Stampa

Claudio Baglioni in gara allo Zecchino d’Oro

Claudio Baglioni in gara allo Zecchino d’Oro:

il suo piano per la voce di Veronica, 9 anni e un sogno

Il cantautore romano per la prima volta alla gara canora più longeva della storia italiana. Quella dei bambini:

“Avevo detto a Maria Francesca Polli che difficilmente sarei riuscito a ricavare qualcosa di buono dal suo testo. Poi, appena l’ho letto, me ne sono innamorato”

Se il tempo ha un prezzo, vale uno zecchino d’oro. Se le canzoni hanno il potere di fermarlo sono quelle sotto l’incantesimo del Mago Zurlì. Fu lui, Cino Tortorella, a presentare nel 1959 la prima edizione della gara canora più longeva della televisione italiana dopo il Festival di Sanremo e La domenica sportiva. Per i piccoli cantanti hanno scritto i più grandi della musica.

Quest’anno in finale c’è Claudio Baglioni. Il suo nome va ad unirsi a quelli di Gorni Kramer o Tony Renis, Mogol, Pino Daniele, Fred Bongusto, Paolo Poli, Giorgio Calabrese, Memo Remigi o Sandro Tuminelli.

Loro il tempo di un programma passato dal bianco e nero al plasma senza crescere né cambiar voce. Baglioni ha scritto la musica sul testo di Maria Francesca Polli, Ci sarà un po’ di voi, che Veronica Marchesi, nove anni di Gorle (Bergamo), ha cantato nelle selezioni accompagnata dal Piccolo Coro dell’Antoniano.

Il tocco del pianoforte dell’artista romano è inconfondibile, la voce dell’interprete delicata come le cose buone, ampia come quella che le note cercano, commovente come i quaderni messi da parte. E il tempo dà i numeri e fa il girotondo. Baglioni, nato nel ‘51 e 53 anni di carriera, Veronica e i suoi nove fermagli, le 64 edizioni degli zecchini d’oro e la doppietta del 2021 per recuperare la 63ª cancellata a causa della positività di Carlo Conti al Covid 19.

Le 14 canzoni selezionate tra 550 proposte, i 17 solisti tra i 6 e i 10 anni scelti tra tremila che hanno inviato le proprie video-esibizioni online. C’era una volta una bambina che voleva cantare parole che non avevano musica.

«Avevo detto a Maria Francesca Polli che difficilmente sarei riuscito a ricavare qualcosa di buono dal testo», racconta il cantautore nato a Roma, Montesacro. Non per il testo, «che è davvero bello. Il fatto è che ho sempre scritto prima le parti musicali delle mie canzoni. Alle parole lavoro sempre dopo. Forse perché ho più confidenza con le note che con loro e temo sempre di spezzare l’incanto. Appena l’ho letto però me ne sono innamorato. La musica è venuta così, calamitata dalle parole».

Un gancio in mezzo al cielo.

Un giorno, poi quello dopo «e il provino piano e voce era già pronto. Gliel’ho inviato e la melodia ha fatto a lei lo stesso effetto che le sue parole avevano fatto a me. E così con grande sorpresa di entrambi, dopo mezzo secolo di carriera mi sono ritrovato a partecipare a un concorso speciale e amato come lo Zecchino d’Oro. Sono felice che dei bambini possano cantare una mia melodia».

Dopo aver fatto cantare per tutta la vita i bambini che crescono, l’uomo di varie età come si definisce nel suo diciassettesimo album (In questa storia che è la mia, 2020) spera che questa canzone

«regali loro almeno una piccola parte delle emozioni che ha regalato a me. Grazie Veronica».

La gara per vincere la moneta d’oro si terrà sabato 4 dicembre, Carlo Conti si conferma direttore artistico. Tra i compositori di questa edizione anche Giovanni Caccamo e Marco Masini. Dal 1976 lo Zecchino è sotto il patrocinio dell’Unicef e i piccoli enormi interpreti sono anche i portavoce del progetto Operazione Pane che sostiene 13 mense francescane in Italia e una in Siria.

Non è mai troppo tardi per credere nella magia, Zurlì ne sarebbe felice.

Katia Ricciardi per Repubblica ROMA

IMMAGINE DI COPERTINA

LINKS UTILI AL DOWNLOAD

SCARICA DA APPLE MUSIC





The Godfather

The Godfather [Il Padrino] - Dietro questo nickname si cela il nostro fondatore e amministratore unico TONY ASSANTE, più grigio ma MAI domo. Il logo (lo chiedono in molti) è il simbolo dei FANS di Elvis Presley (Cercate il significato in rete).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button