SOLO 2022Stampa

Claudio Baglioni, la passione di una vita

In questa storia che è la mia:

Claudio Baglioni, la passione di una vita

Marilisa Semeraro per MyWhere.IT

ITALIA – E’ l’artista che rappresenta pienamente le meraviglie della musica italiana, nonché uomo dalla straordinaria sensibilità. Vi racconto il mio mito, il mio incontro a tu per tu con Claudio Baglioni. In vista delle attesissime prossime date del suo tour Dodici Note solo fino a quella del 16 maggio che concluderà il tour che si terrà presso il Teatro San Carlo di Napoli. Il 16 maggio non solo sarà la 71a data del tour ma è anche il compleanno di Claudio e quest’anno compirà 71 anni!

Non so come è cominciata, forse ascoltando una radio – recita l’incipit di una delle sue ultime canzoni composte per l’album In questa storia che è la mia – e divenuto presto uno dei testi più amati da noi fans ed anche dagli ascoltatori più profani, estranei a questa meravigliosa vicenda. E non so neppure come è cominciata questa mia passione viscerale per questo meraviglioso Artista, Claudio Baglioni, che ha completamente travolto la mia esistenza e che giorno dopo giorno cresce in maniera smisurata.

CLAUDIO BAGLIONI: IL NUOVO TOUR

Lui è l’uomo di varie età, l’Artista più ascoltato e nominato probabilmente da più di 50 anni, la rappresentazione vivente e manifesta della Musica pura, simbolo di eleganza, grazia, bellezza, magia, poesia vivente per occhi, orecchie, anima, cuore, Musa ispiratrice dei miei desideri e dei miei sogni più belli, Incanto per migliaia e migliaia di spettatori e ascoltatori. Sto parlando di Claudio Baglioni e proverò a descrivere con poche ed esaurienti parole la mia meravigliosa passione.

Uno dei regali più belli che possa riservare la vita, una sorpresa inesauribile aver conosciuto personalmente questo Artista e poter godere dei suoi sorrisi, anche solo di un suo sguardo dal palco durante i suoi concerti ed aver la consapevolezza che lui sa che tu ci sei e sei lì ad ammirarlo e godere del suo meraviglioso spettacolo.

Da circa un mese e mezzo l’Artista, di cui vi abbiamo raccontato anche in passato gli impegni e i progetti, ha ripreso con sua e nostra grande trepidazione gli spettacoli dal vivo e dal 24 gennaio u.s. è partito un tour unico e memorabile che certamente resterà nella storia e sarà annoverato tra le sue prodezze.

Il tour, intitolato Dodici Note solo, prende avvio dopo quasi 3 anni di stop obbligato dall’arrivo della pandemia e dei suoi interminabili strascichi e si sviluppa intorno ad una performance tutta solista di Claudio che ha scelto di cantare per 3 ininterrotte ore ruotando sui palchi dei più importanti meravigliosi teatri di tradizione del nostro Paese. La data nr. 35 coincide con il concerto di Civitavecchia che si svolgerà il 23 Marzo.

Il 16 maggio p.v. si concluderà il tour e sarà la 71a data che si terrà presso il Teatro San Carlo di Napoli. Il 16 maggio è anche il compleanno di Claudio e quest’anno compirà 71 anni: dunque la 71a data coincide con il suo settantunesimo compleanno.

Lui è dunque il protagonista indiscusso sul palco, accompagnato dal suo straordinario repertorio di un affascinante racconto in musica, suoni e parole e da 3 strumenti, un pianoforte classico, un clavinova ed una tastiera, nei quali l’Artista immagina sia scomposto il suo pianoforte a rappresentare un viaggio idealmente diviso in tre parti: riscoperta del passato, abbraccio del presente e apertura al futuro.

CLAUDIO BAGLIONI E L’AFFETTO PER IL PUBBLICO

Ogni serata si affaccia in un cortile diverso ogni sera uno dall’altro, come Lui ama definire lo spazio interno di ogni teatro, e saluta ripetutamente il suo pubblico, ovunque sia seduto, nelle primissime file, su in alto in galleria, o affacciato dai balconcini o su in piccionaia e non risparmia nessuna manifestazione di affetto. I suoi occhi, ricolmi ogni sera di gioia immensa e sconfinata passione, trasudano amore, emozione infinita ed enorme gratitudine, quella timidezza e quell’imbarazzo di chi debutta con ansia ed impazienza sempre in un luogo diverso e viene acclamato dal pubblico con manifestazioni eclatanti di amore e gioia.

