Home / In evidenza / XV Raduno, perfetto ma senza cuore.

XV Raduno, perfetto ma senza cuore.

Quello che era stato preparato cosi scrupolosamente, dal punto di vista organizzativo e qualitativo, ha funzionato perfettamente. Non ci sono stati disagi di alcun tipo, tutto è stato perfetto.
Quello che forse è mancato, è stato il senso di unione e solidarietà che dovrebbe distinguere il mondo di CLAB.
E quello che  mi dispiace di più è  senza dubbio, aver percepito  il totale annullamento delle decisioni e volontà del nostro amato Claudio.

L’unica cosa che mi dispiace è che quando domenica, Claudio dal palco diceva di aprire, i suoi collaboratori continuavano a dire di no, anche quando alla fine Baglioni era convinto che fossero entrati, visto la sua presa di posizione.

Lo specifico a Claudio e a chi era dentro, che ai ragazzi fuori non è stato MAI  permesso di entrare.

Mi dispiace, non tanto, per i ragazzi esclusi, restati fuori con educazione, e senza pretendere alcunchè (ben sapendo che erano loro in torto), quanto per la poca considerazione che viene data ai desideri di Claudio, anche da parte dei suoi Clabbers.

Forse ha sbagliato lui a chiedere il permesso, non lo so.

Lui è il Capo in assoluto, noi siamo a casa sua.

Ci è stato risposto che non si poteva creare precedenti, ma il precedente era già stato creato nel 2008.

Il raduno svoltosi alla Fiera di Roma (fatto a marzo 2008), era riservato agli iscritti 2007.

Dopo essere entrati tutti, una responsabile dell’associazione CLAB, permise agli iscritti 2008 di entrare (e ne abbiamo le prove) alla fine della coda, perchè erano ancora disponibili dei posti.

Faccio notare, che hanno anche partecipato alla votazione del Bilancio al quale non avevano, credo,  diritto (e senza problema alcuno con i presenti in sala).

Allora, dico io, perchè anche l’ANSA, deve non dare il massimo dei voti, per dei dettagli cosi “infelici”?

A volte basterebbe un po di elasticità per essere perfetti. Sarebbe bastato far entrare le poche persone rimaste fuori, dopo l’approvazione del bilancio (in modo che guridicamente non ci fossero problemi), in modo da poterle fare assistere semplicemente al concerto, assecondando la volontà espressa dal “padrone di casa”.

Mi rivolgo ora a quei Clabbers che hanno urlato, fischiato, minacciato di chiamare la Polizia nel caso fossero entrati i ragazzi fuori al cancello, con una parola che ho detto ad alcuni ma non a tutti: VERGOGNA.

Magari eravate pure quelli entrati con bonifico taroccato o PASS GUEST.

Mi sono perso mezzo raduno, per assicurare agli “esclusi” che stavamo “pensando” anche a loro, con la sensazione che i tanti NO, abbiano dato più dispiacere a Claudio che a quelli rimasti fuori.

Molti erano venuti da lontano e senza nessuna pretesa, volevano solo essere li con noi e Claudio.

Ci sono stati lo stesso, loro hanno vinto.

Noi dentro al TeatroTendastrisce, abbiamo perso tutti, pure io che ci ho provato fino alla fine.

Ha perso Claudio, ha perso il CLAB, hanno perso gli urlatori, ha perso chi ha diffuso notizie false sul suo BLOG, ha perso la musica, che con trenta voci in più avrebbe “suonato” meglio.

Tony Assante

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Potrebbe interessarti anche:

 



16 commenti

  1. meno male che sono solo una fan…claudione aiutaci tu…
    cento giorni cover stupenda…

  2. Io c’ero…ho sempre pagato anche se per anni mai sono andata al raduno…scusate ragazzi, ma io ho votato NO…non sarebbe stato giusto nei confronti di chi non ha pagato ed è rimasto a casa…sinceramente Claudio non mi pareva così convinto di voler fare entrare chi era fuori, ma ovviamente ognuno di noi legge le cose come più gli fanno comodo. Comunque, le ragole vanno rispettate e basta…e vanno assolutamente condannati i truffatori con bonifici fatti a febbraio per l’anno 2010 e ancor più che ha falsificato il bonifico…Ne faccio una questione anche di organizzazione (permettetemelo visto il mio lavoro)…se io devo organizzare un evento devo necessariamente sapere in anticipo quante persone penso di avere come partecipanti, perchè, a livello di costi, mi cambia moltissimo dover affittare una struttura per 1000 persone o per 5000. Da dire anche che cambia il numero dei responsabili sicurezza e antincendio che devono essere presenti (una persona in più o in meno può far variare questi numeri).
    E comunque….si sarebbe scatenato giustamente ancor più il finimondo su CLAB se quelli rimasti a casa avessero saputo che si poteva entrare anche senza pass…
    Senza avercela personalmente con nessuno di voi…questo è il mio pensiero.

  3. Io sono stupefatto di come si possano difendere pèrsone che non ripsettando le regole pretendono di partecipare ad un raduno per cui non hanno regolarizzato l asociazione. Io ho due carissime amiche che purtroppo non hanno rinnovato la tessera nel 2010 ma che sono state coerentemente a casa perche sapevano di non poter entrare. E giusto che quelle trenta persone magari amiche tue non so debbano violare le regole? Io ammiro Claudio perche nella sua posizione ha fatto benissimo a chiedere se volevamo che entrassero ma e ovvio che come tanti ho fischiato e fischierei ancora perche non ammetto i furbi sia con pass fasulli ne con pretese asssurde che metto sullo stesso piano !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.