FotoResocontiVideoXXII Raduno Clab

Il sogno di Claudia con Claudio Baglioni


All’alba del 4 dicembre 2022, dopo aver chiuso occhio solo per una manciata di ore, mi sono alzata con una gioia nel cuore, mista ad ansia, trepidazione e gratitudine.

Sì, gratitudine è la parola giusta perché dopo anni di attesa finalmente anche io avrei vissuto il mio primo raduno, così a lungo desiderato e al quale per mille e mille motivi il destino mi ha sempre dato ottime ragioni per rinunciarvi.

Ma stavolta no, niente avrebbe impedito questo incontro, non c’erano gravidanze, neonate, mariti all’estero, malattie e dispiaceri, ora eravamo solo io e il mio Sogno.

Come ci si veste al primo appuntamento?

Mah, ormai chi se lo ricorda, piove pure tanto, metterò la prima cosa…e i capelli? il trucco?

Che importa, figurati se tra tanti vedrà proprio me…. Così io e le mie folli amiche partiamo per Roma cariche a mille.

Durante il viaggio mi domando come faccia un uomo ad avere così tanto carisma da attirarci a sè, ormai da anni (per me 40 per la precisione, avevo circa 12 anni quando E Tu mi folgorò) con immutata energia, portandoci a seguirlo ovunque, soprattutto in questo scorcio di tempo ricco di concerti… Avellino, Napoli, Roma, Siracusa, Verona…

…eppure di te, Claudio mio, non sono mai paga…

Finalmente arriviamo all’Auditorium, baci, abbracci, saluti, foto…e poi la sorpresa dell’estrazione.

E qui tra l’isteria e la follia ridevo, perché dicevo “figuriamoci se chiamano il mio numeretto” poi di colpo il cuore si ferma.. 228 oddio sono io, non ci credo, le gambe mi tremano, chiedo all’Hostess di verificare il numero, forse è un sogno o forse sono morta ma niente sembra reale…

Sul palco i miei 15 compagni di avventura condividono i miei pensieri farneticanti, finché entra in tutto il suo splendore il Nostro Claudio che ci guarda, sorride e dice “ora sono cavoli vostri”.

Leggo e rileggo il foglietto che ho trovato al mio posto:

“E’ di nuovo primavera. La Terra è come un bambino che sa le poesie. R.M. Rilke”

ed io ero proprio come una bambina, impaurita, emozionata, che provava a capire cosa stesse per accadere.

Sul gobbo appare una scritta, Dagli il Via, il mio vicino mi sussurra “sei la prima, tocca a te” , a quel punto penso che il mio povero cuore abbia i minuti contati (162 battiti, mi dirà poi l’app) e non so come mi alzo e vado da lui. Gli dico a bassa voce, sorridendo che è una cattiveria tutto questo, lui mi attira a sè e mi dà un bacio.

Ok, posso dare il Via al Sogno più bello della mia vita.

Grazie Claudio, grazie al destino che mi ha fatto questo immenso dono.

P.S. solo un neo, mi avesse veduta un poco più pettinata!!!

Claudia Gambardella – Napoli

Hai partecipato al XXII Raduno CLAB ? Aiutaci a riempire il nostro archivio della memoria inviandoci le tue foto, i tuoi video e magari raccontandoci le tue emozioni alla mail wop@doremifasol.org

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio