Home / 18 Maggio 2013 - CONVOI / È il #tempo del rinvio

È il #tempo del rinvio

Questo è il #tempo di trovare un’altra immensità diventare liberi 

Lo ha dichiarato, ci ha provato e lo ha fatto fino allo sfinimento…ha voluto cercare un mondo nuovo nel suo lavoro per poter essere libero di trovare nuova linfa, quella che aveva oramai smarrito.

Questo è il #tempo di guardare con ingenuità di tornare piccoli

Si è battuto e si è buttato per e nel suo lavoro per riuscire a recuperare quella voglia di fare e scoprire cose nuove che hai solo da piccolo.

Questo è stato il #tempo in cui si è donato al pubblico ludibrio, il quale vivisezionava ogni singola canzone come mai era stato fatto in un #tempo passato:

questa è stupenda, questa fa ridere dai non si può sentire, questa poi uguale alle altre, questa è il capolavoro assoluto, quest’altra mi lascia indifferente. Ma sa scrivere? Ma sa suonare? Ma sa comporre? Ma sa arrangiare??

E lui che nel frat#tempo si arrangiava  a finir le canzoni..

Ma dai su non scherziamo..erano già tutte pronte. A chi la vuole dare a bere…

E lui che durante questo #tempo limava le canzoni, le pubblicava, le rivisitava, le cantava, le dava un video minimale….

Beh però l’idea è originale, tant’è che anche l’idolo delle dodicenni sta seguendo la stessa strada di un sessantenne…

Così come successe per “Un Piccolo Natale”, ho cercato di non farmi condizionare dal rumore di sottofondo e mi sono semplicemente fatto accompagnare in questo nuovo viaggio.

#tempo 5 mesi fa scrissi come io vedevo in questa operazione un modo di regalarci del #tempo per non consumare tutto subito, per farci riappropriare del nostro #tempo e godere assaporare capire ogni singolo pezzo ogni singolo suo stato d’animo…ed ecco che quel #tempo ha donato ad ogni capitolo di questa nuova storia “15 Giorni di Celebrità” regalando a molti di noi un nuovo modo di trascorrere quel #tempo di attesa

Il primo giorno era il venerdì intorno alle 12….#tempo di andare in ufficio/scuola/mare/casa e consumare quasi metà della propria giornata, ed ecco che in rete iniziava a prender vita la prossima storia. Arrivavano puntuali titolo, anteprima, copertina e sinossi della nuova canzone.

Venerdì sera avevi già ascoltato almeno 30 volte quei 30 secondi cercando di capire in che punto della canzone si trovassero… È l’intro? È il finale? E immaginavi come potesse continuare o cosa potesse esserci prima..e cercavi assonanze con quello che già conosci…questa sembra l’ultimo omino…questa titoli di coda..e questa??Dalla chitarra mi ricorda via…

Sabato avevi già fatto tuo il titolo, consapevole che da quel giorno e per tutto il #tempo che ti rimane, quelle poche parole dette in una tua frase le avresti legate per sempre a quella canzone e non al contesto.

Andate in vacanza? NOI NO..noi mai più..

Eccomi…IO SONO vivo e sono QUI

A questi si sarebbero aggiunti nei mesi…Come va? VA TUTTO BENE…E CHI CI AMMAZZA!!! E tutte le altre….

Domenica avevamo scrutato per bene la copertina cercando di capirne il soggetto e provando a legarla alle poche note che avevamo a disposizione, immaginando chissà cosa e prendendo anche delle topiche pazzesche…

Ci sono i cavalli…è il #tempo di un’altra canzone tipo la piana…

Lunedì era giorno di vigilia. Quanti di noi hanno cambiato modo di iniziare quella giornata?? Non più PrimaPagina, non più SkySport, non più il giornale..ma solo Radio Italia per poter ascoltare a qualche minuto dalle 8 per la prima volta la nuova canzone..Chi era in macchina, chi era in metro, chi era a casa..una costante però era Radio Italia..pronti ad ascoltare, ed a comunicare ai nostri amici che magari non erano stati solerti come noi..ECCOLAAAA!!!!!

Ed ecco che per la prima volta ascolti la voce del TUO amico pronunciare combinazioni di parole diverse da tutte quelle che oramai conosci a memoria, ed è sempre una sensazione strana!! Passa il #tempo, passano gli anni ma sai che in quel preciso istante molti come te schiacciano il tasto pausa nella loro vita e si dedicano 5 minuti ad ascoltare quello che stai ascoltando tu.

Lo sai, nei sei sicuro, lo speri che al primo ascolto non ti piaccia, perché sai bene che così la puoi scoprire ancora…nel #tempo. Se invece ti dovesse piacere subito è come se ingoiassi tutto d’un fiato il “cioccolatino famoso nella bocca”, ed invece la vuoi scoprire piano piano…Termina il primo ascolto e ti chiedi cosa ne pensi…e nel frat#tempo ti arrivano 10 whatsapp che ti dicono…È BELLISSIMA!!! FA SCHIFO!! MA CHE È STA ROBA?? ECCEZZIONALE!!! 

E ti chiedi!! Di già? Già capito tutto??

A te sembra somigli a qualcosa, il tuo cervello cerca per forza di associarla a qualcosa di già sentito…

E così il lunedì passa aspettando di trovare in rete qualche anima pia che abbia schiacciato rec play su radio Italia e la condivida in modo che tu possa riascoltarla una seconda volta…Eccola qualcuno l’ha fatto per davvero!!! Rimetti le cuffie e provi a riascoltarla cercando di capire almeno qualche frase e nel momento più bello c’è sempre lui…CLAUDIO BAGLIONI SU RADIO ITALIA SOLO MUSICA ITALIANA…ma porca miseria questo si che ha i #tempi giusti!!! 

Martedì è il giorno di iTunes. Quanti di voi hanno fatto tap sull’applicazione dell’iPhone come seconda cosa del giorno dopo aver schiacciato il tasto stop della sveglia?? In molti? In pochi? Beh sicuramente diversi, differenti persone in diverse vite. Finalmente hai modo di ascoltarla TUTTA, senza interruzioni sgradite e col suono limpido e nitido. 

Mercoledì l’hai inserita nel tuo cb dell’iPhone, hai fatto il cd per la macchina e hai buttato via quello precedente…non si poteva più ascoltare visto che mancava l’ultima!! Sembra essere tornati ad esplora il corpo umano…piano piano stai costruendo il tuo CB personale: 6.06 minuti, 12.06 minuti, 18.16 minuti, 24.05 minuti, 29.33 minuti…piano piano il #tempo della musica aumenta…

Durante i giorni successivi l’ascolti sempre di più, ed inizi a capirla, le sensazioni del già sentito svaniscono piano piano, ora la nuova canzone ha una sua identità precisa e puoi finalmente decidere se è una di quelle che vale oppure no..

Intanto il #tempo passa, i giorni passano e cambi anche l’ordine di ascoltare le nuove canzoni…inizi sempre dall’ultima arrivata e poi ricominci daccapo per sentire l’effetto che fa tutto quel #tempo musicale messo uno dopo l’altro.

Fuori ha piovuto, ti sei bagnato in mare, ti sei coperto in montagna, ti sei messo gli occhiali da sole, ti sei sbracciato, hai abbracciato amici e parenti, hai pianto, hai gioito ed i giorni passavano e in sottofondo sempre loro..le tue nuove compagne di viaggio..che poi siano bellissime, brutte, a te non frega nulla perché sai che ti hanno fatto compagnia e hai paura che forse manca poco #tempo ormai ed il tuo caro amico smetterà di farti assaporare l’attesa e farti provare emozioni….che poi siano di stupore o di delusione poco importa..l’importante è che ci siano.

Non fai in #tempo a guardare il calendario che è già giovedì..siamo già al 14° giorno dalla nascita della nuova canzone..sù presto…è di nuovo vigilia,..domani si ricomincia!!!

Se ti fermi a metà strada non saprai chi sei” abbiamo sentito dire allo scoccare della mezzanotte del 18 Maggio. Da allora sono passati cinque mesi…il viaggio era partito quel giorno e dopo 5 mesi ci troviamo forse a metà strada di questa strana storia…un CD vero sta per uscire ed una tournée stava per partire…ma poi…

…ma poi STOP!!! Non si parte più…il NOSTRO si è fermato a metà strada della sua nuova storia…c’è chi si è arrabbiato, chi si è indignato, chi ha capito, chi ha gioito…

Io non mi faccio domande, ma per una volta dò torto al verso sopra citato..anche se si è fermato a metà strada, io so benissimo chi è e so che si tratta solo di un rinvio!!! 

Tutto un sogno ciò che ho scritto? Il business non vive di questo e quindi dietro ci saranno altre storie, di quattrini e incompetenze???

Può darsi, ma a me piace credere nel sogno e credere che questo è anche il #tempo di guardare avanti con ingenuità e di salvare la speranza nella verità!!! Quale sia questa verità sta a noi scegliere…

Nel frat#tempo il sogno non è morto….VIVA IL SOGNO!!!

Sam Fisher

Sam Fisher

Salve a tutti, “Sono Io” e sono uno di voi. Un Baglioniano? Un Clabber? Un Baglionista? Uno delle prime file? Uno sempre in piedi? Uno che accetta tutto quello che fa? Sono un Hacker, nel cuore di doremifasol.org e vi "colpirò" quando meno ve lo aspettate.

Potrebbe interessarti anche:

 


5 commenti

  1. Stelle in polvere, lontanissime, belle mie c’avete mica un che da trasmettergli ?

  2. questo articolo lo avrei potuto (voluto) scrivere io ….complimenti è perfetto

  3. jeanine ferrante

    GRAZIE SAM, hai trovato le parole giuste per esprimere le emozioni, la curiosità, lo stupore ,l’attesa e il gusto sciolto lentamente nella bocca in questo #TEMPO di “USA E GETTA” Claudio ha saputo condividere CON NOI! Grazie Claudio, il CONVOGLIO attende in stazione carico di attesa , pronto a partire per la prossima destinazione…sconosciuta.

  4. Assolutamente vero! Anche io ho scandito il tempo nello stesso modo.
    Viva il sogno

  5. Bello !!! è proprio vero… sfido chiunque (che sia fans di Baglioni) a dire che non ha fatto esattamente tutte queste cose… il Sogno non è morto è solo il tempo del rinvio ! grazie buon viaggio della Vita a tutti, Con Voi !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.