Home / Baglioni Notebook / 21\03\2016 Nota di Claudio Baglioni 

21\03\2016 Nota di Claudio Baglioni 

Il denso vapore del congegno aerosolsi appanna sul bianco del cielo

nel largo rettangolo della finestra.

Anche il camino sul tetto di fronte

ha ripreso a sbuffare e a tirare sospiri.

La primavera entrata da ieri

pare come aver fatto un’anticipazione.

Un trailer coi pezzi del film a colori

di cui saremo comparse o protagonisti

nei giorni a venire.

Un assaggio dei prossimi mesi.

Intanto la scena si è rifatta invernale.

Nel silenzio sulfureo qui attorno

solo il sibilo fisso dell’apparecchio

e un po’ di rumore che fanno i pensieri

tra un misto di calma e impazienza.

Occorre restare tranquilli e a riposo

e aprir bocca il meno possibile.

Che se fosse soltanto per questo

non sarebbe un problema.

Non sono di troppe parole a parlare

anche se poi ne scribacchio parecchie.

Ma darci di voce è un mio vizio.

Un’aspirazione, un diletto, un mestiere.

Quarantotto ore e si torna a cantare.

Nel frattempo sto in una nube di gas  

con la faccia da tossico perso

e l’espressione rincitrullita

dal fischio invariabile dell’inalatore.

Incredibile a dirsi ma vero:

la nota del suono di questo aerosol

– nemmeno così a farlo apposta –

è un Sol (!) appena crescente.

E cresce l’attesa per quando sarà.

E quando sarà prometto di usare

anche tutte le altre note in programma.

La Si Do Re Mi Fa.

Compresi i diesis e i bemolle.

Insomma con gli accidenti.

Accidenti alle malattie di stagione.

Ai virus e ai batteri da battere.

Da abbattere a colpi di batteria.

A rullate, a spiattate,

O con la batteria da cucina.

A pentolate. A padellate.

O col reparto d’artiglieria.

Pronti. Caricate. Batteria. Fuoco.

Oh no. La batteria è scarica.

E senza mi sento un pollo in batteria. 

Alt. Fammi guardare un po’ meglio

cosa c’è in queste fiale…

Max Sott

Uno dei tanti Amici che condivide la propria passione CON-VOI!

Potrebbe interessarti anche:

 



15 commenti

  1. M DISPIACE TANTO ….MI RACCOMANDO RIMETTITI PRESTO ,,,,,,ACCIDENTI AI MALI DI STAGIONE,,,,UN BACIO GRANDE TVB

  2. Ciao Claudio,
    hai ragione, l’aerosol ha un gusto orribile…. Ricordo d’infanzia, spesso; qualche volta anche dopo.
    Oggi cerco anche metodi naturali. Esiste il miele di eucalipto dall’aroma forte, ma sempre meglio delle medicine. Va bene anche la propoli, e l’olio essenziale di eucalipto per tosse influenza e raffreddore. Ottimo anche il miele di timo e quello di tiglio.
    Questa pausa non viene a caso. “Fermarsi per partire”.
    Fermarsi per analizzare e apprezzare ancora di più il viaggio compiuto fin qui con Gianni.
    Potrebbe portare nuove ispirazioni per il futuro personale e lavorativo.
    Torna presto in forma.
    Ester.

  3. Spero ti riprenda presto grande poeta. Ti ho visto 11/3 ad Acireale in splendida forma più bravo e bello che mai. Arrivederci a presto.

  4. Claudio, lo so anch’io che l’aerosol è noioso: c’è stato un periodo che ne facevo molti, mia figlia aveva un anno e lo chiamava “sol”! Proprio così. Dai curati la tua preziosa voce e guarisci. Un messaggio per Patricia: anch’io sono stata folgorata dalla musica di Claudio a 12 anni: era il periodo di “Strada facendo” e lo ascoltai cantare “I vecchi” a Domenica in, mi piacque tantissimo e volli farmi regalare LP! Un bacio a tutti in questa purtroppo triste giornata, anche il cielo è grigio! Anna

    • Ciao Anna un bacio anche a te…triste giorno..
      Vorrei che tutti avessero la musica nel cuore come noi……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.