Home / 50 anni al Centro / Claudio Baglioni un mago umano

Claudio Baglioni un mago umano

Ciao Redazione,

Vi scrivo perché, nonostante legga, nella quasi totalità, recensioni di critica e commenti da parte del pubblico entusiastici, ne ho letto anche alcuni che sottolineano il cedimento di voce che Claudio ha avuto e , per quanto mi riguarda, provo rabbia e sconforto nel fatto che nessuno spieghi perché (effettivamente nella seconda parte dello spettacolo c’è stata).

Forse a qualcuno sfugge che quest’uomo, a parte fare giorni e giorni di prove (anche fino alle 2 del mattino del giorno precedente il debutto) e, oltre a fare proprio venerdì, il giorno del debutto stesso , una lunga conferenza stampa ,alla fine del concerto si è preso “il diluvio addosso” ed è rimasto lì, imperterrito a cantare e suonare. Con, dopo, le inevitabili conseguenze.

Ci ho pensato a questa cosa, anche perché (a parte lo “sgolamento” di sabato sera) anche io ieri ,mi sono presa, per un temporale improvviso, una inzuppata di pioggia e oggi , a parte la tosse, sono anche completamente afona.

Solo che io non canto, non devo fare prove su prove, conferenze stampa, non devo fare una diretta televisiva di oltre 3 ore e mezzo dove ogni minimo dettaglio dev’essere perfetto, non devo “incantare ragazze e serpenti” ( e,a quanto pare ,certi “serpenti” non smettono mai di sputare veleno, neanche col rischio di “masticarsi” e ingoiarlo loro stessi), non devo cantare e allo stesso tempo muovermi su un palco di 450 mq., non devo fare il cambio d’abito in un camerino tutta sudata.

Pensavo cosa deve provare Claudio ogni volta che gli succede questo, pensavo anche quanto deve aver sofferto sabato e anche quando magari legge certe cattiverie, non solo di qualche giornalista idiota ma di quelli che magari si definiscono fan.

Magari sono gli stessi fan che lo assalgono , lo baciano e lo abbracciano ( tra l’altro,col rischio anche di contagiarlo col loro eventuale raffreddore). Pensiamoci ogni tanto a questo. Se davvero dite di volergli bene, pensate prima di sparare la prima cosa che vi passa per la testa, andate a fondo nelle cose. Lo sappiamo tutti che Claudio è un “mago”, ma è un “mago umano”!

M.Paola

The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

27 commenti

  1. Già, pensare… questo verbo sconosciuto a certa gente… molto più facile scrivere la prima cosa che salta in mente, anche per far parlare di sé, che pensare…
    Io sabato ero in Arena, forse perché ero in estasi di fronte a tanta meraviglia di suoni e di immagini, ma non ho notato alcun cedimento nella voce di Claudio… sì, nel finale, un po’ per la stanchezza, un po’ in previsione del concerto di domenica, qualche lieve abbassamento di tonalità c’è stato e qualche acuto tenuto un po’ meno dei proverbiali 25 secondi, ma non mi sembra una cosa così clamorosa… ricordiamoci sempre che artisti di questo livello conoscono la loro voce e sanno benissimo come usarla… in ogni caso questi sono minimi dettagli che mai potranno scalfire la grandezza di questo uomo che con la sua musica ci ha regalato e continua a regalarci il sublime… emozionando ed emozionandosi… questa è la cosa più bella ed è quello che interessa a noi che lo amiamo da una vita… il resto sono solo chiacchiere…

  2. MARITA CESANO

    Ero al concerto sabato sera ed è stato per me il migliore di tutti i tempi. Meraviglioso, ci ha regalato un’emozione unica.
    La voce di Claudio era la sua, unica, inconfondibile. Non cerco mai la perfezione, la vita non lo è, non vedo perché dovrebbe esserlo un concerto…
    Avevo assistito ad uno spettacolo a Torino dove Claudio era quasi afono e ha mandato avanti Morandi, regalandoci il concerto più “umano” che io ricordi…
    Mi viene in mente solo una parola, quella che ha detto Claudio… E’ stato sublime… Grazie, ancora, di tutto

    • Infatti sono d’accordo con voi è un Mago perché tra un brano e l’altro passavano pochi secondi e cercando di non sottoporre la voce ad un grande stress per le corde vocali.Ha fatto bene se è sceso di tonalità più il coro femminile che suppoRava impreziosivano le canzoni.Il maltempo dei giorni prima e le prove.nel mio piccolo so cosa significa cantare ed è stato SUBLIME.un caro saluto a tutti.

  3. Gloria gelmetti

    Io ho vissuto in diretta il concerto di sabato e devo dire che pur avendo seguito Claudio in tantissime altre occasioni non mi sono nemmeno accorta del calo di voce perché ero concentrata sull emozione collettiva che permeava tutta l Arena. Sarà anche finita l epoca dei tecnicismi perfetti ma la musica è emozione non solo vocalizzi io credo che Claudio ce ne regalerà ancora molta .Arrivederci ad Assago.

  4. Ciao a tutti. Il concerto di sabato è stato semplicemente……bellissimo. Ho visto tanti concerti di Claudio… non vedo l’utilità di queste critiche secondo me….inutili. Claudio è un grande professionista……e questo lo sappiamo tutti. Certo l’acqua che ha dovuto prendere venerdì non gli ha fatto sicuramente bene (ce ne siamo accorti tutti che un pochino in alcune canzoni la voce cedeva) questo non vuol dire che il concerto non è stato bello. Ha dimostrato (anche se non credo ce ne sia bisogno) che è veramente un GRANDE artista. Come sempre non tutti sono contenti ma….ce ne faremo una ragione. Lo spettacolo è stato…..GRANDIOSO!!!! Sinceramente avrei preferito non ci fosse stata la diretta RAI…..quando c’è di mezzo la RAI l’artista in qualche modo si deve adeguare ai suoi tempi. Ho visto anche la diretta dalla televisione ed a me…..è piaciuto pure dalla televisione….certo sono più contenta di essermelo gustato direttamente in Arena. Grande Claudio…..sempre!!!!!

  5. Mi sono accorta
    È un professionista e ha cercato di conservare la voce con tutte le prove.tre giorni di brani con pochissa pausa tra un brano e l’altro.senza dare riposo alle corde vocali.È incredibile so un poco cosa significhi cantare e bisogna riposare le corde vocali e lui appunto è un mago.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.