato da post e da lettere di disappunto verso la trasmissione satirica di Canale 5. Anche doremifasol è stata destinataria di queste lettere e oggi abbiamo deciso di dare voce ad una di queste che sta facendo il giro di tutte le redazioni giornalistiche italiane. Una lettera educata e un grido accorato di una fan, che ha deciso di fare qualcosa per quell’uomo che gli è stato accanto durante la sua storia.
Noi, come sito dedicato al mondo Baglioniano, la pubblichiamo così come ci è arrivata, sperando che anche altri siti/testate magari non di “parte” la pubblichino a loro volta, per evidenziare quel limite della decenza che è stato superato già da tempo.

La redazione di doremifasol.org

Gentile e carissimo Direttore,

Le scrivo perché, ormai, siamo veramente una società in decadimento culturale.

Mi rivolgo a Lei a nome di molti estimatori di Claudio Baglioni, che si sentono intellettualmente nonché emotivamente offesi dall’ attacco , divenuto ormai una vera campagna denigratoria, da parte di Striscia la notizia nei confronti dell’ artista e dell’ uomo che unisce da cinquant’ anni generazioni di italiani.

Parlo di decadimento culturale poiché, in realtà, chiunque dovrebbe essere in grado di riconoscere quelli che sono i cosiddetti prestiti letterari, vanto e gloria dei più grandi poeti di tutti i tempi, Dante in primis.

Posso fare alcuni esempi, forse non molto noti ma semplici e comprensibili, basti pensare ai tre grandi poemi estensi:  “L’ Orlando Innamorato” di Boiardo, ” L’ Orlando furioso” di Ariosto e “La Gerusalemme liberata” del Tasso.

Questi capolavori, studiati da tutti i liceali, e non solo, sono pieni di citazioni e riferimenti alle varie tradizioni precedenti, quella romanza, quelle greca e latina ed anche ispirate da Dante e dal primo Umanesimo.

Come si può, quindi, accusare Claudio Baglioni di essere uno ” scopiazzatore seriale”?

Per quale motivo Striscia la notizia non polemizza sui capolavori di quasi tutto il cantautorato italiano?

De Andrè, Guccini, Vecchioni, ma potrei citarne altri, saranno accusati in futuro di essere stati, in realtà, dei millantatori e non più dei geniali artisti?

La canzone d’ autore italiana, quella che ci emoziona, quella che é socialmente impegnata, quella che fotografa impressionisticamente, come un Monet, è un patrimonio da salvaguare e difendere con le unghie e coi denti, con tutte le nostre forze,   non  certo qualcosa che non va più di moda.

Mi pare altresì ovvio che non sarà questa nostra comunicazione alla stampa a far riflettere il Sig .Ricci. È  anche vero però che é nostro dovere , nei confronti di Claudio Baglioni, sottolineare le ” accuse” infondate che gli sono state rivolte.

Non entro nel merito di tecnicismi noiosi, noti agli esperti e ad i cultori della materia, ma se il Sig. Ricci ha la libertà di stampa, è probabile che non abbia però le competenze ,per far credere all’ opinione pubblica che Baglioni sia un esecutore di reiterati plagi.

A noi sembra di capire che se una persona mostra di avere conoscenze culturali è colei che viene maggiormente attaccata; sembra difatti che leggere e ispirarsi, omaggiando i più grandi fra i classici della letteratura sia divenuta non più la benedetta e sacrosanta salvaguardia della bellezza artistica, bensì una sorta di peccato imperdonabile.

Con la presente abbiamo espresso la necessità di un’onesta intellettuale che, al giorno d’oggi, sembra sia divenuta una merce sempre più rara.

Ci pare di capire che il Signor Ricci non sappia da dove derivi il detto ” risponder per le rime”, cosa che invece gran parte del pubblico del noto artista romano conosce. Come Lei ben saprà, il detto deriva da un esercizio stilistico con il quale gli antichi poeti si scambiavano sonetti, non solo a difesa dell’ artista attaccato, ma anche a dimostrazione della loro erudizione.

Siamo consapevoli che questo braccio di ferro, divenuto una vera e propria gogna mediatica, purtroppo continuerà. A tale proposito ci riserviamo il diritto di realizzare ulteriori iniziative, proprio a tutela del nostro Claudio nazionale.