Parlo di lui con tale consapevolezza e sicurezza perchè la sua trasparenza e la sua immensa generosità lo rendono innanzitutto un Uomo straordinario, poi un Artista ineguagliabile e irraggiungibile.

Così di serata in serata il cuore galoppa a mille con le emozioni dei suoi capolavori di sempre, E tu, Mille giorni di te e di me, Strada Facendo, E tu come stai, e quelle delle sue perle più intime e nascoste, quelle meno conosciute, che trafiggono il cuore ogni volta e conquistano quello di chi probabilmente non le conosceva prima. E in un periodo come questo la sua Ninna Nanna, ispirata alla poesia di Trilussa, diviene sempre il momento più toccante della serata, come i suoi Uomini persi sembrano camminare ancora tristemente sulle nostre teste.

Le sue note melanconiche e dense di emozione immensa si colorano di tinte pacate e delicate di una tenera ironia con cui l’Artista connota i suoi dialoghi e i suoi racconti tra una canzone e l’altra provocando le risate e le urla del pubblico che spesso lo acclama a gran voce: sei bellissimo, sei unico, ti amiamo e Claudio risponde con battute vivaci e taglienti, divertito e commosso, come a trincerarsi dal suo solito imbarazzo e dalla sua tenera emozione.

Non credo di aver conosciuto mai persona più sensibile e grata ai complimenti rivolti in ogni dove e da così tanti anni e ripetutamente donati nelle forme più svariate: un Amore immenso che il pubblico, i fan, i conoscenti, gli amici, i colleghi, tutti i suoi musicisti non risparmiano mai di dichiarare a quest’Uomo e a quest’ Artista unico nella storia.

A TU PER TU CON IL MIO MITO

Sono solo pochi giorni rientrata dal suo ultimo concerto a Firenze, con ancora il cuore ricolmo di emozioni vivissime, il suo saluto affettuoso e commosso all’uscita del teatro, la sua commozione trapelante dagli occhi e quella mano che, battuta sul petto, nel momento dei saluti finali sul palco, sembra esprimere un cuore che batte all’impazzata e non vuole calmarsi. E come tutte le sere quei suoi auguri di buon auspicio per noi tutti che siamo lì immersi in quel meraviglioso sogno e viviamo con lui l’incanto stupendo. Abbiate giorni bellissimi, abbiate un buon domani, e non c’è sera che dimentichi di salutare il pubblico così e non c’è sera che lui si commuova lasciando il pubblico in delirio e con i cuori che ardono di un’emozione intensa e accecante.

Perchè Claudio Baglioni è tutto questo e anche oltre: una miriade di sentimenti capaci di travolgere sempre cuore, anima, testa e di regalare una gioia immensa; e dopo tanti anni trascorsi con lui queste emozioni si cristallizzano sempre più nel cuore e lo rendono giorno dopo giorno uno scrigno prezioso di ricordi, vicende, persone, doni, pensieri, eventi, sentimenti legati a lui.

Ora sono già in trepida ed impaziente attesa del prossimo concerto, del prossimo incontro con lui e di ogni emozione legata a quell’incontro, di persone e amicizie nate grazie a questa meravigliosa passione che tanto mi fanno star bene e mi rendono così importante quest’incontro, e poi anche del prossimo, e del prossimo ancora..chè non basta mai, è un’emozione unica ed inesauribile che vive in me da sempre, probabilmente dalla nascita, e che sempre mi accompagnerà.

E alla fine di ogni incontro resta nel cuore e nell’anima quella gioia e quella magia adrenaliniche che svaniranno solo dopo giorni, ma restano poi sopite per sempre, e quel senso di nostalgia derivante dall’assenza e dalla mancanza che già alla fine di un concerto si avverte come quel magone che attanaglia il cuore e lo rattrista. Ma poi nel ricordo e nella memoria tutto rivive sempre con assoluta gioia ed immensa felicità.

