Baglioni Notebook

13/04/2016 Nota di Claudio Baglioni 

image-1.jpg

Si sta bene al riparo

se i pensieri han bisogno di riposare.

Separarsi per un po’ di tempo

dal flusso di quel che succede

e rinchiudersi dentro un istante

per non lasciarsi rubare dal tempo.

Mantova è una specie di isola.

Un’isola in mezzo alla bassa pianura.

Un gigantesco vassoio di case e palazzi

e torri e chiese magnificenti

a galla su un lago che la circonda.

E tutto è talmente prezioso e curato

che vorresti restare seduto in silenzio

in una penombra dorata di erbe di tè.

Ci son delle volte in cui stare soli

ti sembra di essere più in compagnia.

Forse perché non si è mai proprio soli

e vicino o lontano o incontro o di spalle

c’è per fortuna qualcuno che sempre

cammina la tua stessa strada.




The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

9 Commenti

  1. Caro Claudio secondo me ci sono momenti in cui a volte è meglio….stare da soli….un lutto ti “abitua” in un certo senso ad imparare a stare da solo….io dalla perdita di mio padre ormai avvenuta tanti anni fa ho imparato a “dovermela cavare” da sola e quella “ferita” non si è ancora chiusa…la sua perdita….a me aiuta tanto il mare…mi trasmette tante sensazioni positive e mi aiuta ad essere….meno sola. Un forte abbraccio e …..Verona si avvicina!!!!!

  2. Essere soli è una scelta dell’anima…io ho scelto di non eserlo mai… Per questo il maggiore aiuto l’ho trovato nella musica, nelle paraole, nella voce “unica e irrepetibile” e nella persona dell’amato Claudio.
    Grazie di Te.
    Gigliola

  3. “Non c’è solitudine, quando si è soli..” Stamattina Milano era stata rinfrescata dai temporali notturni e da un fresco venticello e il cielo di un bell’azzurro, sembrava quello che il Manzoni diceva “Il cielo di Lombardia, così bello, quando è bello”. ciao Claudio, un abbraccio Anna

  4. UN LUTTO LASCIA SEMPRE IL BISOGNO DI STARE SOLI CON I PROPRI PENSIERI E SENTIMENTI PER POI TORNARE ANCOR MEGLIO DI PRIMA CURA TE STESSO IL TUO ANIMO E LASCIATI ANDARE ALLA MUSICA AL PALCOSCENICO AL BISOGNO IMMENSO CHE HAI DI SALÒIRE SU UN PALCO ED ESSERE FINALMENTE TE STESSO!!!!!!CIAO CLAUDIO UN ABBRACCIO

  5. Soprattiutto non lasciarci mai dai soli..desideriamo altri incontri di musica parole emozioni che solo tu sai ragalare

  6. Un piccolo scampolo, un ritaglio di stoffa pregiata, è il tempo della solitudine. Mettere in fila i pensieri uno a uno o rimescolarli per cercare nel meraviglioso e stancante caos della nostra vita, ciò che in quel momento placa o scuote il cuore. Io anelo alla solitudine, quel piacevole silenzio che conduce a riconoscere la bellezza intorno e la calma interiore…. cosa c’è di più lenitivo di una città da esplorare, una chiesa o una torre che fa alzare la testa verso il cielo, stupendo gli occhi di sorprese e misteri? Ed è allora che senti una presenza, un trillo o un suono lieve, a farti compagnia e così ci si ritrova a percorrere la strada con una mano in più su una spalla o sottobraccio e tutti i pensieri nascosti trovano libertà e profumano di amicizia. Vicino e lontano hanno la stessa distanza…. La nostra fortuna e non essere soli nei pensieri profondi e veri, le gambe camminano, le menti volano. A risentirci Claudio e arrivederci sulle strade e sui sentieri degli incontri. Ora ho bisogno di un buon te dorato….lo berro’ in tua compagnia. Il mio abbraccio di sempre. Patricia

  7. strada facendo vedrai che non sei piu da solo…..alguno piu vicino altro piu lontano,tu sei el nostro bello compaño…….gracie da esistere.Buona notte a tutti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button