Elena Vannoni e Vittorio Betti

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 


15 commenti

  1. Buongiorno a tutti
    Non guardo Striscia perché so bene che non perde occasione per denigrare Claudio.
    Sono d’accordo con tutti voi (e con il nostro amato Claudio) che è meglio tacere …
    Poi eventualmente saranno gli avvocati di Claudio (come già successo in passato) a fare il loro dovere.
    Poiché siamo tanti … un bel numero di persone non guardando Striscia già punisce la trasmissione …. non vi pare?
    Claudio ha sempre fatto parte della mia vita e per sempre sarà così … e non sarà certo una trasmissione come Striscia a farmi cambiare opinione …..
    Ciao a tutti

    • Si la vera punizione e’ il calo di ascolti……e noi siamo davvero in tanti e li possiamo danneggiare sul serio….il resto sono parole…Claudio non lo tocca certo una trasmissione da quattro soldi

  2. Da anni non guardo più Striscia perché è diventato veramente pesante e a volte pure esagerato. Hanno oltrepassato di gran lunga la loro denominazione di TG satirico…..TG di COSA???? Quindi per fortuna nemmeno ero informata di quali malvagità fossero state rifilate al nostro caro Claudio: i grandi comunque vanno avanti senza nemmeno voltarsi.

  3. Non credo si debba alimentare una sterile polemica. Così facendo diamo spazio al nulla. Ricci ha la libertà di dimostrare a cosa può arrivare un personaggio televisivo, per qualche spicciolo di ascolto in più. Pazienza sopravviveremo ugualmente.

    • Concordo..quella specie di trasmissione si basa sul nulla…..provoca e aspetta le reazioni per alimentarsi…la cosa giusta e’ ignorarli…

  4. Contro Baglioni non funziona nulla: Baglioni da più di 50 anni rappresenta la canzone italiana e certamente non sarà Ricci a sminuire la forza di Claudio

  5. Penso anche io che l’indifferenza verso Ricci e il mago Casanova sia la cosa migliore ,personalmente non vedo striscia la notizia già da un po di tempo.una trasmissione che non mi dice nulla.

    • Concordo con te, il silenzio è d’oro.
      Striscia non l’ho mai guardata, ora ho un motivo in più.
      Viva Claudio.

      Carlo

  6. Condivido con Elena Vittorio GRAZIE
    CLAUDIO È “UN GRAN SIGNORE IN TUTTO ”
    UN ABBRACCIO A TUTTI VOI FANS DI CLAUDIO
    GIÒ 2015 ❤

  7. a me quelli di striscia la notizia mi sembrano solo dei buffoni inutili che per altro non mi fanno neanche ridere comunque è risaputo che il componimento sotto forma di rima è tipico dei più grandi poeti di tutti i tempi infatti ho deciso di non guardare più striscia la notizia che trovo un programma demenziale quello che voglio fare è ascoltare la musica di claudio che ritengo il più grande artista aspettiamo il nuovo album e i concerti di giugno quello che importa è l’arte di claudio a cui voglio bene e faccio i complimenti le opinioni degli altri poco ci importano claudio vai avanti per la tua strada che è una buona strada.tvb.

    • Io credo che Claudio sia molto, molto ma molto superiore rispetto alle bassezze che stanno dicendo… Penso che ignorarle sia la cosa migliore… Claudio e la sua professionalità non potranno mai essere mai intaccate da certe cose…. Claudio e……. Oltre…..

  8. Mah……difesa non proprio appropriata!!Io ,cresciuta con il Claudione nazionale,son rimasta basita dagli “scopiazzamenti” palesi,!!Basterebbe riconoscerli ed aver l’umiltà di aver preso in prestito…….citazioni letterarie….sempre e cmq.

    • Non sono scopiazzamenti poiché, come verrà precisato da un collega, questo vale per i critici e non per gli artisti. In ogni caso siamo noi filologi e non i critici letterari a dover decidere. Guarda cosa ne pensano i più grandi accademici.

  9. Bellissima lettera♥️ ioho scelto di bandire non solo.il programma ma proprio le reti Fininvest perché ritengo che i vertici debbano intervenire. Continuo a pensare che l’ indifferenza è la miglior arma contro la”ignoranza.

    • Sono convinta che ignorare striscia mediaset sia la strategia giusta!!Il Trasmissione frutto della mente malata di uno stolcher seriale pieno di invidia …striscia non merita commenti o confidenza….Claudio non lo tocca nessuno ..e’ un grande ormai consolidato dai dischi venduti dall’ amore del pubblico e da 50 di carriera …lui restera’..striscia con I suoi poveri personaggetti…scomparira’ !!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.