E devo proprio riconoscerlo, come quel piccolo grande amore, anche questo è destinato a durare tutta la vita e a cambiarla per sempre. E la mia l’ha cambiata per davvero.

Grazie a Marilisa Semeraro per mywhere.it

HOME PAGE DODICI NOTE SOLO


The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

6 Commenti

  1. Sono passati pochi giorni da quando Çlaudio Baglioni ha cantato al teatro Carlo Felice di Genova,fila 2 posto 2.Inizio dicendo un GRAZIE enorme e grande come il suo Cuore ❤, una generosità senza limiti per il suo pubblico.Per me è stato il concerto perfetto quello che sogni da sempre poi ogni suo concerto lo è ma questo aveva una magia particolare. Il grande mago ha colpito direttamente al cuore ed è arrivato fino ai suoi angoli più segreti. Il cuore ha scattato fotografie che puoi vedere solo tu agli altri puoi solo raccontare ma come possono capire se non condividono la stessa passione e non lo conoscono. Non l’hanno vissuto intimamente e delle sue canzoni sono a conoscenza di quelle più “famose”le ho messe tra virgolette ma poi sono tutte conosciute e cantate il pubblico di Claudio è così in qualsiasi concerto canzano tutte le canzoni dall’inizio alla fine.Potrei scrivere per ore ,ma come si può descrivere in modo esaustivo Claudio Baglioni senza essere ripetitiva posso solo dire che lo seguo da quando avevo 13 anni ,primo concerto a 18 anni e ogni volta è così e non basta mai,perché stare con lui è una boccata di aria pulita e torni a credere che ci può essere un mondo migliore basta un’attimo di occhi negli occhi e capisci che l’innocenza dell’infanzia non è mai cambiata.Mary-Maria.

  2. Da sempre il mio cantautore e’Claudio Baglioni…ho cominciato ad ascoltare le sue canzoni quando frequentavo il liceo negli anni settanta.Lui esprimeva tutte le emozioni e i sentimenti di me adolescente.Poi nel tempo i suoi testi sono sempre stati ancora piu’belli …profondi mai banali…raggiungendo toni poetici…che dire di più?Ascoltarlo e’sempre una grandissima emozione…amo moltissimo il suo ultimo lavoro dove ci sono canzoni che io trovo meravigliose…che arrivano a toccare emozioni fortissime…nonostante non sia piu’una ragazza ma una donna matura…ancora davanti ad un testo importante mi sento coinvolgere ed emozionare…grazie Claudio per tutti questi anni in cui sei la colonna sonora della mia vita!!!

  3. “lui è (…) la rappresentazione vivente e manifesta della Musica pura, simbolo di eleganza, grazia, bellezza, magia, poesia vivente per occhi, orecchie, anima, cuore”
    “(…)la sua trasparenza e la sua immensa generosità lo rendono innanzitutto un Uomo straordinario, poi un Artista ineguagliabile e irraggiungibile.”
    Mai lette parole più vere e che condivido in pieno. Hai parlato di sensazioni ed emozioni in cui, penso, tutti coloro che amano il grande mago si rispecchino totalmente. Siamo davvero fortunati ad avere nella nostra vita una presenza così piena di splendore, il nostro incantatore!
    W cucaio per sempre!

  4. Grazie per la descrizione delle emozioni che ognuno di noi prova ogni volta……è proprio così alla fine di ogni concerto cerchi di pensare già al prossimo……io oggi aspetto con ansia che arrivi sera…….sarò a Lucca e non vedo l’ora per passare la serata senza pensare cose tristi e brutte ma vivendo le bellissime emozioni che solo lui riesce a trasmettermi e cercando di tenerle poi dentro di me fino al prossimo incontro. Caro Claudio dopo questo brutto periodo finalmente sarò lì a….rivivere nuove emozioni……..

  5. Grazie Marilisa, hai descritto perfettamente quello che ognuno di noi, che amiamo immensamente Claudio, conserviamo nel cuore e vorremmo dirgli se ne avessimo l’occasione…..grazie a te e grazie a Claudio che ci regala emozioni sempre più vere e più intime….e ci fa sentire come vecchi amici che lo conoscono da sempre…..

  6. Grazie a Marilisa per questa bellissima descrizione che condivido in pieno perché corrisponde parola per parola a ciò che penso e provo per questo meraviglioso artista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button